Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Unione Europea è vicina a raggiungere un accordo sulle regole di disciplina fiscale con la capitolazione di Calviño alle richieste di Berlino

L’Unione Europea è vicina a raggiungere un accordo sulle regole di disciplina fiscale con la capitolazione di Calviño alle richieste di Berlino

IL Regole più flessibili sulla disciplina finanziaria Per l’Unione Europea, patrocinato da Spagna, Francia o Italia (con il sostegno della Commissione dell’Unione Europea). Ursula von der Leyen) per evitare che gli ingenti debiti accumulati dopo la pandemia strangolino l’economia Conservare su carta bagnata. O addirittura generare effetti esattamente opposti a quelli voluti dai paesi del Sud: la sclerosi Di fatto dei limiti al deficit e al debito, come chiedeva Berlino.

Anche se il Ministro delle Finanze tedesco, Cristiano LindnerI negoziati sono iniziati praticamente isolati a causa del loro rifiuto di rendere il Patto di stabilità più flessibile, e le loro proposte hanno cominciato a prevalere nella fase finale verso l’accordo. In qualità di presidente ad interim dell’Ecofin, Nadia Calvino Ha accettato di incorporare la principale richiesta di Berlino nell’ultimo documento negoziale: Obiettivi numerici comuni di riduzione del deficit e del debito. L’unica cosa rimasta ora è selezionare i numeri di modifica specifici.

La presidenza spagnola ha comunicato con Austria e Germania“, ha affermato il ministro delle Finanze austriaco, Magnus Brunner, alla riunione dell’Ecofin tenutasi giovedì a Bruxelles. Una riunione nella quale non si sono verificati progressi tangibili perché il primo vicepresidente non ha presentato alcuna proposta di compromesso sul testo legislativo, anche se aveva annunciato it lo scorso ottobre, però, l’incontro lo ha confermato L’accordo era a portata di mano dopo che Calviño si era trasferito a Berlino.

[Calviño falla en su segundo intento para aprobar la relajación de las reglas de disciplina fiscal de la UE]

Il ministro tedesco ha sottolineato che “è un progresso accettare l’idea di fornire garanzie e obiettivi (numerici) riguardo al rapporto debito/PIL e al deficit annuale”. Secondo lui, ciò che conta adesso è determinare il “livello di ambizione” nei numeri. “Sono ottimista, ma c’è molto lavoro da fareLindner conferma.

READ  Martín Guzmán ha incontrato il suo omologo di Economia e Finanza Pubblica in Bolivia

Introdurre obiettivi combinati di riduzione del deficit e del debito significa Una distorsione dalla porta di servizio della filosofia che ispirò la Riforma Dalla Carta di Stabilità. Il Piano von der Leyen originale offriva più flessibilità e più tempo (tra quattro e sette anni) per riordinare i conti pubblici, con piani di aggiustamento pluriennali adattati a ciascuno Stato membro. È stato negoziato bilateralmente tra Bruxelles e le capitali.

La vicepresidente Nadia Calviño, durante la conferenza stampa al termine della conferenza Ecofin di giovedì a Bruxelles

Unione Europea

In Un cambiamento radicale di atteggiamentoEA Ministro delle Finanze francese Bruno LemireLa Germania, che fino ad ora aveva respinto categoricamente le richieste di Berlino perché avrebbero soffocato gli investimenti e la crescita, ora è disposta ad accettarle. Occupando la presidenza Ekofin, Calviño deve agire come un arbitro, il che limita il suo margine di manovra per difendere le posizioni nazionali. L’Italia è oggi il Paese più insoddisfatto dei progressi raggiunti nelle trattative.

“Io difendo l’idea di avere regole affidabili e solide in materia finanziaria. Solo con la stabilità finanziaria si può investire in buone condizioni, con tassi di interesse bassi e con la possibilità di grandi debiti. La stabilità finanziaria è la chiave di tutto, compresi gli investimenti nell’innovazione e nella decarbonizzazione, che sono assolutamente necessari. “Se l’instabilità finanziaria è creata da regole inefficaci o inaffidabili, non si può investire”, ha giustificato Le Maire.

[La reforma del Pacto de Estabilidad de Von der Leyen contenta a España y Francia pero enerva a Alemania]

L’ultimo documento di impegno distribuito dalla presidenza spagnola prevede obiettivi numerici sia per il debito che per il deficit. In caso di debito, Berlino Richiedere almeno una riduzione obbligatoria Un punto percentuale all’anno per i paesi che superano la soglia del 60%.Come la Spagna. Il compromesso proposto dalla Spagna consiste nel mediare gli sforzi su un lungo periodo di tempo (fino a 14 anni) al fine di ridurre gli effetti prociclici.

READ  Le accuse anti-russe sugli effetti della guerra occupano i finanziamenti del G-20

Per quanto riguarda il deficit, la Germania intende introdurlo Di fatto Come nuovo limite dell’1% del Pil annuo per tutti gli Stati membri, invece del 3% fissato dal Patto di stabilità. Parigi ha insistito su questo Questo inasprimento delle regole non ha alcun senso economicoPerché non lascia alcun margine di manovra agli Stati membri per investire nella duplice trasformazione digitale e ambientale. Ma il governo di Emmanuel Macron è ora pronto ad ammettere anche questa questione.

I ministri delle Finanze dei 27 paesi si sono incontrati oggi, giovedì, a Bruxelles

I ministri delle Finanze dei 27 paesi si sono incontrati oggi, giovedì, a Bruxelles

Unione Europea

Le Maire prevede di recarsi a Berlino la prossima settimana con l’obiettivo di concludere un accordo bilaterale con Lindner, che verrà poi ritirato dagli altri Stati membri. Per questa parte, Calviño annunciò che avrebbe convocato una riunione straordinaria di Ekovin Per l’ultima settimana del prossimo novembre, nella quale presenterà finalmente un testo legislativo dopo due precedenti tentativi falliti.

“Abbiamo visto che c’è accordo sugli elementi fondamentali e sui meccanismi delle nuove regole finanziarie”, ha annunciato il Primo Vicepresidente al termine della riunione. “C’è ancora tanto lavoro da fare, dobbiamo percorrere l’ultimo chilometro, ma come i pellegrini sul Camino de Santiago Abbiamo iniziato a vedere la cattedrale alla fine della strada“Calvino dice.