Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Ibex 35 è salito a metà sessione, superando 8.830 punti grazie alle banche

L’Ibex 35 continua a salire nell’ultima seduta del mese (+ 0,16%) attestandosi a 8.883 punti. Escludendo il FTSE MIB italiano (-9,81%), le azioni europee sono scambiate in rialzo, con l’indice Dax tedesco che guida le rivalutazioni del + 0,48%. Il CAC 40 è salito dello 0,06% e il London FTSE 100 è salito dello 0,27%. L’Eurostoxx ha registrato un guadagno dello 0,09%.

I valori IBEX 35 che evidenziano a metà sessione sono: Banco Sabadell, 6,39%; Mapfer che cresce dell’1,58% e AINA dell’1,4%. È stato seguito da BBVA e Banco Santander che hanno aggiunto rispettivamente l’1,3% e l’1,15%.

Il calo dell’utile netto del Banco Sabadell del 22% a 73 milioni di euro è dovuto, in gran parte, al fatto che l’entità catalana ha registrato un forte calo del risultato delle operazioni finanziarie (ROF) dell’84,5% a 23 milioni.

BBVA ha realizzato un utile di 1.210 milioni nel primo trimestre e supera i suoi conti per il 2019. Dopo aver raggiunto la lira, l’entità si sta riprendendo e guadagna il 96% in più in Turchia. I risultati di BBVA hanno superato le stime di mercato nonostante il rendimento da dividendi sia sceso al 3,6%.

In rosso, il ribasso più evidente è Siemens-Jamisa, che allarga il ribasso e riduce l’1,73%; Indra 1,09% e ArcelorMittal 1,06%

Nel mercato in corso, il rialzo più elevato è stato in Naturhouse, in crescita del 3,98%, seguito da Aedas Homes (+ 3 %%). Al contrario, il DIA ha perso il 7,11% dopo il trend ribassista di ieri. Deulio ha ottenuto il 6,83% e Bodegas Riojanas -3,39%.

Nell’agenda macroeconomica di oggi, la pubblicazione della prima stima del PIL per il primo trimestre del 2021 evidenzia l’Eurozona e le sue quattro principali economie: Germania, Francia, Italia e Spagna. Contrariamente a quanto visto ieri negli Stati Uniti, il PIL dell’Eurozona è nuovamente sceso su base trimestrale, confermando che l’economia della regione è entrata ancora una volta in una recessione tecnica. In questo senso, il PIL dell’Eurozona è sceso dello 0,6%.

READ  La Germania indaga sul cambio di proprietà del maggiore azionista russo in TUI | comp

“Dietro questa performance relativa peggiore dell’economia dell’Europa continentale in relazione agli Stati Uniti o persino ai britannici, c’è un processo di vaccinazione molto scarso contro il Covid-19, che ha impedito ai paesi la capacità di far fronte a certe garanzie per la nuova ondata di un pandemia, spingendo i governi della regione a utilizzare l’unico strumento di cui fidarsi: le restrizioni generalizzate alla circolazione dei cittadini e all’attività di molte aziende, soprattutto quelle che richiedono servizi. Maggiore interazione personale “, come spiegano da Link Securities.

L’indice generale dei prezzi all’esportazione per i prodotti industriali ha registrato un aumento del 5% tra gli anni. Lo scorso marzo, il più grande rimbalzo dall’aprile 2017. Da parte loro, i prezzi all’importazione di questi prodotti sono aumentati dell’1,3% rispetto a marzo 2020, con un aumento di 4,5 punti rispetto al mese precedente.

Attività commerciali

Strategie di trading a breve termine. Le posizioni di ingresso sono corte e lunghe.

Dall’altro lato, Il commercio al dettaglio ha registrato un aumento storico delle vendite del 18,1% a marzo Rispetto allo stesso mese del 2020, termina 12 mesi consecutivi di cali anno su anno, come riportato venerdì dall’Istituto nazionale di statistica (INE).

Riguardo a Il PIL della Spagna, l’economia è scesa dello 0,5% nel primo trimestre dell’anno, tornando così su valori negativi Avendo registrato tassi rispettivamente del 17,1% e dello 0,0% nel terzo e nell’ultimo trimestre del 2020

Crescita del PIL della Francia dello 0,4% Nei primi tre mesi del 2021, dopo aver registrato una contrazione dell’1,4% nel quarto trimestre del 2020, secondo una lettura preliminare dei dati pubblicati dall’Istituto di statistica francese, INCI.

READ  L'Eurozona registra un altro mese con inflazione record

In Italia il PIL si è contratto dello 0,4% e in Germania dell’1,7%.

secondo Il tasso di disoccupazione in Spagna nel primo trimestre del 2021 è del 15,98%. Contro 16.60% previsto contro 16.13% del dato precedente. L’economia spagnola ha distrutto 137.500 posti di lavoro nel periodo gennaio-marzo a causa dell’impatto dell’epidemia, ma la disoccupazione è scesa al 15,98%, secondo l’indagine sulla forza lavoro dell’Istituto Nazionale di Statistica.

L’euro è in calo dello 0,26% rispetto al dollaro USA ed è sostituito da 1,2092 “dollari”.

Il benchmark del petrolio West Texas Intermediate (WTI) è in calo dello 0,85% e scambiato a 64,29 $, mentre il benchmark europeo del petrolio greggio Brent è di 67,47 $ dopo aver toccato mezzo punto percentuale.

Il premio di rischio della Spagna è aumentato del 2,12% a 67,40 punti base, mentre il tasso di interesse sulle obbligazioni spagnole a 10 anni è salito allo 0,47%.

Chiudere i mercati azionari in America Latina

Le valute latinoamericane stanno diminuendo prima che la valuta statunitense continui ad apprezzarsi. I dati economici positivi del vicino settentrionale del continente si sono aggiunti al dollaro e, ad eccezione del Real brasiliano, che è cresciuto dello 0,49%, il valore delle altre valute della regione è diminuito. Principalmente il peso cileno che ha perso l’1,15%, seguito dal peso messicano e colombiano che hanno perso rispettivamente lo 0,63% e lo 0,52%.

Per quanto riguarda gli indici di borsa, sono scesi ad eccezione dell’IPC messicano che è salito dello 0,85%, seguito dall’indice di Lima che è salito dell’1,62% dopo diversi giorni di ribasso. Tuttavia, l’indice brasiliano Bovespa è sceso dello 0,49% a causa delle prese di profitto di Petrobras e delle società agricole. In calo anche l’IPSA cileno e il Colcap (rispettivamente 0,95% e 0,63%).

READ  La nuova città più bella della Spagna per il 2022