Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Netanyahu ha rifiutato una richiesta di “de-escalation” …

primo ministro Benjamin Netanyahu Ha sottolineato di essere “determinato” a continuare l’operazione militare a Gaza Per “riportare la calma e la sicurezza ai cittadini di Israele”, Poco dopo aver parlato con il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha immediatamente chiesto “una significativa riduzione dell’escalation”. Le parole di Netanyahu cancellano la possibilità di un cessate il fuoco giovedì pomeriggio, una voce riportata da alcuni media ma non confermata o smentita finora da nessuna delle parti. Questo mercoledì Gli attacchi aerei israeliani hanno ucciso sei persone nella Striscia di Gaza e distrutto la casa di una famigliaL’esercito ha detto di aver ampliato i suoi bombardamenti per includere più bersagli nella Striscia per limitare i continui lanci di razzi di Hamas. Inoltre Quattro razzi sono stati lanciati dal Libano verso IsraeleInfatti, nel terzo incidente del genere dall’inizio della corrente Escalation della guerra tra israeliani e palestinesi.

“Ogni giorno che passa, attacciamo le capacità di più organizzazioni terroristiche, attacciamo più alti dirigenti, demoliamo più edifici terroristici e attacciamo più arsenali di armi”., ha sottolineato Netanyahu Dopo aver visitato il quartier generale dell’esercito a Tel Aviv. Ha ringraziato il Primo Ministro Il nostro amico, il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha sostenuto il diritto dello Stato di Israele a difendersi.Senza fare riferimento alla richiesta di “de-escalation in modo significativo” dopo una conversazione telefonica tra i due.

In mattinata, incontrando gli ambasciatori, Netanyahu ha insistito sul fatto che “Israele è un diritto naturale” per difendersi. “Stiamo cercando di massimizzare” l’operazione per ripristinare “la calma e il periodo di calma che Israele può vincere”, ha aggiunto.Lo ha detto il primo ministro, riferendosi agli attacchi aerei contro obiettivi delle milizie di Hamas e della Jihad islamica. Ha sottolineato che, per raggiungere questo obiettivo, “Ci sono due modi per farlo: invadere (Gaza), e questa è sempre una possibilità, o la capacità di dissuaderli” dall’attaccare il territorio israeliano.

READ  The Economist Boch Argentina: Perché alla fine di 50 paesi sono tornati alla normalità economica prima della pandemia

Il sottosegretario alla stampa della Casa Bianca Karen Jean-Pierre ne ha informato i giornalisti dell’Air Force One Presidente Biden “Ho detto al primo ministro che si aspetta una significativa riduzione dell’escalation sulla strada per il cessate il fuoco”.. In precedenza, i media statunitensi CNN e Politico, che hanno citato funzionari che hanno richiesto l’anonimato, hanno affermato che gli Stati Uniti hanno particolarmente incoraggiato Israele a limitare i suoi attacchi a Gaza, nonostante il blocco delle dichiarazioni del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che chiedono la fine degli attacchi. . .

Con l’intensificarsi dei combattimenti, le forniture mediche, il carburante e l’acqua scarseggiano a Gaza. Delle sei vittime nella zona mercoledì, due sono morte quando un missile di avvertimento ha colpito il loro appartamento. Israele ha anche distrutto la casa di una famiglia di 40 persone nella città meridionale di Khan YunisDopo aver avvisato i suoi occupanti cinque minuti prima dell’attacco in modo che potessero andarsene. Secondo l’Agenzia di stampa palestinese insieme, i residenti hanno scavato tra le macerie nel pomeriggio, alla ricerca dei loro averi.

L’esercito israeliano ha detto di aver bombardato obiettivi di gruppi armati a Khan Yunis e nella vicina Rafah, con 52 bombardamenti su 40 tunnel sotterranei. Il ministero della Salute di Gaza ha detto che una donna è stata uccisa e altre otto sono rimaste ferite negli attacchi. L’esercito israeliano ha ucciso un’altra ragazza palestinese dopo aver tentato di attaccare soldati e civili israeliani con un fucile vicino a un insediamento ebraico nella Cisgiordania occupata. La radio Al-Aqsa di Hamas ha riferito che uno dei suoi giornalisti è stato ucciso martedì sera in un attentato a Gaza City.

READ  Diretto: il missile cinese fuori controllo si sta avvicinando al suolo e non si sa dove andrà a scontrarsi

L’esercito israeliano ha annunciato, mercoledì, bombardamenti di artiglieria nel sud del Libano dopo che quattro missili sono stati lanciati da quel paese verso lo stato ebraico. “Lo scudo missilistico Iron Dome ne ha intercettato uno, ed è possibile che gli altri tre siano caduti in campo aperto. In risposta, la nostra artiglieria ha sparato contro obiettivi in ​​territorio libanese”, ha detto l’esercito in una breve dichiarazione. Al momento non sono state segnalate vittime.

Questa è la terza volta che vengono lanciati razzi dal territorio libanese verso Israele dallo scoppio delle ostilità. Tra questo paese ei gruppi armati palestinesi nella Striscia di Gaza la scorsa settimana. Lunedì notte sono stati lanciati razzi dalla zona di Shebaa Farms, nel sud del Libano, verso Israele, ma non sono riusciti ad attraversare il confine. L’esercito israeliano ha risposto con bombardamenti di artiglieria.

Il confine tra Libano e Israele è stato teatro di manifestazioni quotidiane la scorsa settimana per denunciare la sanguinosa campagna israeliana a Gaza.. L’offensiva militare israeliana a Gaza è iniziata il 10 maggio, dopo che Hamas ha lanciato razzi su Gerusalemme in risposta alle azioni della polizia israeliana sul Monte del Tempio, il terzo luogo più sacro dell’Islam. L’escalation della guerra tra le milizie palestinesi a Gaza e Israele è entrata nel suo decimo giorno Ha già ucciso almeno 219 palestinesi della Striscia di Gaza e 12 persone in Israele.