Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un’intera città canadese è misteriosamente scomparsa 90 anni fa e non ci sono ancora risposte

Un’intera città canadese è misteriosamente scomparsa 90 anni fa e non ci sono ancora risposte

Nel 1930, la comunità Inuit del Nunavut scomparve, lasciando un villaggio abbandonato (Getty)

Nel 1930, la comunità Inuit che risiedeva nelle vicinanze Lago Angikonisituato in provincia NunavutIl Canada è inspiegabilmente scomparso. IL 1200 persone La città scomparve senza lasciare indizi, un mistero che rimane quasi un secolo dopo.

La scomparsa è stata scoperta da Joe LaBelle, un cacciatore di pellicce che visitava regolarmente la città per commerciare. Secondo quanto riferito, Labelle ha descritto il sito come completamente deserto “Case vuote e barche da pesca intatte”Ma senza alcuna traccia delle persone che vi abitavano.

“L’ultima volta che sono arrivato, non c’era nessuno.”“Ha detto LaBelle, descrivendo in dettaglio ciò che ha trovato “Armi e tavole apparecchiate per il pranzo”Il che ha messo in luce il mistero della scomparsa. Questo fatto ha allarmato LaBelle, che lo ha immediatamente segnalato Polizia a cavallo canadese.

Le tombe degli Inuit erano vuote e aperte (Getty)

Quando le autorità sono arrivate sul posto, hanno scoperto questo “I cani da slitta furono legati e morirono dopo essersi divorati a vicenda per mancanza di cibo”.. Questo comportamento è stato considerato molto strano, da allora Inuit Avevano un grande rispetto per questi animali e non li lasciavano soli in quel modo.

È stata un’altra scoperta inaspettata Cimitero cittadino. Le tombe erano vuote, il che indica che i residenti avevano dissotterrato i loro morti prima che scomparissero. Inoltre, alcuni testimoni oculari nelle città vicine hanno riferito di aver visto “Un enorme semaforo verde su un villaggio Inuit.”È comunemente associato all’aurora boreale, il che aggiunge un altro livello di mistero a questo problema.

La polizia canadese non ha trovato prove conclusive della scomparsa (Getty)

IL Polizia a cavallo canadese Ha condotto un’indagine approfondita ma non ha trovato “prove conclusive” su dove si trovassero i residenti. Tra le teorie che sono state proposte, alcune spaziano da Migrazione di massa A causa delle cattive condizioni meteorologiche Rapimento alieno.

READ  Gli Stati Uniti accettano l'ingresso ai viaggiatori vaccinati con una combinazione di vaccini

La scomparsa del popolo Inuit resta uno dei più grandi misteri del XX secolo Le speculazioni su quanto accaduto non sono finite. Sono possibili altre teorie prese in considerazione Disastro naturale O qualche tipo di cospirazione governativa, anche se nessuna di queste è stata confermata con prove concrete.

Joe LaBelle Descrisse la scena della città deserta, menzionando espressamente che l’aveva trovata “Il cibo è ancora caldo sui fornelli” I vestiti sparsi indicano una partenza improvvisa e non pianificata. Queste osservazioni aggiungevano al luogo “un’aura di abbandono improvviso”.

I vicini hanno notato luci verdi sul lago Angikoni prima che scomparisse (Getty)

L’evento noto come La scomparsa del lago Angikoni Da decenni attira l’attenzione di ricercatori e curiosi. Durante il suo giro del posto La polizia a cavallo ha registrato una sensazione di “silenzio strano e minaccioso” che si diffuse in tutta la regione. Gli Inuit del Lago Angikuni erano noti per la loro adattabilità alle condizioni gelide dell’Artico, per la loro ricca storia culturale e per le loro credenze spirituali.

Sono emerse anche testimonianze di pescatori che affermavano di essere stati perseguitati da A “Forza invisibile” Nei giorni precedenti la scomparsa, e da parte di residenti dei paesi vicini che se ne erano accorti “Strane luci nel cielo”. Inoltre, nello stesso periodo, gli operatori radiofonici locali hanno riscontrato interferenze insolite e segnali sconosciuti, dando origine a teorie su possibili incontri soprannaturali.

Vestiti sparsi e cibo caldo suggeriscono una partenza veloce per il popolo Inuit (Getty)

Le teorie su ciò che è accaduto spaziano dagli interventi extraterrestri ai movimenti di massa per ragioni ambientali, ma ognuna affronta la stessa domanda cruciale: “Perché hanno lasciato tutti i loro averi?”. Nonostante molteplici ipotesi, come la proposta di A “rapimento alieno” Supportato da segnalazioni di strane luci, Non ci sono prove concrete Il che conferma la validità di ognuno di essi.

READ  La medicina legale conferma che i corpi trovati a Mesetas appartengono alla Commissione per la restituzione della terra Land

La scomparsa del lago Angikoni è un orribile promemoria di quanto poco sappiamo dei segreti che custodiscono le vaste terre selvagge del Canada.. Sebbene Polizia a cavallo canadese Si sforza di risolvere il caso, ma la mancanza di prove chiare lascia questa comunità Inuit in uno stato di mistero, alimentando teorie e dibattiti ancora oggi.