Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

L’acceleratore di particelle che sta cambiando il futuro di Escuzar


  • Poco più di 700 persone vivono a Escuzar e, grazie a questo progetto, vedono ora un futuro promettente.


  • Si prevede che arriveranno più di mille opportunità di lavoro legate al progetto, e nel comune arriveranno circa 30 società partecipate


  • Questo martedì, diversi rappresentanti del Consiglio per la sicurezza nucleare (CSN) hanno visitato il sito in cui dovrebbe cadere l’acceleratore

città Escuzar, Granada, testimoniare un progetto senza precedenti, Costruzione di un acceleratore di particelle. Questo progetto sarà una calamita sia per le aziende che per l’occupazione, è previsto Più di mille posti di lavoro associato a questo lavoro In una città dove vivono poco più di 700 persone. Solo fino ad oggi Manca l’accordo completo Che deve essere raggiunto da tutti i paesi che parteciperanno a questa infrastruttura.

Questo martedì Vari rappresentanti del Consiglio di sicurezza nucleare (CSN) ha visitato il sito in cui dovrebbe trovarsi l’acceleratore, impianto “Senza precedenti” nel mondo per cui devi studiare come verrà concesso in licenza, lo studio sulla sicurezza, tra gli altri aspetti, Sistemi di gestione dei rifiuti radioattivi liquidi gassoso in funzionamento normale e in Le circostanze dell’incidente che devono essere soddisfatte nel progetto.

Lo ha sottolineato il direttore della Federazione IFMIF-DONES Spagna, Ángel Ibarra Il progetto sta andando “ragionevolmente bene” Con i progressi compiuti, soprattutto in campo politico, dopo la firma nel novembre scorso del Memorandum d’intesa tra i governi di Spagna e Croazia a Zagabria, alla presenza del Re e della Regina di Spagna, e i colloqui che si sono svolti confrontarsi con altri paesi sulla possibilità di partecipare al progetto, incluso il Giappone. Come mostrato, Negoziati “relativamente avanzati” Con Italia, Polonia, Svezia e Germania, però “Niente di concreto” ha chiuso ed è fiducioso che ciò sarà confermato nei prossimi mesi.

vicini entusiasti

“Puoi già vedere il movimento e ci sono anche molte persone che vogliono venire a vivere qui”, dice uno dei vicini. La città che viveva di agricoltura e che, grazie a questo nuovo progetto, guarda a un promettente futuro. “Qui non abbiamo nemmeno uno sportello bancario, pensiamo che questo ci possa fornire più servizi E che i nostri giovani non devono andarsene”, racconta un altro vicino.

«Altre multinazionali si sono già occupate», dice il sindaco del comune, Antonio Arrabal, che ha confermato che, insieme a questo progetto, arriveranno circa 30 aziende ausiliarie. L’acceleratore di particelle ha segnato un prima e un dopo, Dico ai miei anziani che è come se avessimo vinto le Olimpiadi Ma a livello di scienza.

ultimo incontro

In particolare, il Consiglio per la sicurezza nucleare (CSN) ha tenuto una riunione del suo comitato di collegamento presso la sede del consorzio IFMIF-DONES Spagna a Granada. Per rivedere i progressi del gruppo Si tratta di un’opera permanente gestita sia dal regolatore che dal consorzio, nonché dal Centro per l’energia, l’ambiente e la ricerca tecnologica (Ciemat) e dall’Università di Granada.

Durante l’incontro sono stati studiati gli ultimi sviluppi del progetto e il regolatore ha presentato i suoi sistemi di gestione Scorie radioattive liquide e gassose In funzionamento normale e in condizioni di incidente che devono essere disponibili nel progetto. È stato anche affrontato Requisiti di sicurezza di alto livello per la struttura e lo stato delle offerte per la costruzione di edifici per uffici e magazzini.

READ  Il governo stima che pagheranno circa 350 aziende