Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Perché anche salutare o ringraziare uno sconosciuto migliora la felicità

Perché anche salutare o ringraziare uno sconosciuto migliora la felicità

I risultati confermano che più i partecipanti partecipano a queste forme di interazione, maggiore è la loro soddisfazione complessiva della vita (Freepik)

Un recente studio su Università Sabanci In Turchia Ha rivelato che brevi interazioni sociali con estranei hanno un impatto significativo sulla felicità individuale. Ricerca pubblicata sulla rivista Psicologia sociale e scienza della personalitàEvidenzia l'importanza di questi semplici scambi come valore aggiunto alle connessioni profonde per la felicità emotiva.

Il team si è concentrato sull'analisi degli effetti dell'interazione con ciò che chiamano “Legami deboli”cioè i collegamenti sociali che Non è stretto, come quelli fatti con conoscenti e sconosciuti. I partecipanti allo studio hanno dovuto riferire il numero di volte in cui hanno salutato queste persone, espresso gratitudine e avviato conversazioni con loro Il tuo tasso di soddisfazione Con la vita su una scala da zero a cinque basata su tali interazioni.

Risultati Mostra a Correlazione positiva Tra l’impegno in brevi interazioni sociali e livelli più elevati di soddisfazione della vita. “In entrambi i campioni, abbiamo scoperto che avere conversazioni con estranei e persone con scarsi collegamenti, così come semplicemente… Ti saluto e ti ringrazio, “Si aspettavano una maggiore soddisfazione di vita”, hanno scritto gli autori dello studio.

I ricercatori hanno chiamato queste interazioni “legami deboli” (Vrebek).

I risultati confermano che, Più le persone partecipano a queste forme di interazione, maggiore è la loro soddisfazione complessiva nella vita.. Questo effetto è stato osservato principalmente nelle interazioni con estranei. Sebbene il lavoro precedente abbia evidenziato l’importanza delle connessioni sociali profondo Per la felicità, questa nuova ricerca Evidenzia il ruolo benefico delle interazioni brevi e a basso rischio. I ricercatori confermano che la facilità e la riduzione dell’ansia derivanti da queste brevi conversazioni, rispetto alle interazioni più profonde, le rendono accessibili a molte persone.

READ  Addio agli “hamburger” di soia? La Francia regolerà i prodotti vegani che portano il nome della carne | Progetto per dare chiarezza ai consumatori

“Un senso di appartenenza significa sentirsi accettati e apprezzati dagli altri; è spesso considerato un bisogno umano fondamentale”, ha affermato l’autore principale dello studio. Esra Asegil, Ricercatore post-dottorato presso Università Sabanci. Ancora esperti Non suggeriscono che queste interazioni superficiali possano sostituire connessioni più profonde.

In Studio separato, Itaru Ishiguro Subordinare Università Rikkyo In GiapponeHa ribadito che le interazioni sociali minime sono positivamente associate alla felicità, rafforzando l’importanza delle connessioni sociali quotidiane. Secondo Itaro, sebbene la ricerca si sia tradizionalmente concentrata sugli scambi sociali tra partner intimi o sulla presenza di persone vicine, le interazioni con individui non intimi o non familiari svolgono un ruolo cruciale nell’esecuzione del compito e nell’“adattamento psicologico”. Soprattutto nelle moderne società industriali.

In sintesi, entrambi gli studi suggeriscono che, sebbene le connessioni sociali profonde svolgano ancora un ruolo dominante nella felicità umana, le interazioni quotidiane e fugaci possono integrare e aumentare il benessere generale degli individui.

Gli autori sottolineano che queste brevi interazioni non sostituiscono i deep link (Freepik)

I lavori di cui sopra non sono stati gli unici a identificare i benefici emotivi delle piccole interazioni sociali.

Precedenti ricerche hanno scoperto che compiere atti quotidiani di generosità può migliorare significativamente la salute emotiva. Lo studio, condotto dagli scienziati del progetto BIG JOY, una collaborazione tra il Center for Big Good Science dell’Università della California, Berkeley e altri istituti di ricerca, si è basato sull’esperienza di più di 70mila persone provenienti da più di 200 paesi, Chi ha provato piccole attività che aumentano la felicità per sette giorni, come ad esempio Parla con i vicini.

Secondo i risultati dello studio di cui sopra, le persone che lo fanno “microatti” Le persone gioiose sperimentano un aumento quotidiano del loro benessere emotivo del 25% nel corso di una settimana. Da questo punto di vista gli autori raccomandano di continuare a praticare questa abitudine.

READ  L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha raccomandato il trattamento del nuovo virus Corona per le persone a rischio