Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Nancy Pelosi ha incontrato il presidente di Taiwan e ha aggiunto una frase di tensione con la Cina

Il presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi ha tenuto un incontro mercoledì con il presidente di Taiwan Tsai Ing-wen, dove Ha dichiarato una frase che non ha fatto altro che aggiungere tensione con Chenun. Lo ha confermato il funzionario statunitense Il suo paese non si arrende. Per l’isola ha descritto come un “esempio” per il mondo.

“Oggi la nostra delegazione… è venuta a Taiwan per chiarire inequivocabilmente che non abbandoneremo il nostro impegno nei confronti di Taiwan e che siamo orgogliosi della nostra duratura amicizia”, ​​ha detto Pelosi.

La presenza di Pelosi a Taiwan Ha ulteriormente teso le relazioni tra Stati Uniti e Cinache rivendica la sovranità sull’isola e Questo viaggio è stato classificato come una provocazione Con il quale il Paese nordamericano viola lo status quo stabilito su questa regione, che è una delle principali cause di conflitto bilaterale.

La Cina considera l’isola una provincia ribelle, poiché i nazionalisti del Kuomintang vi si ritirarono nel 1949 dopo aver perso la guerra civile contro i comunisti.

Taiwan, con la quale gli Stati Uniti non intrattengono relazioni ufficiali, è una delle principali cause di conflitto tra la Cina e la nazione nordamericana, principalmente a causa di Washington è il principale fornitore di armi dell’isola e sarà il suo più grande alleato militare. In caso di conflitto bellico con il colosso asiatico.

La presenza di Pelosi a Taiwan ha ulteriormente teso le relazioni tra Stati Uniti e Cina. Agenzia di stampa centrale in immagini / tramite Reuters

Da parte sua, dopo quell’incontro, lo ha affermato il presidente taiwanese Tsai Ing-wen Al Jazeera “non si tirerà indietro”La Cina si prepara a tenere esercitazioni militari e imporre sanzioni commerciali come rappresaglia per la visita di Pelosi.

Di fronte alle crescenti e deliberate minacce militari, Manterremo la linea di difesa della democraziaLo ha detto Tsai all’incontro con Pelosi a Taipei.

Il presidente taiwanese, che ha creato la Medaglia Pelosi delle nuvole di supporto per il suo “sostegno” del territorio, ha espresso l’auspicio che “Taiwan e gli Stati Uniti continuino il loro sostegno reciproco” per far risplendere “la democrazia”. Allo stesso tempo, ha ringraziato Pelosi per il suo sostegno in un “momento critico”.

Nel frattempo, la Cina ha lanciato un duro avvertimento Attraversato dal suo ministro degli Esteri Wang Yi che ha avvertito che “coloro che abusano” del suo Paese “saranno puniti”, riferendosi alla presenza di Pelosi a Taiwan.

“Questa è una farsa completa. Gli Stati Uniti stanno violando la sovranità della Cina con il pretesto della cosiddetta democrazia… Chi offende la Cina sarà punitoWang ha detto a margine di un incontro dell’Associazione delle nazioni del sud-est asiatico (ASEAN) a Phnom Penh.

politica americana Sono atterrato a Taipei martedì sera con un volo annunciato in modo non ufficiale Ciò ha fatto infuriare il governo cinese, che ha risposto con un dispiegamento militare nello Stretto di Taiwan e ha imposto sanzioni commerciali sull’isola.

Pelosi ha dato oggi il via all’agenda pubblica della sua visita a Taiwan alla Camera dei Rappresentanti, dove ha incontrato il vicepresidente della fondazione, Tsai Chi-chang. Ha anche programmato di tenere incontri con i membri dei quattro partiti politici rappresentati nella legislatura, compreso il Partito Democratico Progressista al governo e il Partito Kuomintang di opposizione.

Si prevede che, dopo una sosta di poche ore, il capo della legislatura degli Stati Uniti, seconda nella sequenza di successione della Casa Bianca, riprenda il suo tour in Asia, che la porterà in Corea del Sud e Giappone, dopo una pausa. Rilasciato lunedì e martedì a Singapore e in Malesia.

Questa è la prima visita di un oratore della Camera degli Stati Uniti a Taiwan dal 1997, quando il repubblicano Newt Gingrich visitò l’isola. È anche la visita con il maggior incasso di un rappresentante americano da quella data, sebbene negli ultimi mesi siano passate diverse delegazioni del Congresso.

Taiwan ha condannato l’ingresso di 21 aerei militari cinesi nella sua zona di identificazione della difesa aerea

Questo mercoledì, il Ministero della Difesa di Taiwan ha denunciato che, nell’ultimo giorno, un totale di Sono entrati 21 aerei militari cinesi Si trova nella zona di identificazione della difesa aerea (ADIZ).

