Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Patricia Bullrich denuncia la presenza delle forze iraniane in Bolivia: “Abbiamo il più alto livello di allerta di sicurezza”.

Patricia Bullrich denuncia la presenza delle forze iraniane in Bolivia: “Abbiamo il più alto livello di allerta di sicurezza”.

Patricia Bullrich, Ministro della Sicurezza

Ministro della Sicurezza, Patrizia BullrichHa avvertito della presenza Combattenti iraniani al confine con la Bolivia Inoltre, ha confermato che il governo sta indagando se questi stessi membri del settore armato abbiano un passaporto boliviano con il quale potrebbero eventualmente entrare in Argentina. D'altra parte, ha ratificato l'approvazione Javier Miley A Israele e agli Stati Uniti ha aggiunto: “Messaggi politicamente corretti come l’appello alla pace non sono la posizione argentina”.

“L’Argentina e il governo del presidente Milley hanno preso una decisione strategica e storica, che non è quella di giocare con mezze misure, ma di giocare chiaramente dalla parte democratica e occidentale del mondo. Ciò implica una decisione che porterà molti benefici all’Argentina , se lo guardiamo storicamente. Se vogliamo guardarlo dal punto di vista della sicurezza, direi che il continente latinoamericano oggi è un continente che non è fuori dall’area dei problemi che il Medio Oriente potrebbe affrontare, perché? Abbiamo cellule Hezbollah lungo i tre confini: Argentina, Paraguay e ArgentinaAbbiamo attivato l’ordine del triplo limite”, ha spiegato Bullrich.

Durante un'intervista con LN+Il funzionario ha denunciato che “Hezbollah ha cellule in Cile, a Iquique. Ha cellule scoperte l’anno scorso, ma due sono fuggite a San Pablo”. Ha aggiunto: “Ha celle sul triplo confine. Persone che inviano denaro. Naturalmente tutto quello che scopriamo viene immediatamente perseguito.

Inoltre, ha riconosciuto che il governo condivide le preoccupazioni degli Stati Uniti riguardo al confine con la Bolivia: “Abbiamo il più alto livello di allerta di sicurezza nel paese perché C'era un memorandum firmato da Bolivia e Iran. C’è una presenza di elementi iraniani nella Forza Quds, che è in una certa misura una forza di combattimento ed è uno dei rami armati. Analizziamo se ci sono persone che non parlano spagnolo e hanno passaporti boliviani. “Non ne abbiamo visto entrare nessuno, ma è un'ipotesi che consideriamo possibile”.

Patricia Bullrich durante il suo recente tour negli Stati Uniti

“Siamo con convinzione con Israele, gli Stati Uniti, l’Europa e il mondo occidentale perché crediamo nella filosofia della democrazia, nella difesa dei diritti umani e nei Paesi liberi, dove le persone possono scegliere liberamente la propria vita. Quindi non si tratta di vincere o perdere, ma di che tipo di società vogliamo per l'Argentina. E quando storicamente eravamo lì a dichiarare guerra tre giorni prima della fine della Seconda Guerra Mondiale, l’Argentina entrò in uno stato di crisi e di isolamento molto profondo, cosa che non vogliamo. La neutralità non è la posizione argentina. Bullrich ha sottolineato che i messaggi politicamente corretti, come l'appello alla pace, non rientrano nella posizione argentina.

READ  La caduta dell'immagine di Alberto Fernandez è sempre più profonda, secondo i numeri dei sondaggisti preferiti di La Cámpora

Tra gli specialisti da lui consultati informazioneHa sottolineato che le dichiarazioni del ministro non dovrebbero sollevare sopracciglia perché “si tratta di un’analisi che ha più di 20 anni”. La zona più tradizionale e conosciuta era la Triplice Frontiera dell'AMIA, l'Ambasciata.

Tra gli intervistati da questo mezzo, hanno spiegato che “in Cile c'erano analisi e articoli in cui gli specialisti dell'antiterrorismo parlavano della regione. Hanno menzionato il triplo limite. Hanno parlato di un mix tra Uruguay e Brasile. “Hanno menzionato la zona di Iquique, soprattutto a causa del suo commercio.”

A questo proposito, il Ministero degli Affari Esteri boliviano ha rilasciato una dichiarazione in cui nega e “respinge fermamente che la Bolivia protegga alle sue frontiere persone che diffondono terrore, insicurezza e ansia”. Ha aggiunto: “Queste accuse mancano di prove o documentazione e sono formulate senza alcuna base”. Inoltre, hanno deciso di convocare l'ambasciatore argentino in Bolivia, Marcelo Masson, per spiegare le dichiarazioni del ministro Bullrich; Ricordano anche che le relazioni politiche con il paese vicino sono “più forti e più solide” delle “infelice dichiarazioni dei funzionari”.

Hanno osservato: “Stiamo osservando con preoccupazione la campagna che cerca di creare scontri tra i paesi dell'America Latina, i loro governi e i loro popoli, portando ad attriti inutili tra paesi fratelli”, ricordando che la Bolivia è un “paese pacifico” che ha “fraterna rapporti con tutti i popoli.” Il mondo, nel quadro del rispetto reciproco per la sovranità, l’autodeterminazione e la non interferenza negli affari interni”.