Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Volvo reinterpreta il lusso e il lusso utilizzando materiali a base biologica

Come si traducono i valori in materiali? Cosa significa lusso nel mondo di oggi? Queste sono state alcune delle domande che i designer Volvo hanno dovuto affrontare quando sono andati a lavorare agli interni del prossimo SUV di punta del marchio svedese, il Volvo EX90 completamente elettrico.

Le loro risposte sono al passo con i tempi, ma sono saldamente radicate nelle qualità fondamentali del design scandinavo: semplicità, lusso e risorse naturali.

Il marchio ha affermato che alcuni parametri più vecchi, come potenza e accelerazione, sono stati lasciati da parte su questo modello a causa del tempo necessario per caricare le batterie e l’autonomia dell’unità, ma ha anche affermato che un modello più recente è nell’auto di lusso. lusso. “Lo spagnolo non è il migliore. L’odore della pelle animale non è più l’unico indicatore della ricchezza degli interni.

Cecilia Stark, direttore del design senior di Volvo Cars, ha dichiarato: “Abbiamo scelto i materiali in base ai nostri valori. Queste scelte si lasciano alle spalle il lusso delle auto d’epoca ed esprimono le nostre radici scandinave. Con la Volvo EX90, prendiamo il benessere del cliente come un il punto di partenza del progetto.”

Questo si traduce in elementi tangibili all’interno della Volvo EX90 e il risultato è uno degli interni per auto più piacevoli ed eleganti sul mercato. Allo stesso tempo, la sua composizione interna riflette le ambizioni di sostenibilità dell’azienda, come essere un’azienda completamente circolare e climaticamente neutra entro il 2040.

Lettura consigliata

Misti legno e lana

All’interno della Volvo EX90 c’è un materiale progressivo che il marchio Nordeco chiama. “Nordico è un’espressione contemporanea dei valori scandinavi e stabilisce un nuovo standard per l’interior design premium”, ha affermato l’azienda.

READ  Cosa fare se si hanno sintomi da Covid ma il test è negativo

Realizzato con tessuti realizzati con materiali riciclati, come bottiglie in PET, nonché materiali bio-correlati provenienti da foreste gestite in modo responsabile in Svezia e Finlandia, Nordeco è un materiale all’avanguardia e tecnologicamente avanzato.

La Volvo EX90 è dotata di pannelli in legno certificati FSC intorno alla cabina. Sono allegramente retroilluminati con un’illuminazione calda che crea l’atmosfera di un soggiorno scandinavo ed evoca la natura scandinava.

L’EX90 offre anche la possibilità di rivestimento dei sedili in misto lana, un tessuto certificato secondo rigorosi standard di benessere animale e sostenibilità ambientale e sociale.

Lettura consigliata

4 giganti della moda si uniscono per liberare il potenziale della biologia nel riciclo dei vestiti

In linea con le sue ambizioni di ecocompatibilità, l’EX90 ha anche più plastica riciclata. Oltre alle bottiglie in PET riciclate, la Volvo EX90 è composta da circa 50 kg di plastica riciclata e biomateriali. È la più grande quantità di materiale fossile non primario nei modelli Volvo e stabilisce un nuovo standard per il futuro.

Il tappeto adotta anche il concetto di circolarità, costituito in parte da una poliammide rinnovabile.

Ambiente personale distinto

Oltre ai materiali, Volvo offre l’opportunità di personalizzare la sensazione e l’aspetto dell’EX90 scegliendo tra sette diverse “stanze” che coincidono con l’arredamento degli interni e la tappezzeria con i colori degli esterni.

Lettura consigliata

Le fibre naturali stanno guadagnando spazio tra i grandi marchi di moda

Ogni camera, creata appositamente dai suoi designer, offre un’atmosfera diversa e offre un ambiente diverso per soddisfare i gusti dell’utente. Ognuno è ispirato da aspetti dello stile di vita scandinavo e dal suo rapporto simbiotico con la splendida natura che circonda la Scandinavia.

“Il design degli interni e la configurazione della Volvo EX90 continuano decenni di iterazione e innovazione”, afferma Cecilia Stark. “Vediamo il trucco interno come un processo di apprendimento che continuerà nel tempo sulla base del feedback, dell’innovazione interna e delle nuove opportunità di approvvigionamento responsabile”.

READ  Vera Giedroitz, la principessa del chirurgo che ha rivoluzionato la medicina di guerra | Società