Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia vive oggi uno sciopero contro il bilancio del governo di Giorgia Meloni.

L’Italia vive oggi uno sciopero contro il bilancio del governo di Giorgia Meloni.

Roma, 17 novembre (EFECOM).- L’Italia dovrà affrontare giovedì uno sciopero di otto ore nei settori della sanità e dell’istruzione e uno di quattro ore nei trasporti, con i due sindacati di maggioranza CGIL e UIL che si sono espressi contro la finanziaria. Georgia Meloni è stata riconosciuta dal governo e ha anche organizzato manifestazioni in diverse città del Paese.

In un primo momento lo sciopero di otto ore dei trasporti è stato indetto solo in alcune città del Centro Italia, ad esempio non si fermerà a Milano o Napoli, dove lo sciopero è stato indetto per un altro giorno, ma il Ministro del Dipartimento e Vicepresidente del Governo, Matteo Salvini, l’ha limitata a quattro ore.

Per questo motivo, secondo il governo, finalmente lo sciopero dei trasporti dalle 9:00 alle 13:00 (8:00-12:00 GMT) garantirà i diritti dei cittadini, cosa che ha provocato la rabbia dei sindacati. , lo sciopero non avrà ripercussioni sul settore dell’aviazione.

Nel settore dell’istruzione è stato indetto uno sciopero di otto ore, quindi molte scuole e università restano chiuse, ma altri centri restano aperti agli studenti.

In sanità vengono garantiti i servizi ritenuti “essenziali”, ma molti specialisti o medici del lavoro non partecipano alle visite.

I vigili del fuoco scioperanno dalle 9 alle 13, mentre i lavoratori stradali e autostradali si fermeranno per le ultime quattro ore di ogni turno di lavoro.

A Roma sono in sciopero anche taxi, lavanderie industriali e servizi di raccolta rifiuti. L’AMA, che si occupa della gestione dei rifiuti nella capitale, ha annunciato che garantirà i servizi minimi essenziali.

“Quando è troppo è troppo!” Con lo slogan, Cgil e Uil hanno indetto uno sciopero per chiedere “aumento dei salari, ampliamento dei diritti e opposizione ad una legislazione di bilancio che non impedisca il drammatico impoverimento dei lavoratori, dei pensionati e dei pensionati”. Il futuro è per i giovani”.

READ  Berlusconi sta mobilitando il suo impero mediatico dietro il candidato presidenziale in Italia

I vertici delle due organizzazioni sindacali parteciperanno ad un comizio nella centrale piazza del Popolo a Roma, al quale non parteciperà l’altro principale sindacato italiano, la Cisl, che non sostiene lo sciopero perché lo considera “sproporzionato”. .”

Oggi in Sicilia è stato indetto uno sciopero che interesserà soprattutto le regioni centrali per il 20 novembre, il 27 toccherà alla Sardegna, mentre il 24 novembre uno sciopero di 8 ore o un turno intero interesserà tutti i lavoratori. Regioni settentrionali. EFECOM

ccg/signor/prb

(Foto) (Video)