Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Pisa è il più grande museo all'aperto d'Italia, della cultura e della moda

Pisa è il più grande museo all'aperto d'Italia, della cultura e della moda

(ANSA) – PISA – Quattromila metri quadrati di superfici dipinte, 15 autori e 25 opere diffuse fanno della città di Pisa il più grande museo all'aperto dedicato all'arte urbana in Italia.
Nella città che ha accolto Keith Haring e il suo ultimo murale “Tutomondo”, una nuova generazione di artisti ha realizzato una serie di opere che spaziano nel tempo tra il centro cittadino, la Darsena e i quartieri di Porta a Mare.
Un intervento realizzato dall'Associazione Start Attitude e dal suo fondatore Gian Guido Grassi, con il sostegno del Consiglio Regionale della Toscana, della Provincia e del Comune di Pisa, della Fondazione Pisa e della Fondazione Palazzo Blu.
Con la realizzazione dei murales Etnik e Zed1 presso la Caserma della Polizia Idraulica di Pisa, nell'ambito della prima edizione del Road Festival (visitato da 30.000 persone tra ottobre e gennaio scorsi) e un grande progetto di riqualificazione urbana sostenuto dalla Regione Comune , viene presentato oggi un nuovo itinerario, per esplorare, a piedi o in bicicletta, il passato della città. Conoscere il passato, il presente e un'arte in continua evoluzione, presso tutti i musei e le istituzioni culturali di alto livello.
“L'arte di strada – ha detto il premier toscano Antonio Massio – ha la caratteristica unica di portare l'arte nella vita quotidiana delle persone, non è necessario entrare in un museo per apprezzarla, abbellisce ciò che ci circonda”.
“Questo fa parte della bellezza che la Toscana ci offre nelle nostre città, nei centri storici, nei nostri paesaggi, in montagna e sulla costa, ma anche nelle mura di un edificio”, ha aggiunto.
Secondo il sindaco Michael Conti, “Pisa è ormai una delle capitali europee della street art: abbiamo sostenuto con convinzione il progetto che ci ha permesso di creare un nuovo percorso urbano, un percorso artistico diffuso tra il centro e la porta. , grazie alla grande personaggi e la creatività della nuova generazione di artisti che hanno saputo trarre ispirazione dalla storia simbolica della nostra città.”
Il curatore Gian Guido Grassi ricorda che “la festa di strada diventerebbe parte del patrimonio stesso della città”.
(ANSA).

READ  La fantastica casa che George Clooney ha comprato in Italia

Tutti i diritti riservati. ©Copyright ANSA