Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Video: un'aggressione scioccante da parte di un detenuto contro un giudice che si era rifiutato di rilasciarlo sulla parola

Video: un'aggressione scioccante da parte di un detenuto contro un giudice che si era rifiutato di rilasciarlo sulla parola

L'evento scioccante è avvenuto in Nevada, negli Stati Uniti. (Video: Twitter/AlertaMundoNews)

Un uomo di 30 anni di nome Deobra Redden, Ha attaccato il giudice Mary Kay Holthus in un'aula di tribunale nella contea di Clark, Nevada. Dopo che gli è stata negata la libertà condizionale Questo mercoledì verso mezzogiorno.

Come appare nel video diffuso dai media sulle reti avviso notizie mondo, L'uomo si avvicina al podio e aggredisce il giudiceCiò ha causato colpi alla testa e ferite a Sharif, che ha cercato di fermare l'attacco. Fortunatamente entrambi sono fuori pericolo.

Leggi anche: Video: Più di 100 persone sono state uccise in Iran a seguito dell'esplosione di due bombe vicino alla tomba di un influente generale

L'imputato ha aggredito il giudice che si è rifiutato di rilasciarlo sulla parola.

Redden ha tre precedenti penali e Al momento dell’aggressione era in attesa di giudizio per “tentata aggressione con gravi lesioni personali”. Ciò è accaduto il 23 aprile dello scorso anno, quando ha minacciato un’altra persona di “rompergli le ginocchia”.

Prima che la sentenza fosse pronunciata, il 30enne aveva detto che “non avrebbe dovuto essere mandato in prigione”. Il suo avvocato aveva chiesto la sua liberazione condizionale, ma il giudice ha rifiutato e ha indicato che “doveva adottare una linea di condotta diversa”, cosa che ha scatenato la rabbia dell’imputato.

Storia di violenza dell'aggressore

Nel 2021, è stato accusato di “Distruzione dolosa di beni I registri indicano che ha scontato una pena detentiva per “Aggressione domestica Per un anno a partire dal 2021.

READ  "Avevo paura che mi tagliassero la testa": la dichiarazione inquietante di una vittima di stupro alla principale sospettata della scomparsa di Madeleine McCann.

Il 23 aprile 2023 Redden ha minacciato di uccidere qualcuno “Mi sono rotto il ginocchio” qualcun altro, Che ha provocato gravi lesioni fisiche.

Leggi anche: Israele sta negoziando con il Congo e altri paesi riguardo al trasferimento “volontario” dei palestinesi dalla Striscia di Gaza

Nel maggio dello stesso anno, un altro giudice ordinò una valutazione delle competenze per Reddin e lui fu ricoverato in una struttura comportamentale statale, e fu dichiarato competente in ottobre.

Redden si è dichiarato colpevole a novembre. A dicembre, il giudice in questione ha emesso un mandato d'arresto nei suoi confronti dopo che non si era presentato in tribunale.