Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Quali sono i paesi più attraenti per investire nelle fonti energetiche rinnovabili?

Tempo del sogno espansione

La stabilità normativa e la crescita dell’energia “verde” e delle “materie prime” di cui la Spagna può essere orgogliosa, l’ha resa costantemente più alta nella classifica dal 2017.

In tempi di incertezza, come quelli in cui dobbiamo vivere adesso, la certezza oscilla. Tuttavia, sul fronte energetico esiste un principio indiscutibile che il futuro del settore sarà “green” o meno, cosa che gli investitori confermano anno dopo anno. Sebbene covido, Nel 2020 sono stati stanziati 303,5 miliardi di dollari, 2% in più per pagare la nuova energia da fonti “pulite” in tutto il mondo, secondo EY. Questo è il secondo numero più alto mai registrato finora. Per raggiungere le emissioni nette zero, tale spesa dovrà salire a 5,2 trilioni di dollari su scala globale e il rapporto consultivo nel Rapporto RECAI (per il suo acronimo inglese) rileva che dal 2003 ha sviluppato un indicatore di I 40 paesi più attraenti quando si tratta di investire nelle energie rinnovabili.

ESPA Situato in questa occasione a 10 ° posto Dal rating “più allettante”, si è avvicinato al nono posto ottenuto nel 2011, prima che i problemi derivanti dalle modifiche normative scoraggiassero gli investitori. I suoi punti di forza, secondo lo studio, sono la stabilità organizzativa e la crescita che le aziende non inquinanti hanno vissuto negli ultimi anni. Allo stesso modo, EY evidenzia una chiara pianificazione energetica a medio termine e gli obiettivi ambiziosi del Climate Change Act e del PNIEC National Integrated Energy and Climate Plan (PNIEC) 2030, che include l’installazione di 60 gigawatt (GW) di idrogeno verde pulito. E road map di stoccaggio e nuovi meccanismi di ricompensa. Antonio Martinez, partner di Energa in EY, è fiducioso che il nostro Paese manterrà la sua “propensione agli investimenti” come negli ultimi due anni, periodo in cui era il secondo mercato europeo per volume di fusioni e acquisizioni nelle energie rinnovabili. Inoltre, si ritiene che questo trend positivo proseguirà con lo slancio di attori già presenti sulla scena nazionale e con l’arrivo di nuovi eroi con “progetti ambiziosi” sotto le braccia.

READ  Il G7 sta cercando di superare la resistenza della Cina e dei paesi emergenti alle tasse globali sulle società

In questa edizione, stato unito Ha continuato a guidare la lista grazie alla ratifica dell’Accordo di Parigi da parte del nuovo presidente, Joe Biden, e al nuovo obiettivo di emissioni, che mira a ridurre i livelli di gas serra tra il 50% e il 52% nel 2030 e quello nel 2035, se tutti. Andando secondo i piani, rendilo privo di carbonio al 100%. Cina Si è classificato secondo sulla piattaforma dopo aver incorporato 72,4 GW di elica nel 2020 e India Ha guadagnato una meritata medaglia di bronzo per aver predetto che la produzione fotovoltaica supererà il carbone prima del 2040. Completano la top ten del Regno Unito in ordine decrescente. Francia, Australia, Germania, Giappone, Paesi Bassi e il nostro paese.

Alcuni dei mercati che hanno migliorato la loro posizione nell’indice di quest’anno sono il Brasile (11 °), dopo aver pubblicato le linee guida per le offerte sui progetti IICA. Marina Militare, O la Polonia (22), che ha approvato una legge per aumentare i 5,9 gigawatt di questa fonte entro il 2030. Da parte loro, il Giappone e la Corea del Sud (8 e 17, rispettivamente) si sono impegnati a raggiungere le emissioni nette zero, e l’Italia (15) è in cima alla lista dopo che il suo governo ha proposto di estendere il programma di aste da 4,7 gigawatt per sostenere il solare fotovoltaico e l’energia eolica fino alla fine dell’anno. sulla spiaggia. La Germania, invece, cade rispetto all’ultima relazione a causa dei cambiamenti nella progettazione delle future gare da parte di quest’ultima fonte, che è stata oggetto di critiche.

Altrove, EY lo conferma Obiettivi di ambiente, sostenibilità e corporate governance L’ESG è diventato una priorità nell’agenda degli investitori poiché l’interesse dei fondi istituzionali per le energie rinnovabili continua a crescere.

READ  Il vertice del G7: dichiarazioni e critiche dopo l'incontro dei Paesi più potenti