Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Liberato Leyendeker, calciatore di Agropecuario che ha infortunato Zeballos: “Sento che mi hanno crocifisso prima di sapere chi ero”

Milton con la casacca Sojero e il calcio in questione (Foto: Agropecuario)

A me non è mai successo, inoltre, non sono mai stato licenziato prima, nemmeno nella Loira. Immagino di aver mangiato il commento solo una volta per un cinque giallo. E alla B Nacional ha preso due cartellini gialli in 20 date”.

questo martedì, Agricoltura Carlos Casares Güemes riceve il primo cittadino. Milton Lindeker Sa che non potrà giocare: viene squalificato per l’infortunio Exequiel Zeballos Nel duello prima Boca Juniors per la Coppa d’Argentina. Inoltre non sa quando potrà rifarlo, perché la punizione finale deve ancora essere emessa. Una settimana dopo l’evento, il difensore 24enne ha affermato di essere “un po’ più calmo”, anche se aveva ancora in mente l’errore che ha mandato Changuito in sala operatoria: la ferita al legamento della caviglia destra e alla schiena della tibia richiederebbe tra i 4 ei 6 mesi di riabilitazione, lasciando un’impronta sull’autore del reato. “Quando ho saputo cosa era successo a Exequiel ero preoccupata, e quando ho ricevuto il referto medico ero più preoccupata. Ho scelto di andare a trovarlo in clinica, gli ho scritto, e con il caos dell’operazione lui non sapeva rispondermi, e quando sono arrivato in clinica, mi ha risposto. Lo vedevo’, amplia il dialogo con lui Infobae.

Com’è andata la conversazione con Zeballos?

– Siamo arrivati ​​in clinica e abbiamo chiesto di entrare e ci hanno detto che solo i parenti possono entrare nella stanza. Abbiamo chiamato diverse persone per vedere se potevamo realizzarlo, ci hanno dato l’approvazione e siamo saliti nel loro appartamento. Mi ha salutato, l’ho salutato, mi sono scusato, sono rimasto sorpreso che mi abbia trattato bene. È un ragazzo molto umile, abbiamo avuto una conversazione tranquilla. Gli ho detto che gli auguravo la migliore e più rapida guarigione possibile, che sarebbe tornato meglio e che ero disponibile. Mi ha ringraziato per questo gesto, e quello che gli importava era quel gesto. Questo mi ha fatto calmare.

READ  Richiesta disperata di un ex giocatore dell'Inghilterra del Mondiale che è stato rilasciato: 'Fammi dimostrare che sono in buona forma'

– Qual è la tua valutazione del calcio dalla distanza? Perché non hai notato in quel momento che avresti potuto ferire l’avversario?

– Nella commedia, sono onesto, non avrei mai pensato che mi avrebbero licenziato. Quando ho fatto un errore, non pensavo nemmeno di averlo ferito. Ecco perché me ne sono andato, pensavo che con il giallo fosse buono. È passato, mi ha passato la palla. Quello che ho obiettato all’arbitro è il cambio del cartellino. E quando ho visto la partita negli spogliatoi, era molto più tranquillo, ho capito che era più forte di quanto mi sentissi in campo. La stessa cosa quando l’hanno portato fuori dal campo e l’ho visto piangere.

Leyendeker calcia a Zeballos

Come si allinea con tutte le opinioni che riguardavano lo spettacolo? Si diceva che eri cattivo o cercavi di fare del male.

– Dopo l’espulsione, non immaginavo cosa mi stesse aspettando. Tante cose sono state dette, ho cercato di non dar loro troppa importanza perché sapevo quello che facevo, non avrei fatto del male intenzionalmente a qualcuno, lo sa anche chi mi conosce. L’unica cosa che contava per me era il referto medico di Exequiel e stava bene.

Come sono stati i giorni seguenti?

– Ho ricevuto molte minacce e insulti e il mio cellulare è esploso. La maggior parte di loro erano su Facebook, Instagram e Twitter. E continuano ancora. Non gli do una palla, gli ho già parlato. E per chi mi conosce, non era necessario spiegarselo, mi hanno inviato il loro sostegno da soli. Non potevo rispondere a tutti, ora colgo l’occasione per ringraziarvi. Mi sento come se fossi stato crocifisso prima di sapere chi sono. Tutti quelli che mi conoscono sanno che sono onesto. Sono quello che hanno visto in clinica.

READ  Giovani bagnini che potranno rappresentare l'Argentina nel soccorso idrico mondiale

Sono stati inoltre sollevati dubbi sulla possibilità che l’espulsione all’inizio del gioco sia correlata alle scommesse.

-Questo è del tutto irragionevole. Lascerò la mia squadra con una squadra inferiore, giocando contro il Boca, nella partita che tutti vogliono fare…?

– Non hai paura che il segno ti rimanga addosso, che il tuo nome venga associato per sempre al calcio?

So che i fan si ricorderanno di me per molto tempo. Ma mi lascia in pace perché ho parlato con Exequiel e gli ho spiegato tutto. Mi sono scusato con i miei compagni negli spogliatoi perché li ho lasciati di meno, sarebbe stata una partita 11v11, e ho fatto lo stesso con l’allenatore e il presidente. Mi dicono solo che non ce n’è bisogno, che sanno cosa sono come persona. E che combatteremo tutti insieme affinché la punizione non sia sproporzionata. Per quanto riguarda quello che dicono i tifosi, cercherò di assordare le nostre orecchie e andare avanti, perché il calcio è il mio lavoro.

Leyendeker è uscito da una cava di NewellDove è venuto a giocare quattro partite in prima divisione. Ha ritrovato per ben due volte l’estasi che Zeballos sta vivendo oggi. “Nel 2017 mi sono rotto il legamento crociato del ginocchio destro e nel 2020 mi sono rotto il legamento crociato del ginocchio destro. Sono due anni che non gioco, mi chiedo cosa mi sarebbe successo al Newell’s se non avessi avuto l’infortunio”, spiega il difensore di Classe 98. La sua presenza ad Agropecuario lo ha mostrato salire fino al fatidico calcio.

Milton, che gioca nella lega inferiore contro il Boca, con la maglia di Newell
Milton, che gioca nella lega inferiore contro il Boca, con la maglia di Newell

Sono preoccupato per la questione della punizione. Ero in un momento molto buono, ero titolare, ho un contratto con il club, ho già parlato con il presidente del rinnovo, Sono un bambino umile, non l’ho lasciato. Ho un contratto normale e non faccio fortuna. Ho un contratto con qualsiasi lavoratore che lavora otto ore, guadagno più o meno‘ esprime preoccupazione.

READ  Ospite speciale al PSG-Lipsia per vedere Messi in Champions League

“Ho bisogno di giocare, ho bisogno di lavorare. Non ho mai voluto farmi male. Capisco che devono punirmi perché è stato un errore sproporzionato, chiedo solo che non mi taglino la razza. In più aiuto la mia famiglia, Aiuto mia madre che è con la mia sorellina (ha 7 sorelle) “Mia madre fa il cibo in casa da vendere. E cerco di aiutarla il più possibile”, conclude Maciel, nativo della contea di Santa Fe.

Continuare a leggere: