Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Tragedia in Italia: almeno sei morti dopo la spaccatura dei ghiacciai nelle Alpi

Almeno quattro persone sono morte nell’incidente.

Questa domenica pomeriggio un grosso pezzo di ghiacciaio alpino si è staccato ed è scivolato lungo il fianco di una montagna. Un famoso sentiero in vetta ha colpito più di una dozzina di escursionisti, uccidendone almeno sei e ferendone altri otto..

Tra le operazioni di soccorso, giornale francobollo Sei hanno riportato un bilancio delle vittime. in precedenza, La Squadra Nazionale di Soccorso Alpino e Speleologico ha twittato che almeno cinque elicotteri e cani da soccorso sono stati coinvolti nella perquisizione dell’area colpita di Marmalade Peak. Separatamente, i servizi di emergenza dell’Italia nord-orientale hanno twittato che si credeva che lo fossero Nella zona colpita erano circa 15 gli escursionisti.

La parte rotta è chiamata seracco o punta del ghiacciaio. A circa 3.300 metri, la Marmolada è la vetta più alta delle Dolomiti Orientali.

Una frana ha provocato una crepa nel ghiacciaio, intrappolando circa 15 persone.“, ha twittato il servizio di emergenza.

Una parte distaccata del ghiacciaio (Foto: Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico)

Lo ha detto il Soccorso alpino in un tweet Il tratto si è interrotto nei pressi di Punta Rocca, “sulla via normalmente utilizzata per raggiungere la vetta”.

Non è stato immediatamente chiaro cosa abbia causato la rottura del pezzo di ghiaccio e la caduta lungo il fianco della vetta, ma una forte ondata di caldo che ha attanagliato l’Italia dalla fine di giugno potrebbe essere stato un fattore, ha affermato Walter Milan, portavoce del Soccorso alpino . Servizio per la RAI Televisione di Stato.

Il caldo è straordinarioMilano ha detto che le temperature hanno superato i 10°C (50°F) al picco negli ultimi giorni. Sopra “Fa caldo estremo”ha detto Milano. “È chiaramente qualcosa di insolito.”

READ  Tunera Rosangela Jordins affronta la sfida di trasformare uno degli storici nel softball in Italia

Questa domenica il Ministero della Salute italiano ha riattivato lo stato di “allerta rossa” a causa del caldo in 22 città del Paese, tra cui la capitale, Roma, Napoli, Firenze, Bologna, Bari, Trieste e Reggio Calabria. Fino a 40 gradi durante il giorno.

I feriti, tra cui uno in condizioni critiche, sono stati trasportati in diversi ospedali del Trentino-Alto Adige e del Veneto, hanno riferito i servizi di soccorso, senza fornire ulteriori dettagli sulla nazionalità delle vittime. Diversi elicotteri sono impegnati in operazioni di soccorso e sorveglianza.

Maurizio Fugati, capo della provincia autonoma di Trento, è già in viaggio per Canasi, dove è stata allestita una centrale operativa per coordinare i lavori.

(Con informazioni da AP, AFP, Europa Press)

Continua a leggere: