Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Rosie affronta la sua ultima carriera a Misano Adriatico in Italia

Valentino Rosie alla conferenza stampa pre-MotoGP in Emilia-Romagna. EFE / EPA / DAVIDE GENNARI

Mizano Adriatico (Italia), 21 ottobre (EFE).- L’italiano Valentino Rossi (Yamaha YZR M1), che si ritirerà da un’intensa competizione alla fine di questa stagione, affronta la sua ultima gara in territorio italiano al Mizano Circuit Adriatic. Dice che questa è una situazione diversa.
“Questa è una situazione leggermente diversa perché questa è la seconda volta che veniamo qui in questa stagione, è un po’ diverso, di solito veniamo solo una volta, ma negli ultimi due anni, a causa delle epidemie, abbiamo imparato più e più volte in alcuni circuiti”, ha ricordato Rossi.
Ecco perché il campione italiano sottolinea: “Questa è una grande opportunità per salutare tutti i tifosi italiani, perché qui, in casa, scommettere a Misano è sempre fantastico e spero che possa essere un buon fine settimana con il tempo qui, perché il week-end e domeniche asciutti È un po’ difficile fare una gara asciutta”.
“Ho una lunga storia di oltre 400 gare – 430 questo fine settimana – per le quali vorrei ringraziare tutti nel mondo, soprattutto in Italia, ma ho un supporto incredibile in tutto il mondo e cerco sempre di fare del mio meglio , ma questo lo vedremo domenica, con altre due gare ancora da disputare, “insiste Rossi,” è sempre triste quando si finisce, ma è successo qualcosa di positivo e ci siamo divertiti molto.
Rossi ha chiarito le sue dichiarazioni: “A volte le cose vengono prese fuori contesto”. “Quello che ho detto è che tutti in Austria mi hanno chiesto come mi sentivo, ma alla fine ho annunciato ufficialmente la decisione a tutti”.
“Ho dovuto concentrarmi perché ho davanti a me mezza stagione e ho detto che sarebbe stato diverso a Valencia perché spero che sarà l’ultima in moto e sul palco, e le mie emozioni saranno alte. Non è un’espressione, Ho un piccolo dubbio che accadrà, ma non è così”, ha detto Valentino Rossi.
Essendo “Pecco” Bagnaia il suo “allievo” in fattoria, Valentino Rossi “ha 52 punti di differenza e vuole finire il titolo Fabio in fretta, quindi domenica ci proverà. Si allunga, è sempre più difficile”.
“Ho già detto a Peko che il mio consiglio è di ripetere il modello Mizano 1 un fine settimana, mettere la pole, giro veloce e vincere la gara. Questo è quello che gli ho detto. Il consiglio che gli ho dato”, insiste tra i sorrisi. Entrambi i piloti “hanno una bella sfida davanti a loro”.
“E’ un peccato che Peco abbia perso dei punti durante la stagione perché sarebbe molto divertente se fossero più vicini in classifica generale, ma in ogni caso va bene così”, dice Rossi.
Valentino Rossi ha riconosciuto le opportunità che ha avuto in questo secondo appuntamento a Mizano Adriatico: “E’ un po’ difficile perché ci sono tanti fattori intorno a noi da gara a gara, e vogliamo fare qualcosa di meglio per Valencia, ma allo stesso tempo it. C’è pericolo”.
“L’importante è concentrarsi, non pensare che questa sarà l’ultima gara. Questa è una vera scommessa. Dovresti provare a fare quello che puoi. Cercare di finire tra i primi dieci è una buona decisione. Rossi acconsentì.
Nove volte campione del mondo italiano, ha detto di non sapere come farsi ricordare, seguono l’attività e più o meno può piacerti, dall’altra c’è il tuo ambiente personale, riservato agli amici intimi. “
“Non so come rispondere. Voglio essere ricordato come un grande pilota, con un lungo lavoro e buoni risultati, ma soprattutto la gente mi ha ammirato in questi anni, penso che sarà il meglio che possono. Ricorda”. Rossi continua con il ritiro immediato dalla competizione.
“Per me, quando ti dedichi allo sport, hai imparato molto su te stesso e sulla vita in generale fin da quando ero piccolo. È uno sport di squadra e ho imparato a lavorare con un team di persone di alto livello come ingegneri, che è una cosa grandiosa”, spiega Valentino Rossi.
“È stata una grande esperienza per aiutarti a crescere, eri forte, hai imparato dai lati positivi degli altri e penso che quello che ho imparato negli anni sia la cosa migliore che hai”, dice l’italiano.
Infine, nel concedere il permesso al giovane pilota turco Denis Ancu, Valentino Rossi ha chiarito: “Questa è la decisione giusta. Torna e la Direzione Gara hanno capito che dovevano cambiare qualcosa perché la situazione era sfuggita di mano”.
“Correre nelle classi piccole è molto pericoloso, è successo molte volte e solo முதல்ncü è stato il primo, perché ha causato un grosso incidente, ma molti piloti si stanno muovendo in modo aggressivo, il che è una cosa molto pericolosa”, promette. Rosie.
“Ogni guidatore dovrebbe essere monitorato e se qualcuno prende lo sbandata della persona davanti e taglia il percorso della persona dietro di loro, dovrebbe rimanere a casa e dire loro che è molto pericoloso se continuano così. Dovrebbe, ”Valentino Rossi continua sul permesso per Onku.
“Devi dirglielo molto chiaramente, perché puoi vedere come alcuni dei piloti che sono rimasti indietro nell’ultimo incidente ottengono posti usando il fiume agitato e potrebbe esserci un pilota a terra. Devi seguire, perché per me sette o otto sono più pericolosi degli altri e devono sempre essere molto aggressivi e fare gare pulite”, ha detto Valentino Rossi.

READ  Vaccino Johnson & Johnson: sono stati esaminati i casi di trombosi