Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’esercito israeliano cerca di impedire ai terroristi di Hamas di beneficiare del corridoio umanitario

L’esercito israeliano cerca di impedire ai terroristi di Hamas di beneficiare del corridoio umanitario

Israele ha dichiarato che ucciderà tutti i terroristi che hanno partecipato al massacro del 7 ottobre (Nasser Shtayyeh/Zuma Press/ContactoPhoto)

Nel corso dell’incursione di terra nella Striscia di Gaza, l’esercito israeliano sta cercando di gestire con attenzione i corridoi umanitari per impedire ai terroristi di Hamas di sfruttarli. Ecco perché l’IDF utilizza nuovi metodi Per garantire l’infiltrazione di militanti palestinesi nelle migliaia di persone evacuate dal nord della Striscia di Gaza.

“Teniamo conto di tutto, innanzitutto vogliamo tutti i palestinesi [no combatientes] Lasciando Gaza City. Questo è importante perché abbiamo la libertà di agire contro Hamas. Il ministro della Difesa israeliano ha detto: “Non vogliamo far loro del male”. Yoav GalantÈ una dichiarazione.

Ha aggiunto: “Abbiamo metodi per garantire che coloro che se ne vanno siano quelli che dovrebbero andarsene”.

Anche Gallant lo ha confermato I civili “che non si recano nel sud di Gaza si mettono in pericolo”.

Giornale I tempi di Israele Un giornalista avrebbe notato che i soldati dell’IDF a Gaza sono stati visti giovedì parlare in ebraico con persone che evacuavano il nord di Gaza. Data la possibilità che gli ostaggi vengano trasferiti dai sequestratori di Hamas attraverso il corridoio umanitario.

Tuttavia, il ministro della Difesa non ha fornito dettagli sui metodi utilizzati dalle forze israeliane per impedire ai terroristi di approfittare dei corridoi.

Migliaia di palestinesi lasciano il nord di Gaza per il sud su richiesta delle autorità israeliane nel mezzo dei combattimenti con Hamas (Reuters/Mohamed Salem)

Gallant lo ha confermato nella sua dichiarazione L’esercito israeliano non smetterà di combattere contro Hamas a Gaza Fino al rilascio dei 239 rapiti ancora tenuti prigionieri nella Striscia palestinese.

READ  Un freddo Natale a Miami: come influenzerà l'uragano bomba che colpisce gli Stati Uniti

Ha aggiunto: “Non smetteremo di combattere finché non li riprenderemo”. Quale padre smette di cercare i suoi figli? “Li vedo come miei figli”, ha osservato.

Riguardo alla complessa missione militare portata avanti dall’esercito, ha sottolineato la difficoltà di lavorare nei tunnel dei terroristi di Hamas a causa della possibilità di ferire gli ostaggi che potrebbero trovarsi lì. Per questo motivo, ha dichiarato che la leadership militare sta sviluppando nuovi metodi e sta lavorando per trovare soluzioni, poiché in quei corridoi sotterranei si svolgono molte battaglie.

Secondo Gallant, Le operazioni israeliane “miglioreranno nei prossimi giorni”.

Da parte sua, ha promesso che l’esercito eliminerà tutti i terroristi che hanno partecipato ai massacri del 7 ottobre nel sud di Israele, non importa quanto tempo ci vorrà, “anche anni se necessario”.

Nella sua dichiarazione ha affermato che l’attuale guerra a Gaza “è la guerra più giustificata lanciata da Israele” durante i suoi 75 anni di indipendenza, e ha detto: “È una battaglia contro il male, contro chi ha voluto rendere pubblici gli omicidi per espellerci dalla nostra terra”.

Nei tunnel che il movimento ha costruito nella Striscia di Gaza si stanno svolgendo diverse battaglie tra Hamas e Israele (Europe Press/Contact/Youssef Muhammad)

Mentre, Daniele HageryIl portavoce dell’esercito israeliano ha confermato che Israele continuerà ad intensificare le operazioni di terra a Gaza. Ha avvertito: “Raggiungeremo sempre più roccaforti di Hamas”.

Ha anche commentato che le persone che utilizzano la rotta umanitaria per andare a sud “vedono che Hamas ha perso il controllo nel nord di Gaza e che il sud è più sicuro”.

Gli Stati Uniti hanno annunciato giovedì che Israele inizierà ad attuare una tregua di quattro ore nel nord di Gaza. Ha aggiunto: “Gli israeliani ci hanno informato che non ci saranno operazioni militari in queste zone finché continuerà la tregua e che questa operazione inizierà oggi”. John Kirbyportavoce del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca.

READ  "Ottieni una maggioranza di 50 più uno": AMLO riporta i risultati delle elezioni e PREP

Questo annuncio arriva dopo il Presidente Joe Biden Il primo ministro israeliano ha chiesto: Benjamin Netanyahuche prevede periodi di riposo giornalieri, nel corso di una telefonata che i leader hanno avuto lunedì scorso.

Una fonte vicina all’incontro ha detto giovedì a Reuters Capi della CIA e del Mossad – William Burns e David Parnia- Si è incontrato a Doha, dove vivono alcuni alti funzionari di Hamas, con il primo ministro del Qatar per discutere i termini di un possibile accordo per liberare gli ostaggi e fermare i combattimenti tra Hamas e Israele.