Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

Le Nazioni Unite stimano che l’economia russa crollerà del 7,3% nel 2022

La Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo (UNCTAD), giovedì, ha stimato nel suo rapporto di previsione aggiornato che l’economia della Russia, un paese che è stato colpito da severe sanzioni internazionali a seguito dell’invasione dell’Ucraina, diminuirà del 7,3% nel 2022.

Sei mesi fa, l’agenzia delle Nazioni Unite aveva previsto che l’economia russa sarebbe cresciuta del 2,3% quest’anno, ma viste le conseguenze economiche della guerra ha deciso di abbassare questa previsione di 9,6 punti e prevede che la Russia sarà il paese più colpito questo. Le conseguenze economiche della guerra iniziata un mese fa.

Come risultato di questo aggiustamento al ribasso in Russia, anche la Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo (UNCTAD) stima che l’economia europea crescerà solo dello 0,9%, rispetto al 3% stimato sei mesi fa, una percentuale che metterebbe il Vecchio Continente ben al di sotto degli incrementi attesi della produzione.Pil in America (2,4%) e in Asia (3,8%).

Nell’Unione Europea, l’agenzia delle Nazioni Unite prevede una crescita quest’anno dell’1,6%, meno della metà di quanto previsto a settembre (3,3%).

Non tutti i paesi dell’UE saranno colpiti allo stesso modo, e quindi la Germania, fortemente dipendente dal gas russo, crescerà solo dell’1,4% (1,8 punti in meno rispetto a sei mesi fa), mentre la Francia crescerà del 2,4% (un punto in meno). e Italia. 1,6% (1,4 punti in meno), secondo le previsioni dell’UNCTAD.

Per il Regno Unito, il rapporto pubblicato giovedì dall’agenzia prevede una crescita dell’1,3% quest’anno, nove decimi in meno rispetto al 2,1% calcolato a settembre.