Saverio Bossi: sempre più carente il sistema sanitario nell’entroterra

FOSSOMBRONE <<Non riesco a capire i sindacati che chiedono chiarezza sulla sanità – commenta Saverio Bossi del Comitato provinciale a sostegno degli ospedali pubblici – e che ancora credono nel progetto regionale. A nostro parere da chiarire non c’è nulla perché bisogna solo rendersi conto della sofferenza a 360° di tutti gli operatori sanitari, dei malati, delle famiglie e degli anziani. Peraltro come poter acconsentire alla “bocciatura” che la Cisl Pensionati ha fatto nei confronti del sistema policentrico spinto che ci sta invece a cuore perché l’unico sistema in grado di far fronte alle esigenze locali?>>. Cosa serve sul territorio Bossi lo specifica come segue: << Il ritorno allo status di ospedale per Fossombrone, Cagli e Sassocorvaro con il recupero di servizi dei Punti di primo intervento con medico d’emergenza dedicato 24 H, nonché un cardiologo e un traumatologo se non presenti comunque reperibili; posti per acuti di media e bassa complessità, diagnostica, posti letto per dialisi, lungodegenza e chirurgia day surgery, nonché ambulatori con orari e frequenze mediche ragionevoli. Il tutto coordinato dagli ospedali maggiori di Urbino, Pesaro, Fano e Pergola>>.  Si tratta di capire <<l’importanza del Patto di Piagge che sostiene la delocalizzazione dei servizi sanitari e non l’accentramento nell’ospedale unico provinciale. Un Patto composto da 13 sindaci, appoggiato da trenta minoranze di altrettanti consigli comunali e da quattro Comitati>>. Tutto questo per ribadire <<il no assoluto al sistema baricentrico nella speranza che la pubblica opinione si renda conto di quanto succede e sappia guardare avanti. E’ giusto rilevare a tinte forti che la politica della confusione in atto crea sempre più problemi perché non affronta le gravi carenze di personale medico e paramedico. Per fortuna che tutto il sistema resiste ancora per l’impegno di professionisti di grande qualità che avrebbero bisogno del dono dell’ubiquità e che si vedono costretti ad orari di lavoro impossibile per cercare di arrivare dappertutto>>.