Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’ingresso di Lufthansa in ETA Airways è un “successo” per Italia, Germania ed Europa

L’ingresso di Lufthansa in ETA Airways è un “successo” per Italia, Germania ed Europa

Roma, 3 luglio (EFI). – Il ministro italiano dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, ha considerato “un successo” l’approvazione concessa oggi, mercoledì, dalla Commissione europea per l’ingresso della compagnia aerea tedesca Lufthansa nel capitale della compagnia aerea italiana ETA. .” Nata dal fallimento dell’Alitalia e di proprietà dello Stato italiano.

Giorgetti ha detto, in una conferenza stampa congiunta a Roma con il numero uno di ETA Airways, Antonino, che il via libera all’Europa, che arriva “dopo difficili trattative durate quasi un anno”, rappresenta “un grande successo italiano, tedesco ed europeo. ” Tureci e l’amministratore delegato della Lufthansa Carsten Spohr.

“Con questo processo, – ha aggiunto – chiudiamo oggi una questione storica” ​​che ha avuto una lunga coda negli ultimi tempi, dopo “la risoluzione positiva della questione, che è una vittoria per questo governo e per l’intero Paese”.

“Una soluzione positiva arriva con l’operatore Lufthansa, che ci incoraggia con la possibilità di sviluppare il traffico aereo dall’Italia”, così “Roma diventerà un centro” per l’America, l’Africa e l’Asia”, ha celebrato Giorgetti, esprimendo la sua soddisfazione per questo . La strategia pianificata “segue un percorso complesso, arduo e difficile”.

Il responsabile dell’Economia ha inoltre sottolineato che attraverso questo processo “gli italiani non dovranno più contribuire ‘miliardari per coprire le perdite’ subite da Ita Airways”.

Ha sottolineato inoltre che questa è “l’unica soluzione per dare una prospettiva a lungo termine a tutti gli attuali ed ex dipendenti” di Alitalia, e alla luce di ciò sarà possibile riconsiderare “il riassorbimento dei dipendenti che dipenderà dallo sviluppo” della compagnia. eta.

Ha aggiunto che la compagnia sarà sottoposta ad “un piano industriale che sarà rafforzato lavorando con Lufthansa”.

READ  Attenti a Matrix, il mercato finanziario reale | Opinione

Spohr si è detto “molto soddisfatto” dell’operazione. Il direttore della compagnia tedesca ha dichiarato dopo l’operazione: “Itarwise, benvenuto nel Gruppo Lufthansa”.

La Commissione europea ha affermato che il processo per il quale è stata concessa oggi l’approvazione sarà completato solo quando le parti attueranno una serie di impegni che includono il trasferimento di asset, l’apertura di rotte a corto raggio e misure per rafforzare la concorrenza sulle rotte a lunga percorrenza. Commissione europea).

La Commissione europea ha aperto un’indagine approfondita sul sospetto che l’acquisto da parte di Lufthansa di una quota del 41% di Ita Airways potrebbe ridurre la concorrenza sia sui voli a corto che a lungo raggio, dove le due compagnie sono concorrenti stretti.

Per risolvere i dubbi dell’esecutivo comunitario, Lufthansa e lo Stato italiano – che possiede Ita attraverso il ministero dell’Economia – si sono impegnati a mettere a disposizione di “una o due compagnie aeree concorrenti” gli asset necessari per operare voli non-stop da Roma o Milano. Per destinazioni in Europa Centrale.

Il processo era stato chiuso dal governo italiano e da Lufthansa lo scorso maggio, quando la compagnia aerea tedesca si era impegnata davanti allo Stato italiano ad acquisire il 41% del capitale di Ita Airways, da anni alla ricerca di un partner, per 325 milioni di euro. .

Eta Airlines è stata fondata nell’ottobre 2021 come compagnia aerea indipendente dal suo predecessore Alitalia, smembrata dopo numerosi tentativi per evitare la liquidazione e dopo anni sull’orlo del fallimento.

L’Associazione italiana per i diritti degli utenti e dei consumatori ha celebrato che “l’Italia si è finalmente sbarazzata di Alitalia, nonostante la sua eredità chiamata Eta Airlines”.

READ  La Spagna spenderà il 7,3% del PIL per la salute nel 2021, al di sotto della media UE.

La stessa organizzazione ha affermato: “Il periodo decennale in cui una compagnia aerea nazionale ha accumulato debiti e assorbito il denaro dei contribuenti italiani ed europei avrebbe dovuto finire molto tempo fa”. Evie

gma/signor/pddp