Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Gisella Guardia, Veggente della Vergine piangente che divide l’Italia

Gisella Guardia, Veggente della Vergine piangente che divide l’Italia

Una veggente di nome Gisella Guardia li convince di un miracolo. Da cinque anni, a Trevignano Romano, paese di 5.000 abitanti affacciato sul lago di Bracciano, a 47 chilometri da Roma, una congregazione di fedeli si raccoglie in preghiera su un colle divenuto santuario. Loro stanno arrivando Dall’Italia e da vari paesi europeiSoprattutto dalla Polonia. La cosiddetta Madonna di Trevignano appare il 3 di ogni mese per lanciare un messaggio all’umanità attraverso Gisella Guardia, 53 anni, ex imprenditrice siciliana.

Ricorda un pellegrinaggio del 2014 con suo marito al santuario di Nostra Signora di Medjugorje in Bosnia-Erzegovina che ha sconvolto la sua vita: le apparizioni di Medjugorje di sei bambini, iniziate nel 1981, non sono ufficialmente riconosciute dal Vaticano, ma attirano milioni di persone credenti. In quel viaggio Gisella acquistò una statua della Vergine piangente Si dice che la sua casa abbia versato lacrime di sangue. Il teologo cappuccino Flavio Ubodi descrive in un libro le principali esperienze mistiche della veggente Gisella: “Il viaggio a Medjugorje segnò l’inizio di una serie di eventi soprannaturali: la macchia della passione di Gesù sul corpo della mistica durante la Quaresima. , frasi e immagini apparse sui muri della casa degli sposi, segni dal cielo…».

Gisella non era un profeta nel suo paese. non ispirò simpatia a Trevignano. Il 3 di ogni mese c’è un afflusso di devoti che provoca eccitazione e odio. Un vicino dice: “Quando vedo bambini malati dalla Polonia, mi arrabbio”. Sarcastico, un vicino osserva: “Il nostro lago Brasiano è come Tiberiade, non lo sappiamo”. Gisella non si fece prendere dal panico. I suoi follower aumentano ogni giorno, grazie Una pagina web dove spiega il suo lavoro, Come inviarti donazioni e fissare appuntamenti privati ​​per consulenze.

READ  Italia: 5 isole poco conosciute di Venezia per vivere l'occhio del locale

Grande dubbio

È stato tutto organizzato da sensitivi, un fenomeno paranormale o semplicemente il risultato di una suggestione? Questa è la domanda che oggi si pongono in tanti, perché ogni giorno su giornali, riviste e televisioni vengono pubblicate notizie su Gisella. sono sui social network Recensioni per tutti i gustiAnche se la maggior parte è scettica. Ad esempio, un certo Massimiliano ha affermato in un forum: “Credo e ringrazio Dio per averci mandato nostra Madre”. Rita Saba ha risposto: “Che presunzione sulla credibilità di tanti innocenti!” Salvatore Giovanni è un credente, ma rifiuta queste apparizioni: “Questa innumerevole presenza di statue sacre che piangono sangue confonde ulteriormente le menti di coloro che vogliono avvicinarsi a Dio”.

Guardia ha un sito web che spiega il suo lavoro, come inviare donazioni e richiedere appuntamenti personali

Il vescovo Marco Salvi della diocesi di Civita Castellana in Trevignano ha annunciato la creazione di una commissione d’inchiesta per fare luce sull’accaduto. «Il mio sostegno per la preghiera del RosarioNon dalle apparenze che in Curia non comanda nessuno”, afferma.

Nel frattempo, Virgo arriva puntuale per il suo appuntamento ogni mese. Il 3 marzo, davanti a circa 700 persone, Gisella ha osservato il messaggio della Madonna. Contenuto molto generale, come di solito. Questa la sintesi: “Figli miei, vi chiedo di rivolgervi a Dio, senza il quale non potete fare nulla. Non fatevi tentare da Satana, lui sa che perderà”. C’è chi crede a questo tipo di fenomeno, per vari motivi spiegati dal professore di psicologia sociale Lorenzo Montali, vicepresidente del Comitato di controllo delle pseudoscienze: «Ci sono persone che vengono per un problema, come una separazione o una persona malata. Membro della famiglia. Per loro Trevigano è una speranza. Altri cercano sostegno per le loro convinzioni religiose. C’è anche la voglia di assistere a un evento straordinario. Ognuno ha la sua storia, con sfumature soggettive.

READ  L'Argentina è la "quarta città" italiana per le elezioni del 25 settembre