Sant’Angelo in Vado, sequestrata una piantagione di marijuana nascosta tra filari di granturco

salus

Sequestrata ieri una piantagione di marijuana nascosta tra i filari di granturco. Trovati 15 chilogrammi e mezzo di prodotto già confezionato e pronto per lo spaccio, e altre 27 piante di un’altezza che andava dal metro ai 2 metri e 20. Arrestata dai carabinieri di Sant’Angelo in Vado e Piandimeleto una coppia di 40enni del posto (lui operaio, lei casalinga): portavano avanti la singolare e fruttuosa (fino a ieri) piantagione in un casolare nei dintorni di Sant’Angelo in Vado. I carabinieri hanno quindi perquisito la casa trovando quattro vasi con radici e un tronco messi a macerare per la produzione di olio di hashish. Per l’essiccazione più veloce, gli “agricoltori” avevano trasformato i pollai in camere provviste di ventilatori e riflettori. I due, difesi dal penalista Salvatore Asole, hanno patteggiato davanti al giudice Egidio De Leone e Pm Irene Lilliu. La donna è stata condannata a 10 mesi e 20 giorni mentre il coniuge ad 1 anno e 4 mesi di reclusione. Per entrambi 2.400 euro di multa La piantagione è stata distrutta.