Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’Europa riduce l’acquisto di auto “Made in Spain”.

L’Europa riduce l’acquisto di auto “Made in Spain”.


Secondo i dati ANFAC













IL Esportazione auto Hanno chiuso il 2022 con una crescita a 35.164 milioni di euro, solo il 2,8% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’attività commerciale ha accumulato un saldo positivo della bilancia commerciale di 16.457 milioni e ha contribuito maggiormente all’attività commerciale in Spagna. Tuttavia, l’automobile ha ridotto il suo contributo alla bilancia commerciale a causa di un aumento degli acquisti di auto da altri paesi e di una sensibile crescita delle vendite fuori dai nostri confini, con un calo significativo delle esportazioni verso mercati chiave come Francia, Italia e Belgio.

Secondo i dati dell’Associazione Costruttori Datori di Lavoro (Anfac), consultati da questo quotidiano, gli acquisti in Europa di auto ‘Made in Spain’ sono diminuiti, nonostante un aumento della produzione negli stabilimenti spagnoli, portando poco sollievo ai colli di bottiglia. Il commercio internazionale e l’aumento della domanda superano l’offerta di auto disponibili presso i concessionari.

specifica, Francia È il paese che ha ridotto i suoi acquisti di auto “Made in Spain” a 6.526 dalle 7.634 unità esportate nel paese vicino nel 2021, con un calo di quasi il 15% nelle operazioni. Nonostante questo calo, il mercato francese continua ad essere il secondo mercato più importante per la Spagna, dopo la Germania, con una quota di mercato del 18,6%.

Dopo di che alcune cadute Belgio e PoloniaLe case automobilistiche con stabilimenti in Spagna hanno ridotto le loro esportazioni rispettivamente del 13,8% -2.207 unità nel 2021 e 1.903 unità nel 2022 e del 13% -636 unità nel 2021 e 553 unità nel 2022. Italia e Austria Completa l’elenco dei primi 10 paesi che hanno tagliato i loro acquisti dalla Spagna.

READ  Necropoli preromane si trovano nell'Italia meridionale

“Il miglioramento della produzione e l’aumento della domanda di automobili nei principali mercati europei non hanno impedito alla Spagna di registrare una crescita moderata delle esportazioni. Il motivo principale è stata la determinazione delle case automobilistiche. Modelli medi e grandi -In Spagna sono assemblati principalmente da piccoli- per ottenere maggiori profitti nei loro conti annuali”, sottolineano fonti del settore nelle conversazioni. Va bene tutti i giorni.

Importazione di veicoli

Da parte sua, il valore delle importazioni di veicoli è stato di 18.706 milioni di euro dopo una crescita del 22,8% rispetto al 2021. L’intero settore automobilistico (veicoli e componenti) ha creato una bilancia commerciale lorda nel 2022. 9.497 milioni di euros, che è in calo del 27,6% rispetto al 2021. Nonostante la crescita delle esportazioni e delle importazioni rispetto al 2021, il settore continua a non raggiungere i dati pre-impatto della crisi del coronavirus.

Sebbene l’economia nel suo insieme subisca un crescente calo della bilancia commerciale nel 2022, le attività di esportazione e importazione di automobili continuano a contribuire alla bilancia commerciale nazionale. Questa leadership arriva nonostante la crisi dei microchip Incertezza economica L’esito della guerra in Ucraina e gli intermittenti problemi di approvvigionamento nelle fabbriche hanno tenuto l’industria in uno stato di sospensione nell’ultimo anno e, di conseguenza, i tassi di produzione e la capacità di esportazione delle fabbriche ne sono stati condizionati.

quindi, il Veicolo Continua ad essere il primo prodotto a contribuire in modo più positivo alla bilancia commerciale rispetto ad altri settori come i prodotti alimentari o chimici.