Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Sostituzione razziale”: bufera in Italia per l’uso di un’espressione razzista da parte del ministro e genero Giorgia Meloni

“Sostituzione razziale”: bufera in Italia per l’uso di un’espressione razzista da parte del ministro e genero Giorgia Meloni

Roma: Mentre la questione immigrazione è ancora calda per l’inarrestabile ondata di sbarchi sulle coste meridionali, una nuova bufera si è abbattuta sul governo di destra. Giorgia Meloni Dopo cosa Uno dei suoi ministri – anche suo genero – ha avvertito del pericolo che l’Italia cada nella “sostituzione etnica”.

“Per confrontare la bassa natalità che minaccia la scomparsa del popolo italiano, bisogna aiutare chi vuole mettere su famiglia”, perché “Non possiamo soccombere all’idea della sostituzione etnica” secondo la quale “gli italiani hanno meno figli, quindi li sostituiamo con qualcun altro… Non è così”Ieri il ministro dell’Agricoltura ha dichiarato: Francesco Lollobrigidache ha fatto scalpore.

Il ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida con il presidente del Consiglio Giorgia MeloniGoverno d’Italia

espressione “sostituzione etnica” o “grande sostituzione”È persino considerato razzista e risale alle teorie del complotto Migrazione che risponde a un progetto di sostituzione della popolazione con chi viene dall’Africa o dall’Asia. Si trova a circa a Il mito neonazista in cui i bianchi sono sostituiti da non bianchi, che tendono a prosperare negli ambienti suprematisti di estrema destra in Europa e negli Stati Uniti.

Fu il primo a uscire e gridare al Cielo dopo aver usato questa espressione Eli Shlaingiovane e fresco leader dell’opposizione, del Pd di centrosinistra. “È un linguaggio razzista bianco” Schlain lo ha denunciato Lollobrigida ha attaccato per aver usato espressioni ‘spaventose’ e ‘inaccettabili’. “Ci stanno riportando agli anni ’30 che avevano il sapore della supremazia bianca. Spero che Meloni e il governo prendano le distanze da queste affermazioni”.

“Siamo a livelli mostruosi”, ha fatto eco l’ex premier Romano Brodi Mentre il Movimento Cinque Stelle dell’ex premier Giuseppe Conte A. denunciato “propaganda razzista”. In mezzo a grande indignazione, Lollobrigida, “cognato maggiore” perché sposato con Arianna Meloni, sorella di Giorgia e riferimento di Fratelli d’Italia, ha provato ad arginare le acque con un video sulle loro reti Ha accusato la sinistra di aver provocato una tempesta mediatica dal nulla, ma ha ripetuto il concetto. “Tutti i gruppi etnici meritano rispetto, compreso il nostro, che intendiamo difendere”, ha affermato.

Giorgia Meloni con Francesco LollobrigidaCinguettio

Tutti i giornali coprono il loro piccolo canale politicamente corretto, The Post il sigillo Ha notato che la Meloni ha parlato in passato anche di sostituzione etnica. “L’anno scorso più di 100.000 italiani hanno lasciato la nostra nazione, Ma sono sbarcati 153.000 immigrati, la stragrande maggioranza africani. Prove di sostituzione etnicaLo ha detto l’attuale primo ministro nel 2016, che lo stesso giorno, ma da un altro scenario e mentre al Senato la maggioranza del governo stava cercando di inasprire le norme sull’immigrazione, ha fatto riferimento alla stessa questione.

READ  Il turismo a gennaio è ancora in calo dell'1,2% rispetto al 2019

“La mancanza di lavoro non avviene con gli stranieri, ma con le donne”Lo ha detto il presidente del Consiglio, interpellato anche lui, ma questa volta dalle associazioni imprenditoriali, che chiedono l’arrivo di più migranti perché gli attuali flussi non bastano e hanno bisogno di una forza lavoro che in Italia non trovano.

Secondo Confcommercio, nel 2023 serviranno 560.000 lavoratori e il 40% di loro sono irrecuperabili.

La verità è che preoccupa anche la questione del calo drammatico della natalità in Italia: nel 2022, per la prima volta, le nascite in Italia saranno meno di 400.000, tanto che Il tasso di natalità è sceso ai minimi storiciCi sono stati meno di 7 bambini e più di 12 morti ogni 1.000 abitanti. Le previsioni Eurostat e Istat (INDEC interno) avvertono che a questi ritmi l’Italia passerà dagli attuali 59 milioni di abitanti a meno di 50 milioni entro la fine del secolo. Negli ultimi 25 anni anche l’età media è passata da 38 a 44 anni, quindi ci sono sempre meno giovani in età lavorativa e riproduttiva e più pensionati.

Francesco LollobrigidaCinguettio

In questo contesto, anche in caso di baby boom inatteso, i benefici si potranno vedere solo dopo il 2050, ha osservato. Corriere della Serache lo ha confermato Serve “già” i lavoratori stranieri. Inoltre, ha rilevato che solo il continuo aumento dei flussi migratori potrà sostenere e garantire sia i sistemi pensionistici che la sanità pubblica del Paese. Anche nell’attuale legge finanziaria si stima che un aumento del 33% della popolazione straniera potrebbe ridurre di 30 punti il ​​debito pubblico (attualmente pari al 140% del Pil).

READ  Le riserve stanno crescendo in tutta la Spagna, prima fra tutte l'Andalusia

Tra polemiche e polemiche esistenziali, la notizia, annunciata oggi dal quotidiano Il FoglioPertanto, il Ministro dell’Economia, Gian Carlo Giorgetti – Un ragazzo della Liga di destra – Esattamente Incoraggiare le nascite e invertire il tasso di natalità allarmante, valuterà una proposta che potrebbe diventare rivoluzionaria: niente tasse per chi ha figli. Ma dobbiamo vedere e aspettare.

Ulteriori informazioni su The Trust Project