Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia protegge i suoi ghiacciai dallo scioglimento in estate

L’Italia protegge i suoi ghiacciai dallo scioglimento in estate

L'Italia prepara il Ghiacciaio Presina per l'estateatlante


  • Dal 2008 l'Italia protegge il Ghiacciaio Presina con una coperta termica durante il periodo estivo


  • L'enorme telo riflette la luce del sole e in questo modo viene mantenuta la copertura nevosa sul ghiacciaio.


  • Con questa procedura si evita che circa il 70% del ghiaccio che raffredda il ghiaccio si sciolga

Al Nord Italia, Da un po 'di tempo, Proteggere IL Ghiacciai Dal sole e dal caldo estivo in un modo che sembra funzionare: li ricoprono La coperta termica riflette la luce solare. È così che il Paese è riuscito a impedirlo fusione Ghiaccio in Trentino.

Ci vuole quasi un mese per coprire una superficie di 120.000 metri quadrati con pezzi lunghi 70 metri e larghi cinque. Secondo le autorità è grazie a questo “riparo” che il Ghiacciaio Presina ha potuto esistere Mantiene circa il 70% del suo manto nevoso Durante l'estate, nonostante le alte temperature.

Negli ultimi 15 o 20 anni abbiamo assistito a una tendenza sostenuta al declino dei ghiacciai, afferma Christian Casarotto, un esperto di ghiacciai. “Questa è forse la manifestazione più sorprendente del riscaldamento globale in corso”, aggiunge.

Immagini Gettytelecinco.es

Altre iniziative per la tutela dei ghiacciai

Questo non è l'unico progetto proposto per proteggere i ghiacciai sempre più vulnerabili del mondo. La geoingegneria fa un ulteriore passo avanti e si propone di proteggerli Pareti sottomarine costruite da robot o pompando acqua fredda Attraverso ampi tunnel scavati sotto il ghiaccio.

Per questa parte, È un'iniziativa sostenuta da Bill Gates Si impegna a impedire che la luce solare raggiunga la superficie della Terra attraverso… Distribuzione del carbonato di calcio nell'atmosferaChe fungerebbe da “tenda” protettiva. I test inizieranno quest’estate.

READ  I trapianti scompariranno nella medicina futura?