Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Valutazione fatta dagli imprenditori che hanno accompagnato Javier Maili durante la sua permanenza in Italia

Valutazione fatta dagli imprenditori che hanno accompagnato Javier Maili durante la sua permanenza in Italia

Il presidente Javier Miley arriva in Vaticano accompagnato dalla cancelliera Diana Mondino e da un gruppo di uomini d'affari.

La delegazione d'affari che lo accompagnava Javier Miley Di passaggio Italiache prevedeva un'audizione con Papa FrancescoHa espresso il suo sostegno alle riforme promosse dal governo e ha espresso il suo rammarico per il fallimento di tali riforme Legge universale Al Congresso. Hanno mostrato entusiasmo anche per l'abbraccio tra Bergoglio e il presidente, che hanno visto come un gesto del pontefice verso la società. Ci sono state comunicazioni con il consigliere Diana Mondino; Ministro degli Interni, Guillermo Francose suo marito del capitale umano, Sandra Petofilo.

Tra i presenti c'era il presidente Cicyp e il vicepresidente dell'Associazione rurale argentina Marcos Pereda, che ha sottolineato: “L'Argentina ha bisogno di ricreare il clima imprenditoriale e rivitalizzare l'economia. Se ciò non avviene attraverso la Legge fondamentale, si dovranno cercare altre iniziative. I prezzi erano talmente regolamentati e l’economia interferiva con ciò che vivevamo in una realtà irreale. “Questa fantasia ci ha portato all’iperinflazione e a una maggiore catastrofe sociale”.

“Sia il partito al potere che l'opposizione devono trovare un modo civile per superare le differenze. La situazione è così delicata che non c'è spazio per un ulteriore confronto. È necessario cercare punti di convergenza. Il governo deve restare al timone ricerca dell'equilibrio fiscale. Alla luce del deficit non vi è alcuna possibilità di crescita reale o di calo dell'inflazione. Ha aggiunto che l'Argentina deve aprirsi al mondo ed andare alla ricerca di nuovi mercati ed essere audace per competere con il mondo moderno .

Marcos Pereda; Presidente del Cicyp e Vice Presidente della SRA; Adelmo Gabi dalla Borsa; Mario Greenman, CAC; Gustavo Weiss, della Camera delle Costruzioni Argentina; Daniel Funes della Rioja; Dall'associazione industriale Cristiano Razzi, del Grupo Modena; e Alfredo Gonzalez, Presidente CAME, nella Basilica di San Pietro, in Vaticano.

Un altro membro della delegazione era il presidente Camera Argentina di Commercio e Servizi (CAC), Mario Greenman, che era in sintonia con la direzione del partito al potere, evidenziando al tempo stesso il potenziale dell'Argentina come fornitore del mondo. “Abbiamo avuto modo di parlare con Mondino, Francos e Petofilo. Ci hanno detto che il piano di risanamento dei conti e di liberalizzazione dell'economia ci sembrava l'ideale. Ci hanno detto che si rendono conto che la legge organica forse non passerà, ma è meglio avere una legge incompleta”. informazione uomo d'affari.

Greenman ha invece sottolineato l’abbraccio “fuori protocollo” tra Miley e il Papa nel contesto della canonizzazione di Mama Antola – la prima santa argentina -: “È di grande valore per il Paese, alcuni di noi che Eravamo emozionati. Quello che Francesco ci dice con questo gesto è che smettiamo di lottare e cerchiamo di unirci anche nelle nostre differenze, perché il conflitto ci ha portato anche alla crisi che stiamo vivendo adesso”.

READ  La nuova vita dell'Argentina in Europa è stata fondamentale per il record di Esteban Paredes

Martedì mattina hanno accompagnato Mondino all'incontro con i dirigenti di… Confederazione Generale dell’Industria Italiana (Confindustria). “Quando parliamo con gli imprenditori italiani, sembra che cerchino disperatamente di creare le condizioni necessarie affinché possano venire e investire. L'Argentina ha smesso di essere il granaio del mondo. Ora aggiungiamo l'estrazione mineraria e l'energia, abbiamo tutto ciò di cui il mondo ha bisogno Il problema è che non ne siamo degni”, ha detto Greenman. “Con fiducia come Paese, questa situazione deve essere invertita”.

Marcos Pereda, Presidente del Cicyp e Vicepresidente della SRA

IL Confederazione Argentina delle Medie Imprese (CAME)Attraverso il suo presidente, Alfredo GonzálezÈ stata rappresentata in Italia nel corso dell'incontro tenutosi presso la sede di Confindustria. In tale sede ha sottolineato l'importanza di espandere il campo d'azione delle PMI a livello internazionale. Gonzalez ha affermato, nel corso della visita presidenziale nel Paese europeo, che “l'energia, il cibo e i loro derivati ​​sono settori essenziali per approfondire le relazioni economiche tra i due Paesi”.

“Le relazioni bilaterali tra Argentina e Italia sono importanti per tutto il mondo delle PMI del nostro Paese”, ha proseguito, aggiungendo: “Anche il settore tecnologico è molto richiesto, con lo scambio di macchinari e tecnologie per continuare a produrre prodotti a maggior valore aggiunto . Originariamente.” .

Inoltre, González ha osservato che “l’Italia fornisce macchinari e input industriali alle piccole e medie imprese nazionali, e che in Argentina ci sono più di 250 aziende con capitale italiano e più di 2.000 aziende italo-argentine, con la possibilità di aggiungerne altre in futuro. prossimi anni”.

Gli altri ospiti lo erano Adelmo Gabi mercato azionario; Daniel Funes della Rioja; unione industriale; Gustavo Weissdella Camera delle Costruzioni argentina; Javier Bolzicoda Adiba; Carlos Ormacchiada Tecpetrol, la filiale petrolifera di Techint; Gonzalo Tanuerada Citricola San Miguel, Martino Rapalinidell'UIA di Buenos Aires; Alessandro Elsteinfratello di Eduardo, titolare dell'IRSA Marco Bulgeronida Panamerican Energy.

READ  Fico vince il 25esimo Startup Weekend a Siviglia

L'inevitabile tema è stato ricostruito venerdì scorso nella sala pre-Ascensione informazioneLe conseguenze politiche ed economiche della caduta della Legge Omnibus furono. Non tutti vedono la battuta d’arresto come necessariamente negativa (anche se se ne rammaricano), ma condividono la preoccupazione per l’influenza politica che il presidente avrà nel prossimo mandato.

Mentre si discuteva dello scenario economico (Pereda e Greenman parlavano animatamente e in buona armonia), alcuni dirigenti sindacali e imprenditoriali presenti hanno messo in dubbio il ruolo svolto dal governatore di Córdoba. Martino Larriora, nel trattamento di un progetto frustrante. Mondino ha accettato l'invito, senza spese, tramite il suo segretario per le Relazioni economiche internazionali, Hector Marcelo Sima.