Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Uruguay consentirà l’ingresso senza quarantena per gli stranieri che sono stati completamente vaccinati e presentano PCR negativa

Aeroporto dell’Uruguay (AFP)

Lo ha annunciato mercoledì il governo uruguaiano Potranno entrare nel Paese tutti coloro che avranno avuto un test PCR negativo e una vaccinazione completa contro il Coronavirus – più sono passati 15 giorni dal ricevimento dell’ultima dose – Invece di rispettare la quarantena obbligatoria com’era fino ad ora.

Finora, gli stranieri che volevano entrare nel Paese dovevano presentare un test PCR negativo per il Coronavirus, effettuato 72 ore prima dell’inizio del volo, che è una dichiarazione giurata che non mostra sintomi e contatto con casi COVID confermati o sospetti. – 19 W. Quarantena preventiva Sette giorni, requisito che da questo momento non entrerà in vigore.

Presidente dell'Uruguay, Luis Lacalle Poe a Montevideo (Uruguay).  EFE / Raul Martinez
Presidente dell’Uruguay, Luis Lacalle Poe a Montevideo (Uruguay). EFE / Raul Martinez

Lo ha annunciato la scorsa settimana il governo di Louis Lacal Poe Estenderà le misure per prevenire l’infezione da COVID-19 fino al 23 maggio, a causa dell’elevato numero di infezioni e decessi.

Sebbene non siano state aggiunte nuove restrizioni, Solo a partire da quella data verrà valutato se alcune attività verranno rilasciate. Secondo il governo, L’obiettivo principale delle misure è quello di “ridurre la mobilità” al fine di contenere la diffusione del COVID-19, a causa della complessità della situazione sanitaria nel Paese.

Martedì, L’Uruguay ha registrato 3.128 nuovi casi di COVID-19 una volta trattati e 57 decessiSecondo il rapporto quotidiano diffuso dal Servizio Nazionale di Emergenza (Sinai). In questo modo, il Paese sta ora aggiungendo 246026 casi di infezione dall’inizio dell’epidemia, di cui 27.870 persone stanno studiando la malattia, 498 sono stati ricoverati in centri di terapia intensiva (ICS) e 3578 sono morti.

AME9021.  Montevideo (Uruguay), 01/03/2021.  Un professionista della salute prepara oggi, a Montevideo (Uruguay), una dose del vaccino Sinovac contro il Covid-19.  EFE / Federico Infiti
AME9021. Montevideo (Uruguay), 01/03/2021. Un professionista della salute prepara oggi, a Montevideo (Uruguay), una dose del vaccino Sinovac contro il Covid-19. EFE / Federico Infiti

Secondo il rapporto quotidiano presentato dalla Società uruguaiana di medicina intensiva, il Il 78,4% dei 1016 posti letto nei suddetti centri è occupato e il 52,1% di essi è dovuto a casi di coronavirus.

READ  Joe Biden propone un budget di 6 trilioni di dollari per "reinventare" l'economia statunitense

Per quanto riguarda la vaccinazione, 1.444.242 persone sono state inoculate con la prima dose delle società farmaceutiche cinesi Sinovac, l’anglo-svedese AstraZeneca e la società statunitense Pfizer, e 954.358 con la seconda dose di Pfizer o Sinovac. Ciò presuppone un file Il 41,19% della popolazione ha avuto la prima dose e il 27,22% la seconda.

Sono arrivati ​​questo sabato in Uruguay 119.340 dosi di Pfizer È arrivato anche il secondo lotto di vaccini che il Paese riceve attraverso il meccanismo Covax dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), con 50.400 dosi di AstraZeneca, mentre il Segretario della Presidenza, Alvaro Delgado, ha riferito che il 28 maggio arriveranno 550.000 dosi di CoronaVac.

Continuare a leggere: