Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Fare 150 minuti di esercizio fisico moderato a settimana previene l’infezione con il virus Corona

Redazione scientifica, 23 agosto. Varie indagini hanno indicato che l’esercizio fisico regolare protegge dall’infezione da virus Covid-19, ma quanto esercizio è necessario? Secondo uno studio pubblicato oggi, sono sufficienti 150 minuti di attività fisica moderata a settimana o 75 di esercizio fisico intenso.

Lo studio, che ha coinvolto ricercatori dell’Ospedale universitario di Navarra (HUN), ha concluso che questi minuti di attività fisica settimanale non solo riducono il rischio di infezione, ma proteggono anche dalle forme più pericolose di coronavirus (ricovero e morte). .

La ricerca, pubblicata oggi sul British Journal of Sports Medicine, riconosce che, sebbene il beneficio di un’attività regolare e della protezione contro il coronavirus sia stato confermato da vari studi, non è ancora chiaro come e perché avvenga questa protezione; I ricercatori affermano che è probabilmente dovuto a fattori metabolici e ambientali.

Alcune ricerche suggeriscono che l’attività fisica può in parte rafforzare il sistema immunitario.

Per scoprirlo, gli autori hanno esaminato le informazioni di tre grandi database con studi pertinenti pubblicati tra novembre 2019 e marzo 2022 e hanno combinato i risultati di 16 rapporti che includevano dati su 1.853.610 adulti (54% delle donne) con un’età media di 53 anni.

La maggior parte degli studi sono stati condotti in Corea del Sud, Inghilterra, Iran, Canada, Regno Unito, Spagna, Brasile, Palestina, Sud Africa e Svezia.

L’analisi dei dati aggregati ha mostrato che, nel complesso, coloro che includevano un’attività fisica regolare nella loro routine settimanale avevano un rischio inferiore dell’11% di infezione da SARS-CoV-2, il virus che causa il covid-19.

Avevano anche un rischio inferiore del 36% di ospedalizzazione, un rischio inferiore del 44% di malattie gravi e un rischio inferiore del 43% di morire per Covid-19 rispetto alle persone che non erano fisicamente attive.

READ  ADDUC rifiuta l'aumento dei farmaci prepagati - InfoRegion

Gli autori hanno scoperto che il massimo effetto protettivo si verificava dopo circa 500 minuti di lavoro metabolico equivalente (MET) a settimana. Hanno spiegato che l’esercizio dopo tale periodo non significa maggiore protezione.

I MET sono la quantità di energia (calorie) consumata per minuto di attività fisica e 500 equivale a 150 minuti di attività fisica di intensità moderata o 75 minuti di intensità vigorosa, secondo lo studio.

Gli autori avvertono che questa conclusione era basata su studi osservazionali e valutazioni dei livelli di attività fisica e dati da studi sulle varianti beta e delta di SARS-CoV-2 ma non su Omicron, che potrebbe variare leggermente.

Nonostante questa ipotesi, sostengono spiegazioni biologiche plausibili che dimostrano che un esercizio regolare di intensità moderata può aiutare a rafforzare le risposte antinfiammatorie del corpo, nonché la forma cardiorespiratoria e muscolare, il che potrebbe spiegare i suoi effetti benefici sulla gravità del coronavirus. -19.

I ricercatori hanno concluso: “I nostri risultati evidenziano gli effetti protettivi di un’adeguata attività fisica come strategia di salute pubblica, con potenziali benefici nel ridurre i gravi rischi di COVID-19”. EFE

ECG/ICN