Pesaro, quel terribile’92: 25 voci per raccontare l’anno che cambiò la storia di Aaron Pettinari

«Ognuno di noi conserva nella memoria gli anni che, nel bene o nel male, hanno segnato la propria vita. Poi ci sono quelli che hanno segnato un’intera comunità. Con assoluta cognizione di causa il ‘92 si può definire così». Basterebbero queste parole di Giobbe Covatta, uno dei 25 protagonisti del libro, per sintetizzare quell’anno di rivoluzione e cambiamenti profondi. Venticinque anni dopo è immediato pensare alle stragi di mafia in cui persero la vita Giovanni Falcone e Paolo Borsellino ma quella stagione è segnata anche da altri fatti come l’esplosione dell’inchiesta “Mani Pulite”, il crollo della partitocrazia, la nascita dei primi populismi, lo scoppio della guerra in Bosnia, la nascita dell’Unione Europea, la fine dell’Apartheid o la definitiva dissoluzione dell’Urss maturata alla fine di dicembre del 1991. Lo sforzo di memoria di quell’anno è affidato a 25“insoliti”testimoni. Non degli addetti ai lavori, ma semplici persone che non hanno avuto un ruolo diretto, se non quello di cittadini, rispetto a certe vicende.
Sabato 7 aprile alle ore 17, presso la Biblioteca San Giovanni di Pesaro, ne discuteremo con Aaron Pettinari, autore del libro. L’iniziativa è organizzata dal Gruppo Fuoritempo e dalla Biblioteca San Giovanni di Pesaro. L’appuntamento fa parte della manifestazione “La Primavera della legalità”, giunta alla terza edizione.

 

 

 

 

mcdonalds