Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Addio a Veranos de la Villa con un omaggio a Lope de Vega e ai “Carmina Burana”

Un ritorno alla routine è vicino, ma prima ancora Veranos de la Villa ci regalerà un’ultima dose di tempo libero estivo, concludendo in grande stile la stagione 2022 con una fantastica presentazione di cinema, teatro, danza e musica in varie fasi del città, come il Conde Duque o l’Istituto San Isidro o Estanque Grande del Retiro, che darà il tocco finale alla 38a edizione del festival.

Un altro anno, la serie collabora ancora una volta con il Film Academy Residency Program, che implementa Accademia del cinema Con il sostegno del Comune di Madrid per fornire a registi emergenti e professionisti, locali o stranieri, i mezzi e l’assistenza necessari per lo sviluppo di progetti audiovisivi legati a Madrid. Martedì ospiterà la sede della Film Academy Leggi i vincitori del quarto ciclo del programma di residenza implementato dalla Film Academy con il sostegno del Comune di Madrid e dell’Ufficio del Cinema di Madrid, e successivamente Verranno proiettati alcuni cortometraggi degli ex residenti. Anche oggi il compositore, artista e sviluppatore di software tedesco Robert Henk arriva a Veranos per presentare il suo spettacolo “Dust”.uno spettacolo multicanale al buio con un’esperienza audio coinvolgente che può essere vista e ascoltata al Claustro del Pozo.

“Muller”, spettacolo di danza su palafitte di Maduixa, che ha partecipato a Expo Dubái nell’ambito del programma culturale del Padiglione della Spagna, il 25 e 26 agosto al Patio Sur de Conde Duque ad accesso gratuito. Questo spettacolo è un omaggio a tutte le donne che hanno combattuto e lottano ancora per secoli di oppressione per mantenere in vita la loro natura selvaggia e che rivendicano il loro diritto di ballare e camminare liberamente nelle strade e nelle piazze della nostra società. Veranos de la Villa ospiterà nei suoi programmi, in collaborazione con Acción Cultural Española (AC/E), una selezione di performance che hanno partecipato al Padiglione spagnolo a Expo 2020 Dubai.

READ  La Spagna si unisce all'applicazione aperta per la scienza del vaiolo delle scimmie

La programmazione al Claustro del Pozo si chiuderà il 25, 26 e 27 agosto con “Loeb e Dorotea”, con testo di Ainhwa Amistoi e regia di Ignacio Amistoi. “Lope y sus Doroteas” parla della vita, della morte, dell’amore, della riconciliazione delle persone, del passaggio delle generazioni, del lavoro creativo e del panorama culturale del Seicento. Al lavoro sono presenti figure affini come il giovane Calderon, il re Filippo IV, suor Marcella de San Felix, Marta de Nevares e don Cristobal Tenorio, corteggiatore della figlia più giovane e presunto rapitore.

Per salutare l’estate, il festival si concluderà domenica 28 agosto con un’attività molto speciale per tutto il pubblico. In quest’anno di Benlliure, l’insieme architettonico dedicato ad Alfonso XII creato dallo scultore nel Parque del Retiro di Madrid diventa il perfetto tocco finale per rappresentarlo ‘Carmina Burana’ Scritto da Carl Orff (1895-1982), una vera icona musicale della musica occidentale che suonerà nei suoni e nella musica del Coro Nazionale di Spagna, diretto da Miguel Ángel García Canamero, in uno spettacolo teatrale su misura per lo spazio che concluderà questa edizione e festeggiare con il pubblico una nuova estate che si avvicina alla fine.

Inoltre, questa settimana sarà l’ultima ad assistere alla mostra ‘Robotizzato’. Esperienze di moda italianaorganizzato a Madrid dall’Ambasciata d’Italia e dall’Istituto Italiano di Cultura a Madrid presso la Sereria Bilga, che ripercorre l’impatto della robotica sulla moda italiana e celebra lo stretto legame tra scienza, tecnologia e creatività.