READ  Elezioni in Cile: Irina Karamanos, compagna di Gabriel Boric chiede un 'ripensamento' del ruolo di first lady

Il dipartimento ha rivelato le incursioni poco dopo l’arrivo di Pelosi sull’isola, anche se ha chiarito che l’ingresso degli aerei è avvenuto prima dell’arrivo dell’alto funzionario statunitense.

Secondo il Ministero della Difesa di Taiwan, caccia J-16 e J-11, aerei radar KJ-500 e aerei da ricognizione Y-8 e Y-9 hanno preso parte al raid, che ha avuto luogo nella parte sud-occidentale della regione ADIZ di Taiwan.

L’aviazione dell’isola ha emesso allarmi radio e ha mobilitato unità per “rispondere” all’incursione nell’ADIZ, che non è definita o regolata da alcun trattato internazionale né equivalente al suo spazio aereo, ma copre un’area più ampia che comprende aree della Cina continentale. .

Il ministero della Difesa dell’isola ha iniziato a segnalare l’intrusione di aerei cinesi nella sua zona ADIZ nel 2009. Nell’ultimo anno, il numero di raid cinesi è aumentato, azioni che sono state condannate sia da Taiwan che dagli Stati Uniti.

Questi movimenti sono culminati all’inizio di ottobre dello scorso anno, quando a Pechino si celebrava l’anniversario della fondazione della Repubblica popolare cinese.

Il Giappone protesta contro le esercitazioni militari cinesi a Taiwan

Governo Il Giappone mercoledì ha protestato contro le esercitazioni militari annunciate dalla Cina intorno a Taiwan E in una visita completa al presidente della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, Nancy Pelosi, ha chiesto il contenimento del paese vicino.

“Il Giappone è preoccupato per le attività militari annunciate dalla Cina”, ha detto oggi il portavoce del governo giapponese Hirokazu Matsuno in una conferenza stampa, indicando la delusione del Paese per il fatto che le esercitazioni, che includono proiettili veri, si stiano svolgendo in una zona marittima che comprende parte del Zona Economica Esclusiva (ZEE). ) per il Giappone.

In questo senso, ha aggiunto, “La pace e la stabilità nello Stretto di Taiwan sono importanti non solo per la sicurezza del Giappone, ma per la stabilità della comunità internazionale”. Parallelamente, ha osservato che la posizione del Giappone su questa spinosa disputa è che “il problema si risolve pacificamente attraverso il dialogo”.

Matsuno ha anche menzionato la tappa programmata di Pelosi in Giappone come parte del suo tour asiatico. “L’agenda della visita di Pelosi è ancora in preparazione”, ha affermato il portavoce, sottolineando che “il Giappone accoglie con favore la sua visita, che migliorerà la comunicazione tra le camere (parlamentari) dei due Paesi”.

READ  En Noruega prohiben la cría de bulldogs e otra raza de perros

Questa sarà la prima visita della Pelosi dopo che il Paese asiatico le ha conferito il Gran Cordone dell’Ordine del Sol Levante nel 2015, una delle più alte onorificenze del Giappone.

La visita controversa di Nancy Pelosi e la minaccia alla Cina

In una posizione di pubblica sfida alla Cina, Nancy Pelosi, la portavoce della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, è finalmente sbarcata a Taiwan martedì dopo aver lasciato la Malesia.

La Pelosi è scesa dall’aereo, vestita di rosa e con la mascherina, sulla pista, dove è stata accolta da rappresentanti del governo taiwanese. E il leader democratico ha avvertito la Cina del grave errore che significherebbe calpestare il territorio taiwanese. Taipei senza confermare il suo viaggio nell’isola.

In risposta alla visita di Pelosi, martedì l’esercito cinese ha promesso di lanciare “operazioni militari selettive” con l’obiettivo di “difendere la sovranità nazionale e l’integrità territoriale della Cina”.

Da parte sua, il teatro orientale delle operazioni dell’Esercito popolare di liberazione (esercito cinese) ha notificato l’organizzazione di esercitazioni militari navali e aeree nel nord, sud-ovest e sud-est di Taiwan, che inizieranno martedì sera.

Nancy Pelosi è arrivata martedì a Taiwan dalla Malesia.  Foto del Ministero degli Affari Esteri di Taiwan / via Reuters

Nancy Pelosi è arrivata martedì a Taiwan dalla Malesia. Foto del Ministero degli Affari Esteri di Taiwan / via Reuters

In una colonna d’opinione pubblicata dal Washington Post, Pelosi ha spiegato che la sua visita a Taiwan “sostiene” la democrazia dell’isola di fronte alle “minacce” che subisce dalla Cina.

Martedì la Russia ha espresso la sua “assoluta solidarietà” con la sua alleata CinaIn un gesto di risposta al fatto che Pechino ha rifiutato di condannare l’invasione russa dell’Ucraina.

“Tutto ciò che riguarda questo tour e una possibile visita a Taiwan è pura provocazione. Ciò aggrava la situazione nella regione e aumenta le tensioni”, ha affermato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Con le informazioni di EFE, AFP e ANSA.

lui è