Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Parolin avalla l’intenzione del Vaticano di “fare chiarezza” sulla scomparsa di Emanuela Orlandi

Parolin avalla l’intenzione del Vaticano di “fare chiarezza” sulla scomparsa di Emanuela Orlandi

“La Santa Sede vuole davvero chiarimenti, lo dobbiamo alla mamma che soffre tanto”. È così potente Cardinale Segretario di Stato, Pietro ParolinSull’inchiesta sui giovani Emanuele Orlandiil cittadino vaticano scomparso nel 1983. Tra i disordini causati dalla recente strategia difensiva promossa da Pietro Orlandi, il fratello della donna scomparsa.



nei dati Compilato da Vatican Media E dopo aver partecipato a una legge alla Camera dei deputati italiana, ha difeso l’obbligo della Santa Sede di proseguire le indagini su questo caso, riaperto lo scorso gennaio. Una settimana fa in Italia erano ancora in piedi le accuse di Pietro Orlandi riferite a Juan Pabloaffermazioni che papa Francesco ha considerato “conclusioni offensive e prive di fondamento”.

Parolin ha preso completamente le distanze da Orlandi: “Siamo molto sorpresi della mancanza di collaborazione, perché è quello che hanno chiesto: perché ora improvvisamente tirarsi indietro? Non lo capisco… Intendiamo fare davvero chiaro.” E il porporato ha aggiunto: “Ho visto che ci sono critiche anche all’iniziativa del Papa”.L’idea della Santa Sede è apposta per l’illustrazioneper sapere cosa è stato fatto in passato, da parte italiana e vaticana, e per vedere se si può fare altro per raggiungere questo obiettivo, per chiarire, penso che lo dobbiamo soprattutto alla mamma “che” soffre tanto molto, lo facciamo con le migliori intenzioni”.

verso il giubileo

Il Segretario di Stato ha partecipato a un incontro bilaterale Con i rappresentanti dello Stato italiano per organizzare il Giubileo nel 2025. A questo incontro ha partecipato il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, insieme a vari membri del suo Gabinetto, quali i Ministri degli Affari Esteri, dell’Interno, dell’Economia, dei Trasporti, della Cultura, della Salute, del Turismo e della Protezione Civile. Anche altre autorità come il Sindaco di Roma e il Presidente della Regione Lazio.

READ  Paris Club: cos'è, chi lo fa e perché è importante per l'Argentina

Nel corso dell’incontro, durato circa un’ora e mezza, le due parti Hanno espresso la loro gratitudine per la collaborazione tra l’Italia e la Santa Sede e le loro attese per un evento che possa dare un contributo spirituale e culturale alla città di Roma e al Paese”, afferma il Vaticano in un comunicato, che al termine dell’incontro è stato confermato La necessità di più momenti di scambio Seguire lo stato di avanzamento dei lavori, al fine di favorire una corretta accoglienza dei pellegrini e dei fedeli che giungeranno in città in occasione dell’anno giubilare”, aggiungono.