Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Quanti anni di aspettativa di vita si guadagna smettendo di fumare

Fumare tabacco toglie anni alla vita delle persone (EFE / Fernando Alvarado / Archivio)

Dire sempre addio alle sigarette avvantaggia sia la persona che fuma che il suo ambiente. Sulla base di studi scientifici, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) riferisce che smettere di fumare aumenta l’aspettativa di vita dei fumatori. Il numero di anni varia a seconda dell’età in cui si smette di fumare. Idealmente, non iniziare mai a fumare. Ma, se ha già iniziato a consumareSmettere di fumare da giovani è più conveniente: guadagni più anni.

Se una persona smette di fumare tabacco all’età di 30 anni, guadagnerà circa 10 anni di aspettativa di vita. Nel frattempo, se rinunci a 40 anni, guadagni 9 anni di aspettativa di vita, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità.

Nel frattempo, quando i fumatori compiono 50 anni e smettono, guadagnano 6 anni di aspettativa di vita. All’età di 60 anni, si guadagnano tre anni di aspettativa di vita. Se hai diagnosticato a un fumatore una malattia potenzialmente letale, smettere di fumare (inclusa la sigaretta elettronica) offre un rapido vantaggio: perLe persone che smettono di fumare dopo un infarto hanno una probabilità inferiore del 50% di avere un altro infarto.

La decisione di smettere di fumare può essere favorevole Anche per le persone che vivono con un fumatore. Perché smettere di fumare riduce i rischi aggiuntivi di molte malattie legate al fumo passivo nei bambini, come le malattie respiratorie (come l’asma) e le infezioni alle orecchie.

Oggi è la giornata mondiale senza tabacco.  Ci saranno campagne e attività per promuovere la cessazione dal fumo in tutto il pianeta
Oggi è la giornata mondiale senza tabacco. Ci saranno campagne e attività per promuovere la cessazione dal fumo in tutto il pianeta

Oltre ad aumentare l’aspettativa di vita, La cessazione del fumo riduce la possibilità di impotenza in un fumatore, difficoltà nel concepimento e parto prematuro, o aborto.

READ  Il Gruppo Kirchner monitorerà le elezioni in Nicaragua su richiesta del dittatore Daniel Ortega

I benefici di smettere di fumare sono quasi immediati. Solo 20 minuti dopo aver smesso di fumare, la frequenza cardiaca diminuisce. Entro 12 ore, il livello di monossido di carbonio nel sangue torna alla normalità. Tra 2 e 12 settimane, la circolazione migliora e la funzione polmonare aumenta. Entro uno a nove mesi, la tosse e la mancanza di respiro diminuiscono.

Se si interrompe il consumo di tabacco, entro 5-15 anni il rischio di incidente cerebrovascolare (CVA) si riduce a quello di un non fumatore / Nicolas Armer / dpa
Se si interrompe il consumo di tabacco, entro 5-15 anni il rischio di incidente cerebrovascolare (CVA) si riduce a quello di un non fumatore / Nicolas Armer / dpa

Entro 5-15 anni, il rischio di un incidente cerebrovascolare (CVA) si riduce a quello di un ictus. Entro 10 anni, il tasso di mortalità per cancro ai polmoni scende alla metà di quello di un fumatore. Entro 15 anni, il rischio di malattie cardiache è lo stesso di un non fumatore.

Sebbene i fumatori a volte sentano parlare dei benefici dello smettere, non sempre smettono. Il consumo può davvero essere una dipendenza. Inoltre, alcuni sostengono ancora il mito recentemente sfatato dalla ricerca scientifica. Era una revisione di 102 studi scientifici pubblicati nella Cochrane Library.

Alcune persone, compresi gli operatori sanitari, credono che il fumo aiuti a ridurre lo stress e altri sintomi psicologici e che smettere di fumare possa aumentare i problemi di salute mentale. Credono anche che smettere di fumare possa danneggiare le relazioni con amici, familiari e colleghi di lavoro.

Tuttavia, Una revisione Cochrane degli studi scientifici ha rivelato che le persone che hanno smesso di fumare per almeno sei settimane hanno avuto meno depressione, ansia e stress rispetto alle persone che hanno continuato a fumare. Chi ha smesso di fumare ha anche sperimentato maggiori sensazioni positive e benessere psicologico. Inoltre, la cessazione del fumo non ha avuto effetti negativi sulla qualità delle relazioni sociali delle persone. D’altro canto La cessazione del fumo può essere associata a un leggero miglioramento del benessere sociale.

READ  Un'argentina ha raccontato come è riuscita a raccogliere $ 87 in una pista da bowling a Las Vegas ed è diventata virale.

Revisione Riassume le prove di 102 studi osservazionali con più di 169.500 partecipanti. Gli autori hanno combinato i risultati di 63 di questi studi che hanno confrontato i cambiamenti nei sintomi di salute mentale nelle persone che hanno smesso di fumare con i cambiamenti in coloro che hanno continuato a fumare. Hanno anche combinato i risultati di 10 studi che hanno misurato quante persone hanno sviluppato un disturbo mentale durante lo studio.

Alcuni fumatori temono che smettere porti a più ansia, stress o depressione.  Tuttavia, la scienza ha già dimostrato che l'esito della cessazione dal fumo è positivo per la salute mentale.  Rinunciare migliora il benessere (Via: Colprensa)
Alcuni fumatori temono che smettere porti a più ansia, stress o depressione. Tuttavia, la scienza ha già dimostrato che l’esito della cessazione dal fumo è positivo per la salute mentale. Rinunciare migliora il benessere (Via: Colprensa)

Un gran numero di persone ha partecipato agli studi, comprese le persone con malattie mentali a lungo termine e disturbi fisici. Il periodo di follow-up dei partecipanti è variato, con il più breve di sei settimane, sebbene in alcuni studi il follow-up sia durato fino a sei anni. Il grado di certezza delle prove variava da molto basso a moderato.

Gemma Taylor, una delle autrici della recensione, ha parlato Infobae A marzo ha commentato: “Il nostro lavoro mostra che smettere di fumare non peggiora la salute mentale. Al contrario, è più probabile che una persona si senta meglio quando smette di fumare. Molti fumatori temono che smettere interrompa le loro relazioni Sociale Produce solitudine. Tuttavia, possono stare certi che la cessazione del fumo non sembra avere un impatto negativo sulla qualità della vita sociale”.

Alcuni fumatori cercano di smettere da soli. Altri cercano aiuto ma non ricevono il trattamento appropriato o il supporto di cui hanno bisogno per smettere di usare una sostanza che usano da molto tempo. Quindi, si sentono frustrati e credono che rinunciando alla sigaretta, non sia possibile alcun benessere, afferma la dott.ssa Deborah Cerebriski. Ma la ricerca scientifica mostra che se cerchi aiuto e ottieni il trattamento giusto, puoi smettere di fumare senza esserne esposto.

READ  Lo spray nasale caricato di anticorpi può proteggere e curare il COVID-19

Il trattamento corretto per smettere di fumare include farmaci e psicoterapia di supporto. Le linee guida con le raccomandazioni della maggior parte dei paesi includono la terapia sostitutiva della nicotina, come cerotti o gomme alla nicotina, vareniclina e bupropione. “La psicoterapia di supporto è specifica per accompagnare la cessazione del fumo. Contiene un protocollo che include tra 6 e 10 incontri con la persona che vuole smettere di fumare. Può essere individuale o di gruppo”, ha aggiunto il medico.

Continuare a leggere: