Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Perché Stephen King è un must per gli aspiranti scrittori |  “Se ami il buio” è il suo nuovo libro

Perché Stephen King è un must per gli aspiranti scrittori | “Se ami il buio” è il suo nuovo libro

“Quanto tempo hai impiegato per scrivere la canzone “Hallelujah”?”

– “Diversi anni… Quanto tempo ti ci è voluto per scrivere la canzone “Me and Me”?”

– “Circa 15 minuti…”

Questo famoso dialogo tra Leonard Cohen e Bob Dylanoltre ad essere un racconto della loro reciproca ammirazione, funge da introduzione alla storia Il nuovo libro di Stephen King. Una selezione di racconti inediti dal titolo Se ti piace l’oscuritàIn onore della canzone di Cohen “You Want It Darker”. Una scelta elegante del maestro dell’horror, ispirata da una canzone sull’avvicinarsi della morte dall’ultimo album di Al-Kindi.

King ha ottenuto qualcosa di straordinario con i suoi lettori, ai quali si riferisce affettuosamente nelle sue introduzioni come “Caro lettore perpetuo”. Attraverso il suo articolo autobiografico Mentre scrivo E la sua selezione di storie li trasforma in eroi vividi e riconoscibili. Qui il re si spoglia di nuovo nudo e lo confessa, come Leonard Cohen Alcune di queste storie hanno richiesto molto tempo. E anche anni…

Se ami l’oscurità: perché leggere Stephen King

E nella sua ultima raccolta inedita di racconti. Se ti piace l’oscuritàStephen King ritorna con i suoi commenti penetranti, spiegazioni e profonde riflessioni sulla scrittura e sul processo creativo.

Dalla sua prima antologia di racconti all’ultima Se ti piace l’oscuritàKing perfezionò il paratesto (termine che sicuramente rifiuterebbe, come spiega V.). Bazar dei brutti sogni: “Ciò che i miei figli Owen e Joe chiamano ‘metanarrativa’ e io chiamo ‘emergere nella propria storia’ sono osservazioni che potrebbero formare un libro a parte.” A volte queste note sono ricche quanto le storie stesse.

A volte le tue idee vengono presentate nell’introduzione, nell’introduzione o nelle note Prima o dopo ogni storia, o anche alla fine come conclusione, come in questa raccolta. Ciò che ancora stupisce King (77 anni, 65 romanzi, 500 milioni di copie vendute nel mondo) è il suo nuovo approccio alla creatività.

Chiedere “Come si scrive?” King ha già risposto nel suo libro classico, Mentre scrivo: “parola per parola”. “Che tu stia scrivendo una semplice nota di una pagina o una trilogia epica come… il Signore degli AnelliLavori sempre parola per parola. “La porta della scrittura ti isola dal resto del mondo, ma ti limita anche, concentrandoti su ciò che è a portata di mano.”

Se ti piace l’oscurità, il nuovo Stephen King

Il processo creativo, mistero e influenze: da Goya a Shirley Jackson

Nel suo nuovo libro, Stephen King ci guida attraverso una porta in stile epilogo, un passaggio tra la cultura tradizionale e – mi scuso per il concetto – “cultura alta”.

READ  "Per cambiare le cose, non resta altro che farlo da soli."

Nonostante sia uno degli autori più letti e apprezzati al mondo, con modifiche di cui nessuno è a conoscenza (Carrie, Shining o Conta su di me), Puoi immergerti nella letteratura classica francese di Victor Hugo o in una citazione di Francisco de Goya.

La storia di “Il brutto sogno di Danny Coughlin” e il suo riferimento all’ispettore Javert in i Miserabili Condividono il processo creativo attraverso il dipinto “Il sogno della mente produce mostri”. Per lui, questi sogni e mostri sono componenti necessarie della mente.

Citazioni di Shirley Jackson: “Nessun essere vivente può vivere a lungo in modo sano in condizioni di assoluta realtà, anche le allodole e le cavallette sognano”.

“Sono curioso riguardo a questo processo? Dal momento che ha avuto un ruolo importante nella mia vita, ovviamente l’ho fatto.” Ho scritto di scrittori di narrativa e di saggistica, ma ancora non capisco“.

Racconti Se ti piace l’oscurità E un re nudo

L’immaginazione e le influenze non conoscono limiti. Nella storia “Serpenti a sonagli” Stephen King ci presenta la continuazione del suo famoso romanzo Kojoquesta volta con protagonista un vecchio amico del pazzo San Bernardo.

Storie emerse dalle sue passeggiate mattutine con il suo Welsh Terrier, MollyCome “Dreamers”, “Red Screen” e “Finn”. Dichiara che a volte vede le parole prima di scriverle, come se arrivassero “completamente formate, in attesa che venga annunciato il grilletto giusto”. Anche nella sua mente il punto e virgola trova il suo posto.

Stephen King, il maestro dell’horror, e i suoi consigli di scrittura

Nel quinto passoun corso di autoaiuto passo dopo passo diventa una scusa per lo psicopatico. L’immaginazione, secondo King, è affamata e ha bisogno di nutrimento.

READ  'Ci siamo ripresi perché c'è troppa fame di navi da crociera'

Tuttavia, anche per uno “scrittore perpetuo” come lui, Stephen King dubita di se stesso. Si spoglia? Sì: “L’esecuzione non è mai stata (nemmeno una volta) così brillante come l’idea originale, nemmeno con i miei romanzi lunghi scopoAlla fine ho pensato che uno scrittore migliore avrebbe fatto un lavoro migliore.

Due bastardi dotati: il segreto del talento

In “Due bastardi di talento” Laird Carmody, famosissimo scrittore americano (meno solitario di Thomas Pynchon e cultore come J.D. Salinger), si rifiuta di rilasciare interviste, Qual è il segreto e il mistero del tuo talento? Cosa ha spinto lui e il suo migliore amico d’infanzia, due ragazzi normali del Maine, a diventare i migliori artisti della loro generazione? Cosa nasconde?

Stephen King ci offre una nuova brillante versione della leggenda del bivio di Robert Johnson E patti col diavolo. Inoltre, attraverso il narratore, il lettore può leggere i passaggi migliorati di Laird Carmody prima e dopo aver ottenuto il “talento”, come i passaggi barrati, corretti e migliorati da Mentre scrivo. Se King non crea metanarrativa (“I miei figli la chiamano metanarrativa e io la chiamo comparsa nella storia”, dice in una delle sue memorie). Bazar dei brutti sogni) sembra abbastanza simile.

È una delle migliori storie della raccolta e nel rapporto teso tra padre anziano e figlio adulto ci sono echi della storia straordinaria “Batman e Robin litigano“.

Altri suggerimenti per la scrittura… e un antidoto alla paranoia della lettura

Chiunque abbia letto quanto sopra Mentre scrivo E alla conclusione di questa nuova raccolta, hai un mondo di note dell’autore del 22/11/63 da continuare a esplorare.

In testa al gruppo Soglia della notteKing riflette sulla motivazione a scrivere e collega scrittori come Poe e Lovecraft con Anne Sexton, Albert Camus e James Joyce, che trattarono temi come il sesso, la morte e l’inconscio simbolico. In Alla fine è tuttoMolti dei suoi commenti sono legati al suo amore per il cinema classico e noir, da Orson Welles all’attore Elisha Cooke Jr.

READ  La vita di Andrea Rincon è cambiata: l'attrice ha debuttato come cantante cristiana

Tuttavia, è presente nel gruppo Bazar dei brutti sogni Dove Stephen King si avvicina alla letteratura americana contemporanea. Tra dono e lode John Irving, Elmore Leonard e Cormac McCarthyAmmette, molto umanamente, che fino al 2009, incaricato da un giornale di scrivere una recensione, non aveva mai letto Raymond Carver. Un vero antidoto alla paranoia della lettura.

“Un grande divario per uno scrittore che ha raggiunto la maturità letteraria più o meno nello stesso periodo di Carver”, potresti pensare, caro lettore di sempre. E avevi ragione. L’unica cosa che posso dire in mia difesa è: “Così tanti libri poco tempo” (E sì, ho la maglietta).”

Una danza macabra: Borges, la sega e il “mostro repubblicano”

Pubblicato originariamente nel 1981, Una danza terribile È un saggio scritto da Stephen King sulla storia dell’horror Come genere in senso lato: sia in letteratura che nel cinema. si è fermato quasi vent’anni fa, Il libro tornerà nelle librerie argentine nell’ottobre di quest’annoSecondo Página/12, il distributore ha consultato Grupal.

Il libro è dedicato a Robert Bloch, Jorge Luis Borges, Ray Bradbury, Frank Velkna Blong, Donald Wandry e Manly Wade Wellman.“Sei grandi scrittori horror ancora vivi”.

Danza Macabra, di Stephen King

Tra i punti salienti c’è un’analisi del classico di culto Stranidiretto da Todd Browning e Il massacro della motosega in Texas. accanto a, King esplora la teoria sociale, l’horror e il bipartitismo in America. Secondo lui, “La brutalità ci affascina perché fa emergere il repubblicano conservatore che è in ognuno di noi. Abbiamo bisogno e godiamo del concetto di brutalità, perché rappresenta una riaffermazione dell’ordine che noi come esseri umani desideriamo.

Alla fine, quasi King menziona nuovamente Borges Lo raccomanda “ai lettori che cercano una narrativa stravagante, con personaggi devoti al loro io peggiore e più depravato, ma anche al loro meglio, al più coraggioso e al più onesto”.