Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

“Siamo sulla strada giusta” – eju.tv

“Siamo sulla strada giusta” – eju.tv

Il Paese è cresciuto dello 0,8% nel primo trimestre dell’anno, un dato superiore alle aspettative del mercato dopo due trimestri di recessione. Messaggio del presidente Lula da Silva

Il presidente brasiliano Luiz Inacio Lula da Silva (EFE/André Borges)

(Informazioni dell’Agence France-Presse)

Fontana: infobae.com

IL L’economia del BrasileIl più grande dell’America Latina, Nel primo trimestre dell’anno è cresciuto dello 0,8%.Si tratta di un valore superiore alle aspettative del mercato dopo due trimestri di recessione, grazie in particolare all’aumento della spesa delle famiglie. in questo modo, Ha superato l’Italia ed è diventata l’ottava economia più grande del mondo..

Lui Produzione Interna Lorda Il prodotto interno lordo (PIL) del Brasile è cresciuto nel frattempo 2,5% Rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, secondo i dati pubblicati martedì dall’Istituto brasiliano di geografia e statistica (IBGE).

I dati lo dimostrano L’economia è tornata a crescere nel primo trimestre dell’annoCiò avviene dopo due trimestri di risultati prossimi allo zero (0,1 il terzo del 2023 e -0,1 il quarto).

E a livello di settore L’espansione è stata trainata dall’agricolturaCresciuto dell’11,3% nel trimestre precedente ServiziCon un’espansione dell’1,4%. IL industria L’IBGE ha dichiarato di aver registrato una piccola varianza negativa dello 0,1%, che è considerata una stabilizzazione.

Ma Il fattore trainante è stata la crescita sostenuta della spesa delle famiglie per colpa di Migliorare il mercato del lavorol Tassi di interesse bassi In realtà Inflazione moderataOltre alla continuità dei programmi statali di assistenza alle famiglie Rebecca BalleAnalista IBGE.

Bales ha sottolineato lo slancio raggiunto.Vendita al dettaglio e servizi alla personaassociato alla crescita dei consumi delle famiglie”, tra gli altri fattori.

READ  La Commissione Europea assedia la Banca Centrale Europea due giorni prima della riunione sui tassi di interesse

Il tasso di disoccupazione del Brasile è stato del 7,5% nel trimestre febbraio-aprile, in calo di un punto percentuale rispetto al tasso dell’8,5% nello stesso periodo del 2023.

Il messaggio di Lula da Silva

Il messaggio di Lula da Silva

Il PIL del primo trimestre ha superato le aspettative del mercato, che prevedevano un’espansione allo 0,7%, secondo la media di oltre 70 stime di società di consulenza e istituti finanziari intervistati da Valor Economico.

Questa è una buona notizia per il presidente Luiz Inácio Lula da Silvache spesso asserisce che l’economia brasiliana registrerà una crescita maggiore di quella prevista dagli esperti.

Un’ulteriore prova che siamo sulla strada giusta“, ha postato il presidente sul suo account X dopo la pubblicazione dei risultati. Nel post ha condiviso un grafico delle principali economie del mondo in cui ciò è stato osservato Il suo Paese ha raggiunto l’ottavo posto dopo aver scavalcato l’Italia.

A maggio, il governo ha alzato le previsioni di crescita per il 2024 al 2,5% dal 2,2% di marzo, avvertendo però che i suoi calcoli non tenevano conto degli effetti delle devastanti inondazioni nel prospero stato del Rio Grande do Sul, la più grande economia del paese. il paese, dove pesa… Circa il 6,5% del PIL brasiliano.

Una persona compra carne al mercato municipale di San Pablo (EFE/Isaac Fontana/File)

Una persona compra carne al mercato municipale di San Pablo (EFE/Isaac Fontana/File)

Il rimbalzo della crescita nel primo trimestre è “Temporaneo, da una serie debole nella seconda metà dello scorso anno, e non rappresenta l’inizio di una forte ripresaLui ha spiegato William Jacksoncapo economista dei mercati emergenti presso Capital Economics.

READ  Milioni di perdite dovute alla siccità

Ma ha aggiunto che il ritmo della crescita, soprattutto la spesa delle famiglie all’inizio del 2023, genererà”Preoccupazioni per la banca centrale“, che mira a combattere l’inflazione.

Citando una moderazione “più lenta” dell’inflazione, la banca centrale ha tagliato il suo tasso di interesse di riferimento di 0,25 punti percentuali a maggio invece di 0,50 punti come aveva fatto di recente, al 10,50%.

Questa decisione è stata accolta male da Lula, che da quando è salito al potere ha spinto per un rapido taglio dei tassi di interesse per rilanciare la crescita economica.

Tassi di interesse più elevati rendono il credito più costoso, raffreddano i consumi e gli investimenti e quindi allentano la pressione sui prezzi.

Il Brasile ha chiuso il 2023 con una crescita del PIL del 2,9%.

All’inizio di maggio, la Commissione economica per l’America Latina e i Caraibi ha migliorato le sue previsioni sulla crescita economica brasiliana per il 2024 dall’1,6% previsto a dicembre al 2,3%.