Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Preoccupazioni per l'inquinamento ambientale a Milano

Preoccupazioni per l'inquinamento ambientale a Milano

20 febbraio 2024 – 18:15

Pietro De Luca vive a Milano, la capitale italiana della finanza e della moda, ma spesso pensa di trasferirsi in una città più pulita con la moglie e i tre figli per sfuggire all'alto inquinamento e ai rischi per la salute che ne derivano.

“Puzza! Sento costantemente odore di smog, tossisco, mi sembra che la gola sia in fiamme”, dice De Luca, che vive in un appartamento al secondo piano nel quartiere Città Studi a est di Milano.

Secondo i dati del Servizio di monitoraggio dell'atmosfera Copernicus dell'Unione europea e del gruppo di pressione ambientale italiano Legambiente, i livelli di polveri sottili e altri inquinanti a Milano sono tra i più alti d'Europa.

Alcuni residenti indossano maschere per ridurre l’esposizione all’aria sporca.

Roberto Lorenzuti, che vive a Milano, dice che respira meglio da quando è partito. Ha avuto l'opportunità di lavorare da remoto durante la pandemia di COVID-19 e si è trasferito in Sardegna.

“A Milano devi provare a vivere in questa palude cinque giorni a settimana e uscire nel fine settimana a respirare aria fresca”, ha detto.

Milano e le città circostanti della prospera regione settentrionale italiana della Lombardia hanno risposto martedì attuando misure per limitare l'uso di veicoli altamente inquinanti durante le ore di punta della luce del giorno.

Milano, città di oltre un milione di abitanti, si trova nella densamente popolata Pianura Padana, che conta quasi un terzo della popolazione italiana.

I 17 milioni di persone che vivono nella valle ne fanno una delle zone più inquinate d’Europa, motivo per cui nel 2020 la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha dichiarato l’Italia in violazione delle direttive sociali sull’aria pulita.

READ  Carla Vijotti confronta pratiche sanitarie e cerca supporto in Italia

La fitta attività agricola e industriale nella valle, amplificata dalla sua geografia, intrappola il vento, ha spiegato Valentina Bosetti, professoressa di economia ambientale e cambiamento climatico all'Università Bocconi della città.

A Milano, secondo Legambiente, gli inquinanti atmosferici PM2,5, PM10 e biossido di azoto (NO2) hanno superato le linee guida stabilite l'anno scorso dall'Organizzazione mondiale della sanità.

Secondo Giorgio Maione, ministro dell’Ambiente della Regione Lombardia, negli ultimi due decenni c’è stata una riduzione del 39% delle concentrazioni di PM10 e del 45% di quelle di NO2.

Tuttavia, il ministro dell’Ambiente di Milano, Elena Eva Maria Grandi, ha affermato che i livelli di inquinamento sono troppo elevati e ha chiesto una più stretta cooperazione tra le autorità comunali e regionali per valutare le misure di emergenza per la città, che ospiterà le Olimpiadi invernali del 2026.

Giustizia federale

Il governatore di Subut ha citato in giudizio lo stato-nazione per aver tagliato i sussidi ai trasporti

Tre persone sono state arrestate

Sequestrano carne di manzo ed elementi per la macellazione a La Paz

reti

Dianna Mondino ha un messaggio duro per il cancelliere britannico per la sua permanenza nelle Falkland

Italia: Preoccupazione per l'inquinamento ambientale a Milano

Fare un reclamo

I vicini di Valle Chico hanno bisogno di protezione

Da più di 50 anni

Riaprono le indagini sulla morte di Pablo Neruda

Ec Sapem ha messo in guardia gli utenti da possibili truffe telefoniche