Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L'Ucraina in un labirinto |  Pagina|12

L'Ucraina in un labirinto | Pagina|12

Il 24 febbraio segna il secondo anno dall'inizio dell'operazione militare speciale della Federazione Russa, un conflitto bellico che ha portato profondi cambiamenti nelle relazioni politiche internazionali. La guerra che ancora si sviluppa nell'Europa dell'Est ha un'originalità di carattere tripartito: da un lato è il risultato di una guerra civile promossa dal governo di Kiev contro il Donbass russofono; In secondo luogo, si tratta di un’enorme conflagrazione tra Russia e Ucraina; Infine, è un confronto con la guerra agente I 31 Stati membri dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico (NATO) sono contro Mosca con il chiaro obiettivo di indebolire la sovranità russa e minare l’alleanza multilaterale espressa nel gruppo BRICS. In questo senso si tratta di una boccata d’ossigeno contro Xi Jinping, che negli ultimi due anni ha visto crescere l’ostilità intorno a Taiwan.

Dal punto di vista operativo, la guerra è diventata una battaglia quotidiana di logoramento con gli indubbi vantaggi militari di Mosca, aggravati dalla carenza di forze ucraine e dalla convinzione nascosta nella società ucraina che sconfiggere Mosca sia impossibile. Nel novembre dello scorso anno, Valery Zalozhny, comandante in capo delle forze armate ucraine fino a giovedì scorso, ha rilasciato un'intervista a… L'economista In esso ammetteva che il suo contrattacco era fallito, che la situazione sul fronte era stagnante e che vedeva gravi restrizioni al reclutamento, difficoltà che attribuiva alla cattiva gestione di Zelenskyj. Tre mesi dopo queste dichiarazioni, il presidente ucraino ha deciso di licenziare Zalozny e di nominare al suo posto il comandante dell'esercito, generale Oleksandr Sersky.

Alle dichiarazioni deludenti di Zalozny si sono aggiunte le dichiarazioni del consigliere capo dell'ufficio presidenziale ucraino, Mykhailo Podolyak Chi ha chiesto aiuto all’Occidente è un dato di fatto Ha aggiunto: “Le forze russe utilizzavano circa 10.000 proiettili di artiglieria al giorno lungo la linea del fronte, mentre le forze ucraine si limitavano a utilizzare circa 2.000 proiettili in risposta”. Anche gli analisti militari del Pentagono sono pessimisti riguardo alle capacità di Kiev di respingere gli attacchi missilistici in corso. Secondo un rapporto del servizio segreto britannico, la Russia produce circa 100 carri armati al mese, ovvero cinque volte quello che riceve l’Ucraina nello stesso periodo.

READ  Questo è il primo paese al mondo che può imporre la reclusione alle persone non vaccinate

Secondo il ministro della Difesa danese, Gen Quaresima fiamminga, La Russia ha dimostrato di essere “più forte del previsto” e ha sfruttato il conflitto per creare “un’economia di guerra, una situazione che le consente di ricostituire il suo potere di combattimento e di ricostituire le sue riserve molto più rapidamente di quanto pensassimo”. “La Russia utilizzerà la sua potenza militare per sfidare la NATO”, ha sottolineato Lintfer. Se ciò accadesse, ha detto Mosca, “controllerà il 35% di tutti i mercati globali del grano”. La settimana scorsa il Cancelliere tedesco ha annunciato: Olaf SchulzPrima di un viaggio a Washington ha annunciato che il suo Paese non sarà in grado di fornire le armi di cui Zelenskyj ha bisogno, motivo per cui “dobbiamo fare tutto il possibile per impedire alla Russia di uscire vittoriosa”.

Mentre il primo ministro tedesco si recava a Washington per intrattenere colloqui bilaterali con Joe Biden, volti a consentire al Campidoglio di fornire assistenza a Kiev, venivano pubblicati i dati sulla crescita dell'economia russa. Nel corso del 2023, la produzione lorda è aumentata del 3,6%, trainata dai consumi, dall’aumento delle esportazioni e dall’industria militare. Le contraddizioni interne all’Unione Europea e il fallimento dei negoziati in Campidoglio sono stati messi in luce giovedì scorso nell’intervista condotta da Trump Tucker Carlson A Vladimir Putin. Il dialogo tra il leader russo e l'ex personaggio di Fox News è avvenuto nella stessa settimana in cui è fallito l'accordo per la concessione di 60 miliardi di dollari in aiuti militari all'Ucraina, 14 miliardi di dollari a Israele e altri 10 miliardi di dollari in aiuti umanitari all'Ucraina e a Gaza. E la Cisgiordania.

READ  Le forze russe catturarono la città di Berdyansk ed entrarono con la forza a Kherson.

Dall’inizio del conflitto nel febbraio 2022, l’Unione Europea ha contribuito a Kiev con circa 100 miliardi di dollari, con un impatto diretto sull’economia della comunità. Nell’ultimo contributo recentemente promesso dall’Unione Europea – che era il Primo Ministro ungherese Viktor Orbán Essendo il suo oppositore più ostinato, assicura l'esborso di altri 50 miliardi di dollari mentre crescono le proteste nel settore agricolo e la produzione industriale crolla in Germania. Un sondaggio pubblicato la scorsa settimana da Consiglio europeo per le relazioni estereRiguardo alle elezioni parlamentari di giugno, egli avverte di una possibile sconfitta del globalismo neoliberista, rappresentato dal gruppo parlamentare più ossessionato dal ritardare la resa dell’Ucraina.

L’impasse bellica che avvantaggia Mosca, il declino morale delle forze ucraine, le contraddizioni interne al blocco NATO e le possibili vittorie di Trump e Orban nelle elezioni del 2024 – presidenziali negli Stati Uniti e parlamentari nell’UE – spiegano la negligenza e la mediocrità. Con cui Putin ha salutato Carlson.