Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Due persone sono state arrestate in Italia per aver appiccato il fuoco a un centro di vaccinazione contro il virus corona

Due persone sono state arrestate in Italia per aver appiccato il fuoco a un centro di vaccinazione

Due persone sono state arrestate questo sabato nella città italiana di Brescia (nord) per aver appiccato il fuoco a un centro di vaccinazione contro il virus corona.. Ora devono affrontare crimini di terrorismo e possesso di armi da guerra.

Arrestato, Paulo Bruda e Nicola Sanardelli, Rispettivamente di 52 e 51 anni, entrambi di Presia Lombardia, I più colpiti dall’epidemia in Italia, appartengono al movimento “No Wax”, Quella Resiste alla vaccinazione, Ha detto in una nota Carabineros Corps (Polizia Militare).

Entrambi sono stati incarcerati come misura precauzionale Gli agenti stanno interrogando altri “nella loro cerchia” nelle province di Prussia e Verona.

Sono responsabili dei danni al centro di vaccinazione COVID-19 Via Morelli a Presia Il 3 aprile hanno lanciato due cocktail Molotov.

File di foto di un centro di vaccinazione in Italia. REUTERS / Someone Nordy

La sua esplosione ha bruciato il muro centrale, ma Il fuoco non si è diffuso in tutto il padiglione A causa della resistenza al fuoco delle strutture e per altri motivi “Accidentale” Non pubblicato.

Tuttavia, Carabineros lo incolpa Questo attacco potrebbe aver causato danni catastrofici al centro, Poiché a pochi metri dal luogo dell’incendio c’erano cavi di alimentazione, centinaia di vaccini erano protetti, quindi se fossero stati infettati la catena del freddo sarebbe stata interrotta.

Durante l’interrogatorio, sul luogo sono state utilizzate telecamere di sorveglianza e intercettazioni telefoniche, consentendo ai prigionieri di raggiungere Gli aderenti agli studi sulla negazione dell’infezione da virus corona “credevano”.

File foto: una persona passa graffiti anti-vaccino tra lo scoppio della malattia da virus corona (COVID-19) il 1 ° gennaio 2021 a Belfast, nell'Irlanda del Nord.  REUTERS / Bill Noble
File foto: una persona passa graffiti anti-vaccino tra lo scoppio della malattia da virus corona (COVID-19) il 1 ° gennaio 2021 a Belfast, nell’Irlanda del Nord. REUTERS / Bill Noble

Gli agenti sono stati controllati La “chiara volontà” di questi due individui è quella di attaccare il centro di vaccinazione e sabotare la campagna “nutrire il clima incerto”., Perché hanno pensato di ripetere l’attacco Causando paura tra le persone.

READ  Sanchez chiede che l'alleanza Spagna-Italia sia il "cuore" dell'Unione Europea

Uno dei detenuti, Pluta, ha scritto su Facebook poco prima dell’incendio: “Se vogliamo distruggere il nemico, dobbiamo usare la stessa arma, la paura. La loro paura è la nostra unione. Non ci sono altre soluzioni”..

Nonostante la cospirazione e i principi di negazione di No Vox, l’Italia ha raggiunto l’obiettivo di candidarsi giovedì 500.000 dosi contro il virus corona in un solo giorno.

“Ieri in Italia sono stati erogati oltre 500.000 farmaci. Mille grazie alle donne e agli uomini del Servizio Sanitario Nazionale ea tutte le organizzazioni per questo eccellente lavoro di squadra”, ha detto venerdì su Facebook il ministro della Salute. Roberto Speranza. “Il vero modo per farsi vaccinare da questi mesi difficili”, Ha insistito.

Una persona riceve una dose di corona virus (COVID-19) il 14 aprile 2021 all'Auditorium della musica di Roma, in Italia.  REUTERS / Yara Nardi
Una persona riceve una dose di corona virus (COVID-19) il 14 aprile 2021 all’Auditorium della musica di Roma, in Italia. REUTERS / Yara Nardi

“Le statistiche parlano chiaro: il 1 marzo è aumentato il numero di dosi giornaliere somministrate 135.307, Oggi abbiamo superato l’ostacolo dei 500.000 (…) in due mesi ”, ha commentato il Sottosegretario alla Difesa. Giorgio Mule.

Un generale, Francesco Paulo Figuerolo, È responsabile del coordinamento della campagna vaccinale italiana, che ha registrato un forte impulso, erogando 397.000 dosi mercoledì, contro le 365.000 del giorno precedente.

Se questo rapporto viene mantenuto, il paese può raggiungere l’obiettivo di immunizzazione 60% italiani entro fine luglio.

Ad oggi, in totale 19,5 milioni di dose Inoltre, come in altri paesi europei, viene data priorità agli anziani e agli operatori sanitari.

(Con informazioni da EFE e AFP)

Continua a leggere: