Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Esteban Chaves: dalla quasi morte, al podio del Giro y Vuelta, alla creazione delle sue fondamenta | Ciclismo

Esteban Chávez
è uno dei grandi riferimenti per il ciclismo in ColombiaNon solo per le sue impressionanti prestazioni nelle gare più importanti del mondo, ma anche per il suo importante lavoro sociale.

Nel 2015, Chaveto ha creato la Esteban Chaves Foundation, nota anche come FunChaves. La sua intenzione era quella di raccogliere fondi per pagare gli interventi chirurgici per i bambini che non hanno le risorse per pagare queste procedure.

Questa iniziativa è nata dalla generosità di Chávez e da un evento oscuro (è finito per essere un insegnante e un lavoro che vale la pena) che gli è quasi costato la vita. Il 16 febbraio 2013 il corridore di Bogotà ha subito un duro atterraggio in Coppa Liguelia, dove “si è fratturato il cranio, la clavicola, le costole, lo zigomo destro, il seno mascellare e lo sfenoide, ha perforato il polmone e ha riportato gravi graffi e contusioni”.come notato da EF Education-EasyPost.

Questo incidente non ha lasciato incoraggianti speculazioni e Chaves ricorda ciò che le persone gli hanno detto in quel momento difficile, quando aveva appena 22 anni. “Tutti dicevano, ‘Picchialo, dimenticalo, supera me.’ Dicevano: ‘Forse possiamo aggiustarti il ​​braccio, ma non lo sappiamo, quindi non ci proveremo’”, ha aggiunto.

Infine, il dottor Julio Sandoval ha dato vita all’uomo che poi ha mostrato tutto il suo talento, salendo sul podio della Vuelta a España e del Giro d’Italia. Chaves ha riacquistato mobilità nelle dita e ha iniziato a vincere le gare più importanti nello sport delle manovelle.

Allo stesso tempo, ha creato FunChaves, per dare ai bambini a basso reddito l’opportunità di migliorare la loro qualità di vita attraverso il ciclismo. Insieme a Sandoval, ha aperto le porte delle sale operatorie ai bambini che ne avevano bisogno.

READ  Il nuovo titolo che hanno battezzato Mbappe nello spogliatoio del Paris Saint-Germain dopo il suo conflitto con Neymar

“Soprattutto nelle zone rurali, fai uno studio di base e poi devi andare a lavorare. Le persone non lavorano per sopravvivere, lavorano per sopravvivere. È molto difficile sbarcare il lunario. I bambini non possono lasciare i villaggi in cui vivono in. Sono nati perché devono lavorare nelle loro fattorie con i loro genitori e continuare il processo”, ha detto Chavez in una conversazione con EF Education.

Chaves ha sentito di conoscere i ragazzi che avevano poche prospettive ed era preoccupato per la loro carriera sportiva, creando posti di lavoro e persino una piccola squadra, Da lui sono arrivati ​​Santiago Buitrago (vincitore dell’ultima tappa del Giro d’Italia e una delle grandi promesse del vittorioso Campionato del Bahrain) e Iner Rubio (pilota del Movistar Team).

“La maggior parte dei bambini di campagna, delle fattorie, si alza alle quattro del mattino per andare a mungere le mucche e a scavare patate dal terreno. Mia madre potrebbe portare loro una piccola colazione, e poi guidano per sei miglia. ” Fanno tutti i compiti, tornano e vanno ad allenarsi, perché amano andare in bicicletta. E tornano di notte e vanno a prendere le verdure dai campi. Sono molto resistenti. Continuano a sognare, ci credono ancora”, ha detto Chavez, che quest’anno ha vinto una medaglia d’argento ai Campionati Nazionali a cronometro.

Esteban Chaves, ciclista colombiano al Critérium del Dauphiné 2022

Getty Images

Sono come me. Questi bambini vengono lasciati perché non hanno né denaro né status. Gli interventi chirurgici a volte richiedono un’ora, forse 40 minuti. È come una falegnameria. I dottori tagliano e si uniscono, e questo cambia la vita dei bambini. Sono così fortunato ad aver trovato la persona giusta al momento giusto della mia vita, e se siamo in grado di fornire questa esperienza alle famiglie, questo è ciò che riguarda la vita. I soldi, i risultati e tutta quella roba ad un certo punto spariranno. Questo è ciò che conta. In futuro, se un bambino dice: “Amico, posso camminare perché una volta un pazzo che andava in bicicletta ha pagato per la mia operazione, e ora posso lavorare e avere una famiglia”, questo è ciò che conta. questo è quello che voglio. Questo è il mio sogno‘, ha finito.

READ  Ligue 1: Neymar e Mbappé aggiungono pepe alle classiche e il Paris Saint-Germain corre verso il titolo