Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le prenotazioni alberghiere in Spagna stanno raddoppiando in un mese, raggiungendo il 72% dei livelli pre-crisi Aziende

Gli albergatori sono fiduciosi in una forte ripresa del turismo nei mesi estivi. Nonostante la brocca di acqua fredda, il che significa che il Regno Unito inizialmente non ha incluso la Spagna tra le destinazioni sicure per i turisti britannici a partire dal 19 maggio (le Isole Canarie e le Isole Baleari sperano di entrare nella seconda settimana di giugno quando vengono riviste per la prima volta nella lista), Gli imprenditori consultati da CincoDias sperano in una graduale ripresa del turismo da giugno che potrebbe raggiungere il suo apice in agosto., Quando le restrizioni ai movimenti e gli alti tassi di vaccinazione coincidono nei grandi mercati di origine. Tuttavia, l’immagine che descrivono è drasticamente diversa dalle precedenti stagioni di punta.

La prima grande differenza è che il turismo internazionale impiegherà molto tempo per arrivare perché i principali mercati di origine sono attualmente chiusi. Il primo arrivo degli inglesi non sarebbe avvenuto fino alla fine di giugno, così come l’arrivo dei tedeschi, che non avevano esplicitamente vietato i viaggi, ma erano stati avvisati di non farlo.O fino a quando la situazione sanitaria non sarà migliore. Tra i due paesi rappresentano quasi la metà degli arrivi stranieri in Spagna, con percentuali che raggiungono il 60% nel caso tedesco delle Isole Baleari.

JOrdy Ferrer, CEO, Hesperia, Riassume la confusione in cui si sono trovati gli uomini d’affari da quando lo stato di allerta è stato revocato il 9 maggio. “Il saldo che stiamo ottenendo al momento di avanzamento delle riserve che abbiamo attivato la scorsa settimana è positivo, ma ci aspettiamo che la ripresa non sarà immediata. Per quanto riguarda le prenotazioni specifiche per i nostri hotel per le vacanze, riteniamo che sia generalmente una visione chiara di come sta andando la stagione “, ha aggiunto. Hesperia dispone di 28 hotel in Spagna e prevede una graduale escalation. “Questa campagna estiva è la nostra ultima occasione per salvare l’attività economica e occupazionale strategica in questo paese”, conferma Ferrer.

READ  Il governo invia ufficialmente il piano di ripresa a Bruxelles | Economie

Da Barceló insistono sul fatto che non ci sono punti di vista. “Al momento, le prenotazioni estive sono inferiori del 50% rispetto a quello che sarebbe un anno normale in questo periodo, ma la scorsa settimana abbiamo assistito a un certo rimbalzo, quindi siamo fiduciosi che la domanda aumenterà nelle prossime settimane.. Sarà un’estate in cui, come lo scorso anno, dipenderà soprattutto dal mercato nazionale ”. Un altro grande cambiamento portato dal Coronavirus è che la maggior parte delle prenotazioni sono last-minute e la capacità di programmare è praticamente nulla, il che è per questo che le società alberghiere ritirano l’analisi dei dati.

L’ultimo minuto
Ultimo di SiteMinder, Una delle più grandi piattaforme commerciali di hotel al mondo, rivela che la Spagna è diventata la destinazione più popolare per i viaggi dell’ultimo minuto. Le prenotazioni sono raddoppiate tra l’11 aprile e l’11 maggio, dal 38,85% delle prenotazioni nello stesso giorno nel 2019 al 72,04%. “Le prenotazioni di hotel a Malaga e Valencia hanno raggiunto l’82,48% e l’80,06% dei livelli del 2019 e figurano tra i primi cinqueAppena dietro Reykjavik (Islanda), Bournemouth e Brighton (Regno Unito) “, conferma. Sarah Padrosa, SiteMinder Manager per la Spagna.

Carlos Sendra, direttore delle vendite, Mabrian Technologies, Offre le conclusioni che le ricerche su Internet chiamano una ricerca stimolante. “Ci sono solo due mercati in miglioramento nell’indice di domanda ispiratore per una visita in Spagna rispetto al 2019: il mercato interno e l’Italia. Gli indicatori confermano la Il mercato locale è quello con il maggior potenziale di ripresa, Perché ha la migliore quota di mercato per la Spagna nelle ricerche, superando i valori del 2019. È anche il più connesso e meglio sviluppato rispetto al 2019, poiché è solo meno del 10% in termini di dimensioni dei luoghi in termini dei livelli pre-crisi.

READ  La "realpolitik" italiana di Mario Draghi sul gas russo

Le Isole Baleari e le Isole Canarie stanno lottando per ricevere turisti dal Regno Unito

Restrizioni. La scorsa settimana il Regno Unito ha pubblicato un elenco di paesi in cui gli inglesi potranno viaggiare a partire da oggi. La Spagna è stata esclusa da quella prima lista (da rivedere tra tre settimane), così come l’Italia o la Grecia, i suoi maggiori concorrenti. L’unico grande paese europeo che è riuscito a entrare è stato il Portogallo.

Arcipelago. La delusione è stata grande per le Isole Canarie e le Isole Baleari, la cui strategia negoziale con il Regno Unito si è basata sulla distinzione tra la loro situazione epidemiologica (infezioni inferiori alla media in Spagna) per trattarle in modo diverso.

Germania. Il rifiuto del Regno Unito ha seguito quasi successivamente un’offerta di strada alla Germania da parte del governo delle Isole Baleari, guidato dal presidente Franchina Armingoll, per tentare di legare i concorrenti dal mercato delle principali emissioni. La delegazione ha incontrato i principali tour operator e il prezzo della diminuzione del numero di casi (circa 50 casi ogni 100.000 abitanti) nonché i buoni risultati del corridoio turistico sicuro con la Germania attuato nel periodo pasquale.