Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Mario Draghi, il leader che l’Italia ha saputo portare stabilità economica e politica

Mario Draghi, il leader che l’Italia ha saputo portare stabilità economica e politica

Draghi ha ottenuto l’approvazione del Parlamento il 18 febbraio, in un paese che nel 2020 soffriva di un declino economico dell’8,8%.

In un contesto in cui la Repubblica italiana ha avuto 66 governi durante i suoi 75 anni di esistenza, l’attuale primo ministro Mario Draghi, ex presidente della Banca centrale europea, che oggi riceve il presidente Alberto Fernandez, appare come una figura stabilizzante per definire il linee. Per risollevare l’economia, crollata l’anno scorso dell’8,8% a causa della pandemia, e per normalizzare il contesto politico caratterizzato dall’instabilità durante l’era dell’ultimo Primo Ministro.

Dopo la caduta improvvisa del governo di Giuseppe Conteche per un anno e mezzo ha provato a guidare una coalizione di centrosinistra mentre l'Italia faceva notizia a livello internazionale per la forza con cui la pandemia l'ha colpita, L’elezione di Draghi – 73 anni – tre mesi fa è stata uno shock di fiducia per il Paese e per le istituzioni europee. L’anno scorso avevano concordato di sborsare alla Roma 209 milioni di euro, metà dei quali “a fondo perduto”, ovvero senza necessità di pagare.

Già Presidente della Banca Centrale Europea tra il 2011 e il 2019 dopo oltre 30 anni di lavoro in importanti organizzazioni internazionali durante i quali ha raccolto elogi da parte dell'interoestablishment europeo, A metà febbraio Draghi ha lanciato la possibilità di diventare il leader del processo di ricostruzione post-pandemia di cui il Paese ha bisogno.

Draghi ha ricevuto l'approvazione del Parlamento il 18 febbraio, in un Paese che ha subito un declino economico dell'8,8% nel 2020 a causa della pandemia e con la sfida di raggiungere una stabilità che garantisca un governo forte fino alle prossime elezioni previste per marzo 2023.

Il sostegno che da lì è partito, e che resta ancora oggi fuori dai crocevia interni su temi specifici, è stato un chiaro segnale in questa direzione: dalla destra della Lega di Matteo Salvini, agli ex euroscettici del Movimento Cinque Stelle e del Partito dei Lavoratori . Il potere dell'Italia Guidato da Silvio Berlusconi, quasi l'intero arco politico del paese si è unito dietro la guida di “Super Mario” per formare un'ampia coalizione di governo.

READ  Il governo celebra la scelta dell'azienda di cioccolato Ferrero in Cile per l'installazione di un nuovo stabilimento | Economia

Sempre di centrosinistra, è sostenuto dagli ex primi ministri Enrico Letta e Matteo Renzi delle forze da lui guidate, il Partito Democratico e Viva Italia.

Il Primo Ministro ha mostrato segni di forte leadership politica per mantenere unita la coalizione da lui guidata.
Il Primo Ministro ha mostrato segni di forte leadership politica per mantenere unita la coalizione che guida.

Draghi, formatosi alla scuola dei gesuiti, nominato da Papa Francesco membro della Pontificia Accademia delle Scienze in Vaticano lo scorso luglio, è anche l'ultima scommessa del presidente Sergio Mattarella, che dallo scorso gennaio ha iniziato il suo ultimo settennio, durante quegli anni. Ha già visto il passaggio di cinque governi.

A testimonianza dell'ampiezza del sostegno nei suoi confronti, sia il Financial Times che Avenir, il quotidiano della Conferenza Episcopale Italiana, non hanno esitato a definirlo “Super Mario” pubblicando la notizia della sua chiamata al nuovo governo.

Nonostante abbia già mostrato segnali di forte leadership politica per tenere unita la coalizione da lui guidata, il governo Draghi è il terzo governo guidato da Fenni negli ultimi 30 anni, dopo quello del banchiere Carlo Ciampi nel 1993 e quello di Mario Monti nel 2011. esperienze Dividono ancora gli italiani. Una delle sfide di Draghi è anche restare al di sopra di queste differenze.

Con Mattarella all'ultimo anno di mandato, Draghi ha anche la possibilità di riuscire a stabilizzare la traiettoria economica del Paese nel corso del 2021 e poi essere in grado di lottare per la presidenza che sarà eletta dal Parlamento nel febbraio 2022..

Sebbene la coalizione attualmente preferisca che Draghi completi il ​​suo mandato fino al ritorno degli italiani alle urne nel marzo 2023, sono molti a immaginare che Mattarella stesso possa ottenere un secondo mandato “breve” di un anno, per consentire la continuità economica. In qualità di Primo Ministro, gli trasferisce poi la guida istituzionale del Paese.

READ  Il Partito Democratico di Biden prende in giro la Spagna online