Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L'incredibile storia dell'uomo più vecchio del mondo, un truffatore che morì 30 anni fa nella sua casa

L'incredibile storia dell'uomo più vecchio del mondo, un truffatore che morì 30 anni fa nella sua casa

Sojin Kato avrebbe dovuto ricevere il titolo di uomo più anziano del mondo nel giorno del suo 111esimo compleanno

A Tokyo, in Giappone, è tutto pronto per una grande festa. Doveva essere assegnato a Sujin Kato Come l'uomo più grande del mondo. Era il 2010 e questo vecchietto era nato nel 1899. Aveva 111 anni Prima della cerimonia, i media giapponesi hanno parlato dell'uomo che ha attraversato tre secoli.

L'aspettativa era molto alta. Alcuni media hanno addirittura preparato una sorpresa per l'anziano Sojin. Nessuno capiva cosa sarebbe successo pochi minuti dopo. Una delle truffe più grandi del Paese verrà scoperta in diretta dalla televisione nazionale giapponese. Non ci sarà altro di cui parlare a Tokyo nei prossimi mesi.

Questo paese asiatico è conosciuto come una delle zone blu più famose al mondo (luoghi in cui gli esseri umani raggiungono la durata di vita più lunga) e questi record per “l'uomo o la donna più anziani del mondo” sono spesso battuti. In questo caso è stato speciale perché Catone aveva 111 anni. Un fatto insolito, anche in Giappone.

Poi è arrivato il momento decisivo in questa storia. Quando i funzionari della capitale giapponese si sono avvicinati alla casa per salutarlo, hanno notato un atteggiamento nervoso da parte della famiglia. “Ciao, siamo venuti a trovare Sojin per il suo compleanno. È diventato l'uomo più anziano del mondo. I leader hanno detto: 'Vogliamo congratularci con te per i tuoi risultati'”. La famiglia è rimasta in silenzio. Cominciarono a guardarsi nervosamente.

La famiglia Sujin ha vissuto con il corpo mummificato del vecchio per 30 anni (illustrazione)
La famiglia Sujin ha vissuto con il corpo mummificato del vecchio per 30 anni (illustrazione)

La nipote si prendeva cura dei visitatori e non permetteva loro di passare. “Mio nonno non vuole vedere nessuno. Apprezziamo ancora il saluto. “Ti riferirò il messaggio”, disse esitante la donna, e la mano in cui teneva una tazza di tè caldo tremava.

Gli agenti sono immediatamente usciti di casa e hanno chiamato la polizia. Gli agenti arrivarono in pochi minuti, rispettando la puntualità giapponese, e scoprirono che la famiglia Sujin viveva con I resti mummificati di Catone. Le ossa dell'uomo, che avrebbe dovuto avere 111 anni, giacevano sul suo letto. Nessuno nel vicinato sospettava nulla né chiedeva mai del vecchio. Sono passati circa 30 anni.

READ  L'onda micron in Argentina ha cominciato a diminuire

Studi successivi sui resti di Catone indicarono che il corpo era quello di un uomo morto tre decenni prima della sua scoperta. Un iniziato Scandalo mediatico di grande impatto in Giappone.

Secondo gli esperti, Sojin è morto per 30 anni nella sua stanza della casa di famiglia
Secondo gli esperti, Sojin è morto per 30 anni nella sua stanza della casa di famiglia

Per tutto il 2010, il governo municipale di Tokyo ha tentato di intervistare Kato. L'idea era di prepararlo per la sua festa del 111esimo compleanno in cui avrebbe battuto il record e sarebbe diventato un detentore del record L'uomo più vecchio del mondo. Ogni volta che visitavano la casa, i parenti rispondevano evadendo. Il vecchio non era mai disponibile. O stava facendo un pisolino oppure sentiva un disagio che gli impediva di ricevere gli ufficiali. Tuttavia non c'erano dubbi sulla situazione di Soojin.

Tutto è scoppiato il giorno del compleanno del vecchio. Lì la polizia trovò un corpo mummificato e studi successivi confermarono che si trattava di Kato. Il vecchio era sdraiato sul letto, in biancheria intima e pigiama, coperto da una coperta.

Parenti di Catone Hanno cercato di difendersi non appena la polizia ha scoperto il corpo nella stanza. La nipote ha detto alla polizia che l'uomo più anziano “si è chiuso nella sua stanza per più di 30 anni ed è diventato un uomo”. Budda vivente”.

L'ultima volta che la sua famiglia vide Catone, l'uomo annunciò che sarebbe diventato...
L'ultima volta che la sua famiglia vide Kato, l'uomo dichiarò che sarebbe diventato un “Buddha nel suo stesso corpo”, una pratica estrema della setta buddista Shingon (illustrazione)

L'ultima volta la tua famiglia Catone videL'uomo dichiarò che sarebbe diventato un “Buddha nel proprio corpo”, una pratica estrema della setta buddista Shingon.

