Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Ora, i rapporti fisici con il Regno Unito

Ora, i rapporti fisici con il Regno Unito

C’è un’affermazione classica nella scienza politica che stabilisce la corrispondenza tra la politica estera e quella interna dei governi. I modelli ideologici provenienti dal marxismo hanno sempre sostenuto questa visione, ritenendo che la situazione e i rapporti di potere sulla scena internazionale determinino e determinano la politica interna. Anche Juan Perón ha sottolineato questa idea come il raggio principale dell'analisi politica. In questo senso ha detto: “La vera politica è la politica internazionale”. Nel caso della presidenza di Miley, il rapporto tra la sua visione internazionale e la politica interna è applicato in modo estremo, ignorando la conoscenza diplomatica e soppesando le inevitabili contraddizioni, che sono il prodotto del gioco delle alleanze tra paesi. Il Presidente ha deciso di attuare una politica di assoluta subordinazione agli Stati Uniti oltre che alla Gran Bretagna e al governo israeliano di Netanyahu.

Si tratta di un ritorno a rapporti fisici minimi, che, come avveniva allora, implicavano l’allineamento nel gioco geopolitico tra le potenze, anche in situazioni di guerra, e l’assunzione irresponsabile dei rischi per il nostro Paese. Se esaminiamo le politiche economiche nazionali, esse sono anche ispirate da un rispetto sfrenato degli interessi delle grandi potenze, in particolare del loro apparente desiderio di impossessarsi delle nostre risorse naturali.

Le borghesie locali, da parte loro, decisero di appoggiare il libertarismo, attratte dal progetto di vendita di 40 aziende pubbliche. Saranno loro i beneficiari dell'asta condotta negli anni '90 a basso prezzo, sostenuta dal sistema di corruzione generalizzata (Menem-Dromi). A questo punto, hanno un altro motivo molto trascendente: il governo Melista si è lanciato per liquidare i diritti lavorativi e i diritti sociali e culturali che il nostro popolo ha costruito nel corso del XX secolo e durante i quarant’anni di democrazia. Si crea così un’alleanza strategica tra gli interessi degli Stati Uniti e del Regno Unito e la grande comunità imprenditoriale nazionale: UIA, Amcham, CAC, SRA, AEA. In effetti, questa linea strategica si conferma al di là delle naturali contraddizioni che sempre esistono all'interno delle fazioni del potere economico e dell'evidente preoccupazione per il disprezzo del presidente per il sistema democratico.

READ  Madoff argentino. Chiedono che Enrique Blaxley venga condannato a 12 anni di carcere e una multa di milioni di dollari

Il cambiamento nel posizionamento internazionale di Miley implica una rottura con le precedenti politiche statunitensi e multilaterali, alienando il Brasile, il nostro principale alleato politico e commerciale, e altri paesi del continente come Bolivia, Colombia e Messico, ai quali dobbiamo aggiungere gli stati parziali e intolleranti . Il folle confronto con la Cina “perché non negozio con i comunisti” e il suo rifiuto di aderire ai BRICS. Il motivo principale della frettolosa decisione di ritirarsi dai BRICS è stato quello di dimostrare che la nostra alleanza con gli Stati Uniti è assoluta e incondizionata. La cosa più terribile e tipica della politica estera del governo è la sua subordinazione alla Gran Bretagna. Il Ministero degli Esteri ha evitato di fare marcia indietro rispetto alla visita del Ministro degli Esteri David Cameron nelle nostre Isole Malvinas. Il ministro Mondino ignora la posizione coloniale del Regno Unito, che viene respinta dalla comunità internazionale alle Nazioni Unite. Mondino e Cameron hanno dichiarato un “disaccordo”, relativizzando il fatto che c’era una disputa sulla sovranità, per raggiungere un accordo amichevole sulla necessità di promuovere la “reciproca cooperazione”. Il Presidente ha descritto questa politica filo-inglese a Davos come una nuova tappa nelle nostre relazioni, “e quindi siamo lieti di darvi il benvenuto nel nostro Paese”. Questi modi amichevoli e fraterni con il potere coloniale dimostrano la decisione politica di rinunciare alla nostra pretesa sovrana sulle Isole Malvinas.

Nella stessa chiave va collocata la recente vergognosa apparizione del Segretario di Stato americano Antony Blinken sullo storico balcone di Casa Rosada. È molto difficile trovare un atteggiamento più coloniale nella storia dell’Argentina. Nella corrispondenza con Politica Internazionale, Miley si è soffermata sull'attacco alle Regioni e al Parlamento, che ha creato confronto istituzionale e clima di rottura, mettendo così in pericolo l'unità nazionale. D'altra parte, accecato dal desiderio di attuare l'emendamento del finanziere Caputo e dalla sua aspirazione a essere “Trump Las Bambas”, non esita ad attaccare tutti i settori sociali, i lavoratori, le piccole e medie imprese, le classi medie, e cultura. eccetera. Questo piano di estrema destra richiede la distruzione delle organizzazioni sindacali (indipendentemente dalla loro origine o prospettiva politica) e propone anche la sottomissione delle organizzazioni sociali che rappresentano milioni di persone povere e affamate.

READ  Spagna: Perché Pedro Sanchez smetterà di indossare la cravatta | Il presidente ha chiesto ai ministri di seguire le sue orme

Per ironia della sorte, la coppia Miley e Kabuto stanno festeggiando. Sono usciti per celebrare il successo del surplus fiscale di gennaio, sperando che i loro elettori si unissero a loro. Non si è verificata alcuna interazione del genere. In realtà, ciò era impossibile perché la maggior parte delle persone aveva altre emergenze quotidiane come il cibo, l’istruzione per i propri figli e il trasporto al lavoro o a scuola, compresi settori della classe media che cercavano di non scendere al di sotto del proprio tenore di vita. Ma ci sono altre ragioni, più realistiche: la “vittoria del surplus” è stata ottenuta riducendo del 50% programmi come “Potenciar Trabago” e “Progressar”, e ha portato anche ad una riduzione della “spesa” per pensioni e pensioni. pensioni, e una significativa riduzione degli investimenti in… I Lavori Pubblici hanno deciso di ridurre del 16% i contributi alle università, e di ridurre del 15% gli stipendi dei dipendenti statali. Nonostante tutto ciò, immaginava celebrazioni popolari, glorificando i suoi sacrifici per amore del totem del “doloroso adattamento ispirato dalle forze del cielo”.

Il dilemma che dobbiamo affrontare è se la descrizione un po' letteraria di cui sopra non corrisponda agli elementi che commuovono davvero Miley. Tornando ai rapporti con la comunità internazionale, il secondo uomo del Fondo monetario internazionale, oltre a sostenere il piano, che questa volta fa ogni sforzo per ridurre la spesa pubblica, ha messo in guardia sulla necessità di “generare politiche sociali e politiche supporto.” Geeta Gopinath sostiene il vetro, ma non lo mangia e al momento non contribuisce con un solo dollaro.

* Segretario generale del Partito della Solidarietà. Direttore del Centro di Cooperazione Culturale, Florial Jorini

READ  María Corina Machado risulta la vincitrice delle elezioni interne dell'opposizione