Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Italia lotterà per la preoccupazione nella Società delle Nazioni, Inghilterra e Germania

Al di fuori di Qatar-2022, l’Italia si consola con la Società delle Nazioni, dove giocherà la “Final 4” dopo la vittoria per 2-0 sull’Ungheria a Budapest, mentre Inghilterra e Germania hanno pareggiato 3-3 nell’ultima giornata di lunedì . A due mesi dal Mondiale ha seminato molti dubbi.

Nel girone A3 le ‘Azzurra’ hanno chiuso con 11 punti, un punto in più rispetto a Ungheria, Germania (7) e Inghilterra (3), già retrocesse, arrivate senza opzioni.

Gli italiani si sono distinti, soprattutto in definizione, nella ‘finale’ alla Puskas Arena di Budapest, tra due squadre che non hanno partecipato al Mondiale in Qatar.

Con questa qualificazione alla “Final 4” che si giocherà a giugno del prossimo anno in una sede ancora da definire, Croazia e Olanda si sono già qualificate, regalando una piccola consolazione al “Nacionale” dopo l’errore. È stato eliminato dalla Coppa del Mondo per la seconda volta consecutiva.

Giacomo Raspadori (27) e Federico Dimarco (52) sono stati gli autori dei gol che hanno messo fine al sogno dell’Ungheria, con il suo capitano Adam Szalai che ha giocato i suoi ultimi minuti da nazionale.

L’Italia campione d’Europa in carica è uscita alla ricerca del gol dall’inizio della partita poiché non è riuscita a pareggiare per qualificarsi. La sua spinta offensiva è stata premiata e tornerà a lottare per il titolo come l’anno scorso a Milano.

“Il Mondiale è una ferita aperta e abbiamo bisogno di queste partite per ravvivare lo spirito sapendo che non possiamo tornare indietro. Dobbiamo tornare indietro e farlo per tutta l’Italia”, ha dichiarato il portiere Gianluigi Donnarumma.

– Festa dei gol a Wembley –

A Wembley, Inghilterra e Germania hanno dimostrato di non vivere al meglio, in particolare in difesa, rinunciando a una divertente ma preoccupante bagarre in quello che è l’ultimo Test prima della Coppa del Mondo.

READ  La Serie A pone en el mercado los derechos de Copa Italia

La Germania, rivale della Spagna in Coppa del Mondo (che martedì passerà alla ‘Final 4′ contro il Portogallo a Praga) ha pareggiato fino al 72’ grazie ai gol di Ilkay Gundogan (rigore, 52) e Kei Havards (rigore, 52). 67)

Ma il giorno in cui hanno giocato a “God Save the King” a Wembley per la prima volta in 70 anni, l’Inghilterra si è ripresa per consentire loro di arrivare in Qatar con il morale migliore.

Luke Shaw (72), Mason Mount (75) e Harry Kane hanno portato gioia sugli spalti di Wembley dai rigori dopo un gioco rivisto su VAR (83).

Alla fine Howards (87) ha sfruttato il recupero del portiere Nick Knopp per sigillare la sua doppietta sul 3-3.

L’Inghilterra, che ha perso il difensore centrale John Stones (36) per infortunio, aveva un altro difensore, Harry Maguire, che sognava.

Il giocatore dello United, che negli ultimi tempi ha attirato l’attenzione per i suoi gravi falli, ha realizzato i primi due gol tedeschi.

Per prima cosa perde palla e prende un netto rigore senza assecondare il break del talentuoso Jamal Musala. Gundogan non ha fallito.

Ha quindi intrapreso un’avventura offensiva e ha subito nuovamente delle perdite. La Germania ha perfezionato il contropiede e Howards, il miglior marcatore di tutti i tempi del mondo, si è aggiunto.

“Siamo rimasti delusi, abbiamo vinto 2-0… Nel secondo tempo abbiamo giocato bene per 20 minuti, ma dopo 2-1 abbiamo affondato un po’, è una cosa che non può succedere a noi. Sta a noi. Da sistemare , ma ci sono molti aspetti positivi”, ha detto l’allenatore tedesco Hansi Flick.

READ  Mal di testa per gli arbitri di Quadrato: "Difficile prendere la decisione giusta su di lui"

In assenza di altre caratteristiche, l’Inghilterra ha mostrato la propria classe segnando tre gol in dieci minuti.

mc-pm