In questo modo, il vecchio si rifiutò di mangiare o bere mentre meditava confinato nella sua stanza per raggiungere quello stato unico di Buddità. In questo modo si garantisce che il corpo risultante non si decomponga, ma venga mummificato in modo naturale.

READ  Il record storico del prezzo dell'elettricità in Spagna ruota attorno al governo di Pedro Sanchez

Kato, un praticante del buddismo, ha cercato di raggiungere uno stato Satori. Quel momento in cui si scopre con chiarezza che esiste solo il presente. In questo momento, il tempo è solo un concetto. Il passato e il futuro sono solo un'illusione, come l'intero mondo fisico. Il satori è un momento di comprensione al massimo livello, trascende l'esperienza terrena.

Nel Buddismo si dice che una persona ha il proprio satori, e l'unica cosa che farà sarà eliminare il conflitto mentale, o chiarire la sua comprensione del significato della vita, o ristrutturare la sua personalità in un modo che gli permetta di vivere . Più contenuti. Tuttavia, continuerai a lavorare, mangiare, dormire o pagare le tasse. Nel caso Catone, forse il confinamento della meditazione è stato troppo lungo. O almeno la famiglia non ha misurato i rischi di trascorrere molto tempo senza cibo né acqua.

Il caso contro Los Cato andò avanti e un'autopsia determinò la data esatta della morte del vecchio (illustrazione)
Il caso contro Los Cato andò avanti e un'autopsia determinò la data esatta della morte del vecchio (illustrazione)

Ma qual è l'altro motivo dietro il caso di Soojin? Perché una famiglia dovrebbe vivere con il corpo di uno dei suoi membri per tre decenni? L'ipotesi immediata della polizia era che l'unico obiettivo fosse riscuotere la pensione del nonno di famiglia. Nei 30 anni successivi alla sua morte, la famiglia Kato avrebbe frodato lo stato giapponese per 109.000 dollari depositati in yen sul conto bancario di Kato.

“La sua famiglia deve aver saputo che era morto in tutti questi anni e si è comportata come se nulla fosse successo. “È molto inquietante pensare che un'intera famiglia stava cenando o che i bambini stavano facendo i compiti e il corpo di Catone era a pochi metri di distanza. .” Yutaka Muroi ha detto.Un funzionario dell'assistenza sociale della città di Tokyo ha detto ai media locali che la notizia del ritrovamento del corpo era nota.

READ  "Sono una donna trans e il mio partner è un uomo etero".

Il caso contro Katus andò avanti e un'autopsia determinò quasi la data esatta della morte del vecchio. L'uomo più grande del mondo non lo era. L'anziano morì a metà novembre 1978 all'età di 79 anni. La sua famiglia tenne segreta la sua morte per poter continuare a riscuotere la rendita. Il vecchio non aveva amici e nessuno chiese di lui quando smettevano di vederlo nel quartiere. Sembrava il piano perfetto. Tutto finché Soojin non ha battuto il record di uomo più grande del mondo.

Nell'agosto 2010, dopo il ritrovamento del corpo di Kato, furono ritrovati due dei suoi parenti, Michiko Kato, 81 anni, figlia di Kato, e Tokimi Kato, 53 annisua nipote, fu successivamente accusata di aver commesso una frode ai danni dello Stato.

Si ritiene che Catone avesse diritto alle prestazioni sociali di vecchiaia una volta raggiunti i 70 anni e la sua famiglia potrebbe aver visto l'opportunità di continuare a riscuoterle dopo la sua morte. Morte nel 1978. Gli investigatori hanno rivelato che i parenti arrestati hanno commesso una frode ingannando l'Associazione di mutuo soccorso degli insegnanti delle scuole pubbliche giapponesi, che trasferiva denaro sul conto di Kato, anche se la sua morte non era mai stata denunciata.

La figlia di Catone è stata condannata a due anni di carcere per frode. La sentenza è stata annunciata pochi mesi dopo il ritrovamento del corpo. Il giudice ha definito il delitto “atroce”. La donna, però, ha restituito il denaro e si è scusata per il suo gesto.

Cosa avrebbe provato Sojin prima di morire? Come hai sopportato la fame o la sete, o cosa hai pensato in quei momenti? Avrebbe chiesto aiuto prima di perdere tutte le forze? È noto che la famiglia Sujin viveva con un cadavere “Buddha vivente” Per tre decenni ricevettero la pensione, mentre passavano con noncuranza attraverso la porta chiusa della stanza di nonno Catone.