Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Meloni: Italia economicamente virtuosa – Economia

Meloni: Italia economicamente virtuosa – Economia

Ansamed – Roma – Il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha confermato martedì che l'Italia è un Paese economicamente virtuoso.
“Come testimoniano l'avanzo primario, con un sistema pensionistico tra i più equilibrati d'Europa. Il tutto accompagnato da dati macroeconomici stabili e soddisfacenti, da un mercato del lavoro da record e da un mercato azionario che, dal 2023, offre le migliori performance in Europa”, ha sottolineato.
Queste dichiarazioni sono contenute nel discorso pronunciato davanti al Parlamento in preparazione del Consiglio europeo del 14 e 15 dicembre.
Riguardo al Patto di stabilità, il presidente del Consiglio ha affermato: “L’Italia non vuole spendere senza restrizioni e sprecare senza controllo, ma la situazione deve essere considerata eccezionale e richiede una governance eccezionale”.
“Il governo è immerso da diversi mesi in condizioni negoziali complesse, mesi nei quali non abbiamo mai smesso di cercare un approccio costruttivo e concreto. Se la questione resta aperta e l'accordo finale viene rinviato, è perché a Bruxelles tutti capiscono che il governo italiano Questa posizione è supportata da una seria politica fiscale”, ha aggiunto.
Anche durante il discorso il primo ministro ha difeso ancora una volta l’espansione del blocco. Ha sottolineato che “l'Italia è orgogliosa di guidare un gruppo di paesi amici nei Balcani occidentali, insieme all'Austria, ed è per questo che sosteniamo il piano di crescita”.
“Il governo sostiene fortemente la raccomandazione della Commissione europea (l'autorità esecutiva del blocco) di aprire i negoziati di adesione con Ucraina e Moldavia, e condividiamo la raccomandazione di concedere lo status di candidato alla Georgia.
“L'Italia sostiene con forza il percorso europeo della Bosnia-Erzegovina”, ha affermato.
Riguardo alla questione del conflitto tra Russia e Ucraina, il Primo Ministro ha detto: “Credo che l’Ucraina abbia effettivamente vinto questa guerra perché ha reso impossibile occupare tutti i territori, grazie ad un coraggio straordinario, all’amore per il Paese e al sostegno dei popoli liberi. .” Per quanto riguarda l’Occidente, non “hanno consegnato il loro futuro nelle mani di tiranni e tiranni”.
La Meloni ha parlato anche della questione immigrazione. Riguardo all’accordo tra Italia e Albania per istituire centri di accoglienza per migranti nel Paese balcanico, ha detto: “Mi rammarico che dall’Italia arrivino molte voci discordanti, poiché da vari settori hanno attaccato (il primo ministro Edi) Rama perché aveva aiutato l’Italia”. “Per alcuni italiani di sinistra, aiutare l'Italia è un crimine.”
Infine, la Meloni ha parlato dello stato del conflitto in Medio Oriente: “L’Europa ha pianto le numerose vittime civili cadute in attacchi con coltelli per mano di fanatici.
“È nostro dovere garantire la sicurezza dei nostri cittadini sul suolo europeo, rafforzare il coordinamento tra i nostri servizi di polizia e di intelligence, le attività di sorveglianza e prevenzione, espellere e rimpatriare gli stranieri estremisti, controllare le frontiere esterne e combattere l’immigrazione clandestina”.
“Allo stesso tempo, dobbiamo continuare a garantire la massima sicurezza, come ha fatto fin dal primo giorno l'Italia, alle comunità ebraiche minacciate da una crescente ondata di antisemitismo. Lo voglio dire ancora chiaramente a chi cerca di sfruttare questa situazione fenomeno.” E ha concluso dicendo: “È un atto drammatico di incitamento all’odio antieuropeo, antioccidentale, antiebraico: difenderemo la nostra libertà, difenderemo le nostre democrazie, difenderemo la nostra civiltà”. (Io dimentico).

READ  Il grafico con cui Bruxelles mette in discussione la fiducia della Banca di Spagna nell'occupazione

Tutti i diritti riservati. ©Copyright ANSA