Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Attenzione alle ricompense!  Possono interrompere un lieve calo del PIL

Attenzione alle ricompense! Possono interrompere un lieve calo del PIL

Il tasso di interesse sui titoli del Tesoro americano ha raggiunto questa settimana il 4,80%, il livello più alto dallo scoppio della crisi dei mutui subprime nel 2007.

In Europa, i bond tedeschi, asset sicuro, hanno toccato il 3%, il tasso più alto dal 2011, mentre il debito spagnolo ha raggiunto il 4% e quello italiano si è avvicinato al 5. Se sia la presidente della Banca centrale europea, Christine Lagarde, come… Il governatore della Federal Reserve Jerome Powell ha mostrato fiducia che l’inflazione, d’ora in poi, inizierà una tendenza al ribasso. Perché i rendimenti dei titoli a lungo termine sono in aumento? L’unica spiegazione possibile è che gli investitori stiano iniziando a dubitare delle parole delle banche centrali, dopo i loro recenti errori.

L’aumento del prezzo del carburante (il petrolio si è avvicinato ai cento dollari) unito alla possibilità di un inverno rigido mettono in dubbio le previsioni. In Spagna, l’inflazione core, che esclude energia e generi alimentari freschi, è scesa di tre decimi al 5,8, ma il tasso complessivo ha continuato a salire al 3,5%, nove decimi in più.

Con i tassi di interesse sulle obbligazioni statunitensi che hanno raggiunto i livelli più alti degli ultimi sedici anni, gli investitori temono che un atterraggio morbido per l’economia globale venga interrotto. Ma cosa potrebbe accadere se Lagarde dovesse inasprire nuovamente la politica monetaria? O se Powell dovesse andare oltre il quarto di punto in più previsto dai mercati? Si scatenerà l’inferno. Le banche saranno improvvisamente costrette a chiudere ulteriormente il rubinetto del credito e l’attività subirà una brusca battuta d’arresto.

Nell’ultimo anno e mezzo, sia Lagarde che Powell hanno aumentato il costo dei finanziamenti, comprese le obbligazioni, con l’obiettivo di combattere l’inflazione e provocare un atterraggio morbido. Questa è la versione accettata dai mercati finanziari, ma ora c’è il rischio che vada fuori controllo e finisca per crollare.

Martedì i mercati si sono spaventati, con cali prossimi al 2% su entrambe le sponde dell’Atlantico. La combinazione di tassi di interesse elevati per un lungo periodo di tempo (nessuno si aspetta che vengano tagliati prima dell’estate del prossimo anno o addirittura della fine del 2024) con un mercato azionario in calo e un dollaro forte potrebbe incidere negativamente sulla crescita. E non solo negli Stati Uniti.

READ  Una società argentina cerca di controllare Edesur

L’economia statunitense ha finora mostrato una forza sorprendente, basata su due fattori: consumi e occupazione. Ha creato 3,1 milioni di posti di lavoro negli ultimi 12 mesi, spingendo il tasso di disoccupazione al 3,5%. L’esplosione dei consumi post-pandemia, nonché una forte iniezione di denaro pubblico, stanno generando un effetto boom sulla crescita, che permane.

La legislazione da 370 miliardi di dollari destinata a ridurre l’inflazione per riportare la produzione industriale negli Stati Uniti (nota come “Made in America”), insieme al disegno di legge da 56 miliardi di dollari annunciato da Biden per rilanciare la produzione di chip e la ricerca scientifica, hanno dato un impulso finale agli investimenti . Galleggiante.

Dall’altra parte della medaglia c’è il deficit della pubblica amministrazione. Il divario finanziario è raddoppiato negli ultimi 12 mesi, con conseguenti costi per il governo. Il deficit pubblico ha superato il 7% in cifre corrette, il tasso più alto dal 1930 escludendo periodi di guerra e recessione.

Allo stesso modo, la spesa per gli interessi sul debito è aumentata finora quest’anno di 136 miliardi di dollari, un enorme 23%. Uno studio della Brookings Institution rivela che una politica fiscale corrotta ridurrebbe la crescita di 8 decimi, prima del recente aumento dei prezzi delle obbligazioni. Il declassamento del rating creditizio da parte di Fitch è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

I debiti e i deficit non sarebbero stati sostenibili senza il fatto che il dollaro funge da valuta di riserva e attrae capitali da tutto il mondo. Ma anche questo comincia ad essere messo in discussione, perché il Giappone, uno dei paesi che spende più denaro nell’acquisto di titoli del Tesoro statunitensi, ha spostato i suoi investimenti verso le proprie obbligazioni, a causa del miglioramento del rendimento.

