Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Attraverso i video, condannano gli attacchi e il sabotaggio da parte dei membri della popolazione indigena Minga dei cittadini di Kali

Questa domenica si è registrata una situazione a Jamundi, che si aggiunge a uno dei tanti scontri avvenuti nei giorni scorsi in Valle del Cauca. Anche se si diceva che i civili avessero attaccato la popolazione indigena Minga, questa notizia è stata smentita dagli stessi cittadini, che hanno mostrato con video di loro attaccati.

Nei video condivisi sulle reti, è chiaro come gli indigeni abbiano ribaltato e bruciato i camion della comunità, mentre attaccavano i veicoli, gli alloggi e gli abitanti della Striscia. La polizia ha confermato questa informazione.

Condannano gli attacchi e il sabotaggio da parte dei membri degli indigeni Minga ai cittadini di Cali

Questo è il numero di auto distrutte dagli indigeni, mentre attraversavano Canyasgurdas Street, a sud di Cali, sono rimaste durante i disordini di domenica pomeriggio.

In una delle pubblicazioni, è stato anche notato che una capra composta da un gruppo di indigeni intendeva spostarsi verso la città, tuttavia, molti cittadini si sforzano di evitarne il passaggio. Tra loro c’è una donna in piedi davanti alle capre che, come si vede nel video, è stata aggredita dalla comunità per continuare il suo viaggio.

Condannano gli attacchi e il sabotaggio da parte dei membri degli indigeni Minga ai cittadini di Cali

Tuttavia, sono stati rilasciati video che mostrano civili che attaccano la popolazione indigena. A causa dell’assenza di forze pubbliche durante la maggior parte degli scontri, i cittadini hanno preso il potere di difendersi con le armi. C’è persino un video registrato dagli stessi civili che gridano “Questa è una guerra civile” prima della sparatoria.

In un video clip, puoi vedere come uomini in bianco sparano a persone che stavano manifestando pacificamente in un settore della città. Anche uno degli aggressori estrae la sua arma e spara in presenza di un poliziotto che cerca di proteggerlo.

READ  Un poliziotto dell'Ohio ha sparato e ucciso Macia Bryant, ...

Un’altra foto in circolazione mostra come due uomini armati siano dietro un camion bianco e una pistola prima di sparare agli indigeni.

Nel video successivo, un uomo indica un camion della guardia indigena e spara ai manifestanti, mentre la donna che registra urla “Vayansén (sic) indios” e applaude l’attacco.

Da parte sua, il ministro della Sanità Maryland Torres ha affermato che dopo gli scontri otto indigeni sono rimasti feriti, di cui tre in gravi condizioni.

Il sindaco di Cali, Jorge Ivan Ospina, ha respinto le azioni delle comunità indigene della città, chiedendo il rispetto delle normative e delle autorità locali.

“A Cali, coloro che non fanno parte di Cali non dovrebbero ordinare. Non ci devono essere scuse per le persone fuori dalla nostra città per svolgere i compiti che vengono svolti nella nostra città.Il presidente ha detto.

Ha aggiunto che “Tutti a Cali sono i benvenuti e benvenuti. Nel nostro amato quartiere, l’amato Kali, siamo orgogliosi della presenza di Narinens, Caucanus, Antiochene, per avere persone di Huila, l’Oceano Pacifico, per avere persone da tutte le parti dell’universo “.

Continuare a leggere: