Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Bruxelles approva 354,8 milioni del Fondo di coesione REACT-UE per la Spagna

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 dicembre 2021 – 13:25

(Corregge l’omaggio totale e rimuove Asturie e Ceuta a causa di un errore di origine)

Bruxelles, 22 dicembre (EFE). – La Commissione Europea questo mercoledì ha approvato una voce per la Spagna del valore di 354,8 milioni di euro del Programma REACT-EU Fondo di coesione, che andrà in Andalusia, Isole Baleari, Galizia, La Rioja e Madrid.

La commissione ha affermato in una nota che i fondi, che sono stati approvati dall’ultimo organo commissario dell’anno ma corrispondono al 2022, “sosterranno la ripresa e apriranno la strada alla trasformazione digitale e verde della Spagna”.

Bruxelles ha precisato che il finanziamento sarà determinato attraverso sette programmi operativi del Fondo europeo di sviluppo regionale.

E l’Andalusia riceverà 191,4 milioni di euro in più per finanziare “la costruzione e la riabilitazione di ospedali e scuole.

I fondi contribuiranno anche alla “digitalizzazione dei servizi sanitari pubblici, aiutando le piccole e medie imprese a mitigare l’impatto della crisi, migliorare l’efficienza energetica e utilizzare le energie rinnovabili, sostenere la mobilità sostenibile e ridurre le emissioni di gas serra”.

L’importo che riceveranno le Isole Baleari sarà di 28,2 milioni di euro, che verranno utilizzati “per rafforzare il sostegno alla lotta al virus Corona attraverso l’acquisizione di materiali medici, farmaceutici e di ricerca”.

La Commissione europea ha aggiunto che questi fondi sosterranno anche “il capitale circolante nelle PMI più colpite, la mobilità sostenibile e il miglioramento delle strutture e delle attrezzature nelle scuole, nei centri sanitari e negli ospedali”.

La Galizia riceverà una sovvenzione di 44,4 milioni di euro “per rafforzare la ricerca e lo sviluppo + i finanziamenti nel settore della salute, del trattamento dei rifiuti sanitari e della sanità elettronica”.

READ  Deutsche Bank prevede di chiudere le sue filiali in Spagna per concentrarsi sui clienti più facoltosi

“I fondi saranno utilizzati per digitalizzare il settore pubblico e le PMI, nonché per fornire capitale circolante alle PMI in settori con un alto potenziale di creazione di posti di lavoro, innovazione nel settore forestale, edilizia sostenibile e prevenzione degli incendi, tra gli altri settori”.

La Rioja riceverà ulteriori 5,8 milioni di euro per l’acquisto di prodotti e servizi sanitari come materiale medico, farmaceutico e di ricerca.

I soldi saranno utilizzati anche per “migliorare l’efficienza energetica negli edifici pubblici e privati, nonché per digitalizzare e rinnovare ospedali e scuole”.

Infine, Madrid riceverà ulteriori 85 milioni di euro in fondi europei per acquistare dispositivi di protezione nel settore sanitario, aumentare la capacità di test diagnostici e finanziare il personale necessario per rispondere alla crisi.

“Inoltre, la Spagna utilizzerà i fondi per aumentare la produzione di energia rinnovabile nella regione e migliorare le infrastrutture pubbliche, come l’edificio dell’ospedale del 12 ottobre”, ha aggiunto la commissione.

Il programma REACT-EU, integrato nei fondi europei per riavviare l’economia dopo la pandemia, ha ricevuto 50,6 miliardi di euro relativi ai programmi della politica di coesione nel 2021 e nel 2022.

La Spagna sarà il principale beneficiario dei fondi di coesione REACT-EU nel 2022, con una dotazione totale di 3.630 milioni di euro, dopo essere stato il secondo paese dell’UE a ricevere la maggior quantità di fondi da questa voce nel 2021, con un totale di 10.855 milioni euro e solo dietro l’Italia (11.303 milioni nel 2021). EFE

jaf/jgb

(Maggiori informazioni sull’Unione Europea sono disponibili su euroefe.euractiv.es)

© EFE 2021. È espressamente vietata la ridistribuzione e la ridistribuzione di tutto o parte dei contenuti dei Servizi Efe, senza il previo ed espresso consenso di Agencia EFE SA

READ  Imposte elevate sulle società e sugli attivi pesano sulla competitività fiscale della Spagna | economia