Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Un insegnante dona 1 miliardo di dollari per lezioni gratuite a New York

Un insegnante dona 1 miliardo di dollari per lezioni gratuite a New York

NEW YORK (EFE).- Una sovvenzione di 1 miliardo di dollari da parte di un professore consentirà all'Albert Einstein College of Medicine, nel Bronx, a New York, di offrire lezioni gratuite ai suoi studenti.

La Fondazione ha annunciato l'iniziativa in un comunicato.

“Questo dono storico – il più grande mai concesso a una scuola di medicina nel paese – garantirà che nessuno studente di Einstein dovrà mai più pagare le tasse scolastiche”, ha affermato il centro.

La donatrice, Ruth Gottesman, era un'insegnante della scuola, che si trova in uno dei quartieri più depressi della Grande Mela.

Secondo il New York Times, il Bronx ha un alto tasso di morti premature ed è la zona meno sana di New York, mentre la maggior parte delle donazioni agli ospedali e alle scuole di medicina tende ad andare alla ricca vicina Manhattan.

Donando un miliardo, l'insegnante riduce il debito

Grazie ai soldi di Gottesman, lasciatile dal marito, un investitore di Wall Street che era il protetto di Warren Buffett, quando morì due anni fa, gli studenti di Einstein non dovranno fare i conti con centinaia di migliaia di dollari di debiti studenteschi. Si accumula durante la corsa.

La scuola spera che la donazione attiri “un gruppo di individui talentuosi e diversificati che potrebbero non avere i mezzi per prendere in considerazione un’educazione medica”, secondo la dichiarazione.

Questa non è la prima volta che il New York Medical College offre lezioni gratuite ai suoi studenti. Nel 2018, la School of Medicine della New York University ha annunciato un programma simile per affrontare i costi elevati affrontati dagli studenti del paese.

READ  In bicicletta: Jermay, l'africano | Marca

Da parte sua, Gottesman non ha voluto che il suo cognome fosse immortalato come parte della donazione, ma ha posto una condizione: che la scuola conservasse il nome di Albert Einstein, che il leggendario fisico aveva accettato di dare al centro al momento della sua apertura. Ha aperto i battenti nel 1955.