Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Nuovo giorno di scontri a fuoco: Israele ha attaccato obiettivi di Hezbollah in risposta ai lanci di razzi dal Libano

Nuovo giorno di scontri a fuoco: Israele ha attaccato obiettivi di Hezbollah in risposta ai lanci di razzi dal Libano

Una colonna di fumo dopo l'attacco israeliano alla città di Deira, nel sud del Libano (Marwan Naamani/DPA)

Esercito di Israele Lunedì ha affermato di aver attaccato diverse posizioni della milizia sciita Hizb allah Nel sud del Libano, dopo che il gruppo terroristico ha lanciato diversi missili verso il confine settentrionale dello stato ebraico.

“Durante il giorno, sono stati identificati diversi lanci dal confine libanese verso il nord di Israele. In risposta, i soldati dell'IDF hanno attaccato il fuoco, così come altre aree del Libano.

Gli aerei israeliani hanno anche attaccato due siti militari di Hezbollah Diversi terroristi” nella regione meridionale di YaronIl comunicato afferma che un terzo è il luogo in cui i miliziani hanno lanciato missili d'attacco.

Ad Euron Oggi Hezbollah ha confermato l'uccisione di due dei suoi uomini Ha chiesto via telegramma il totale Effettuare 12 attacchi usando razzi e razzi Contro gruppi di soldati israeliani al confine, tra cui V La sommaritàun'area contesa sulle alture di Golan, Birkat Risha o Jal al-Alam.

Successivamente il rischio di uno scontro aperto tra Israele e Hezbollah diventa sempre più alto 114 giorni di sparatoria Al confine, dove si registra il picco di tensione più alto dalla guerra del 2006, e dove finora sono state uccise più di 230 persone, la maggior parte nelle file di Hezbollah, che ha confermato il bilancio di 176 morti, alcuni di loro in Siria.

Questi scontri al confine hanno fatto temere che il Libano potesse diventare il secondo fronte nel conflitto tra Israele e il movimento islamico palestinese Hamas (Europa Press/Contact/Taher Abu Hamdan)

Questi scontri al confine hanno fatto temere che il Libano potesse diventare il secondo fronte nel conflitto tra Israele e il movimento islamico palestinese Hamas.

Da parte israeliana sono morti 18 persone al confine nordTra loro c'erano 12 soldati e 6 civili, mentre alcuni di loro sono stati uccisi anche in Libano 20 membri della milizia palestinese, un soldato e almeno 23 civili – Tra loro ci sono tre bambini e tre giornalisti – oltre a membri di Hezbollah.

READ  Potenti esplosioni a Cucuta uccidono due agenti di polizia all'aeroporto Camilo Daza

Il movimento libanese ha riferito in una serie di comunicazioni che almeno quattro attacchi effettuati lunedì dal Libano sono stati il ​​lancio di razzi Burkan, tre dei quali hanno preso di mira siti militari dell'esercito israeliano e il quarto ha preso di mira un gruppo di soldati.

Il segretario generale di Hezbollah Hassan Nasrallah ha annunciato alla fine dello scorso anno l'aggiunta di questi proiettili al suo arsenale operativo e ha dichiarato che hanno la capacità di trasportare testate fino a mezza tonnellata, rendendoli tra le armi più potenti utilizzate. Durante gli scontri attuali…

Oggi Hezbollah ha anche rivendicato la responsabilità di altre due operazioni utilizzando proiettili di fabbricazione iraniana “diviso”.

Venerdì scorso, il gruppo sciita ha utilizzato i missili “Falaq-1” per la prima volta dallo scontro a fuoco con Israele iniziato l'8 ottobre, come aveva confermato allora la televisione libanese. Al-Manarche funge da loro portavoce.

Ha proiettili da 240 mm Ha un'autonomia fino a 10 chilometri e ciascuno pesa 50 chilogrammiSecondo un'infografica trasmessa dal canale Al-Manar.

(Con informazioni da EFE)