Il debito americano resta interessante, ma la sua redditività deve migliorare affinché possa continuare ad autofinanziarsi. Teniamo presente che tutto ciò avviene in un momento in cui la disoccupazione è ai livelli più bassi e la crescita è forte. Quando l’attività “tornerà alla normalità”, Barclays prevede che “il deficit sarà molto più elevato”.

READ  La Jornada - Il G20 chiude la porta all'evasione fiscale delle multinazionali

La corsa di Biden e Trump per candidarsi alla presidenza nel 2024 li ha portati ad abbandonare i tagli ai programmi di spesa federale. Soprattutto i due più importanti, Medicare e Social Security. Il presidente della Camera Kevin McCarthy è stato licenziato, in un evento senza precedenti nel secolo scorso, a causa di un’estensione del budget per evitare una chiusura dell’amministrazione fino a metà novembre.

La curva dell’inflazione migliora leggermente e la Fed sta avviando una politica monetaria restrittiva, senza alcun risultato, alla quale dovrebbe far seguito una riduzione del bilancio: negli ultimi anni sono stati acquistati titoli di Stato per 8mila miliardi di dollari e per migliorare la liquidità, dovrebbero rimanere dimezzati. Alcuni analisti suggeriscono che Powell potrebbe rinviare questo processo o addirittura dover acquistare nuovamente obbligazioni se le cose si complicassero.

La paura più grande è il calo generale dei mercati. I gestori lasciano spazio nei loro portafogli di investimento per acquistare obbligazioni a causa della loro elevata redditività, il che porterà alla vendita di altri asset, in particolare azioni. Barclays ha sottolineato giovedì che il mercato obbligazionario non si calmerà finché i mercati azionari non assisteranno ad una correzione del 5%. In un modo o nell’altro, il viaggio verso il basso che il caribù ha aperto questa settimana rompendo i supporti.

L’economia statunitense continua a crescere ad un ritmo sostenuto del 2,4%. Ma molti investitori ricordano ancora come la combinazione di una politica simile a quella di Trump e Biden, con tagli fiscali aggressivi e aumenti della spesa pubblica, abbia provocato onde d’urto sui mercati finanziari.

Il Messico soffrì di tequilazo nel 1994, e un decennio più tardi la Grecia era sull’orlo della bancarotta. In misura minore, altri paesi come il Canada all’inizio degli anni ’90 o l’Italia negli anni ’80 e ’90 furono colpiti da tempeste monetarie a causa dei loro elevati deficit.

Il più recente terremoto finanziario ha colpito il Regno Unito, con un improvviso aumento dei costi di finanziamento delle pensioni, costringendo il governo britannico a correggere la propria politica.

READ  Il Presidente è tornato nel Paese dopo la tournée europea in Portogallo, Spagna, Francia e Italia | Ora dell'Argentina

In Europa la situazione è più tranquilla, anche se i paesi sono riluttanti a ritirare i pacchetti di aiuti finanziari, creati per combattere gli effetti della pandemia, che rendono la spesa più costosa e aumentano il debito.

Gli Stati Uniti non sono l’Italia o il Canada. Viene utilizzato per gestire deficit e debiti elevati grazie all’attrattiva del dollaro come valuta di riserva mondiale; L’inflazione e i tassi di interesse sono guidati da fattori interni e mostrano una tendenza al ribasso. Ma se i suoi progressi nei prossimi mesi non risponderanno alle aspettative emergenti, l’accumulo di cattive notizie sui radar degli investitori, combinato con la convinzione che i tassi di interesse rimarranno elevati più a lungo del previsto, potrebbero mettere sotto pressione i rendimenti del debito. Il mercato si trova. Fai attenzione ai bonus! Se la sua tendenza al rialzo continua, soffocherà l’economia.

Nota: a livello nazionale, il governo beneficia dell’approvazione da parte dell’UE dell’addendum che gli consentirà di ottenere prestiti per un valore di 93.000 milioni di dollari per una media di 20 anni con un periodo di grazia di dieci anni. Un’altra ancora di salvezza per far volare l’economia, anche se in questo caso i soldi dovrebbero essere restituiti e il tasso di interesse sarebbe solo un quarto di punto inferiore a quello di mercato.

La cosa peggiore è che Calviño ha accettato, tra le condizioni per ottenere questo denaro, più di cinquanta iniziative, tra cui l’abolizione della dichiarazione comune dei redditi delle persone fisiche e l’aumento delle tasse per la decarbonizzazione. Anche se il governo mantiene la promessa di non imporre pedaggi autostradali, i costi verranno ridistribuiti tra tutti.

Preoccupazione per la BBVA, poiché il suo presidente, Carlos Torres, è stato chiamato a testimoniare nel caso Villarejo. La domanda da un milione di dollari è: cosa accadrà se verrà incriminato? La BCE gli permetterà di continuare a guidare la banca, nonostante la sua reputazione in peggioramento?