Flamina&dintorni

Informazioni sull'Italia. Seleziona gli argomenti di cui vuoi saperne di più

La straordinaria scoperta che potrebbe rivoluzionare la fisica e la nostra comprensione dell’universo

Nella periferia di Chicago, negli Stati Uniti, un gruppo di scienziati ha scoperto che la massa di una particella subatomica non è quella che dovrebbe essere.

Questa misura è il primo risultato sperimentale conclusivo non coerente con la famosa teoria del Modello Standard, che ha lavorato per anni per determinare la massa approssimativa delle particelle subatomiche.

Il team ha scoperto che una di queste particelle è nota come W BosonePesa più di quanto la teoria si aspetta.

Il professor David Toback, portavoce del progetto, ha descritto il risultato come “scioccante”, in quanto potrebbe portare allo sviluppo di una nuova e più completa teoria su come funziona l’universo.

“Se i risultati fossero verificati da altri studi, il mondo sembrerebbe diverso”, dice l’accademico alla BBC, che vede persino un “cambiamento di paradigma”.

Il famoso astronomo Carl Sagan ha affermato che “affermazioni straordinarie richiedono prove straordinarie”. “Pensiamo di averlo”, ha aggiunto.

Studiosi Rilevatore di collisioni Fermilab L’FCD in Illinois ha trovato una piccola differenza nella massa del bosone W rispetto a ciò che la teoria dice che dovrebbe essere: è solo lo 0,1%.

Ma se ciò fosse confermato da altri esperimenti, gli effetti sarebbero enormi.

Il cosiddetto Modello Standard della fisica delle particelle prevede da cinquant’anni il comportamento e le proprietà delle particelle subatomiche senza contraddizioni di alcun tipo.

Finora.

Fermilab si trova nell’IllinoisFermilab

Un altro portavoce della CDF, il professor Giorgio Chiarelli, ha detto alla BBC che il team di ricerca non poteva credere ai propri occhi quando hanno ottenuto i risultati.

“Nessuno si aspettava questo. Abbiamo pensato che forse ci sbagliavamo su qualcosa. “

READ  For Honor mostrerà presto la sua prima stagione: Meet Frozen Shores

Ma i ricercatori hanno esaminato attentamente i loro risultati e hanno cercato di cercare gli errori.

Non hanno trovato nulla.

Il risultato è stato pubblicato sulla rivista saperepuò essere correlato a Prove da altri esperimenti al Fermilab e al Large Hadron Collider (LHC, per il suo acronimo inglese), si trova al confine tra Svizzera e Francia.

Questi risultati, che non sono stati ancora confermati, indicano anche deviazioni dal Modello Standard, forse causate da una quinta forza della natura finora sconosciuta.

I fisici sanno da tempo che la teoria deve essere aggiornata.

I suoi assiomi non possono spiegare l’esistenza della materia invisibile nello spazio, la cosiddetta materia oscura, né la continua espansione accelerata dell’universo da parte di una forza chiamata energia oscura.

Inoltre non possono spiegare la gravità.

CERN

Mitesh Patel, un esperto dell’Imperial College di Londra che lavora sull’LHC, ritiene che se il risultato del Fermilab fosse confermato, potrebbe essere il primo di molti che potrebbe annunciare il più grande cambiamento nella nostra comprensione dell’universo dai tempi delle teorie della relatività di Einstein. da.

“Speriamo alla fine di vedere una straordinaria scoperta che non solo confermi che il modello standard è scomposto come descrizione della natura, ma ci dia anche una nuova direzione per aiutarci a capire chi siamo”, ha affermato.

“Se questo continua, ci dovranno essere nuove particelle e nuove forze per spiegare come rendere coerenti questi dati”, ha aggiunto.

Ma l’entusiasmo nella comunità dei fisici cresce quando si esaminano le esperienze passate.

Sebbene il risultato del Fermilab sia la misurazione più accurata della massa del bosone W fino ad oggi, non corrisponde a due delle misurazioni più accurate degli esperimenti precedenti che sono in linea con il modello standard.

READ  WhatsApp cambia le immagini del profilo: come sono adesso e perché è obbligatorio

“Dobbiamo sapere cosa sta succedendo alla misurazione”, afferma il professor Ben Alanache, fisico teorico dell’Università di Cambridge.

“Il fatto che abbiamo altri due esperimenti che sono d’accordo tra loro e con il Modello Standard e sono così contrari a questo esperimento mi preoccupa”, aggiunge.

CERN

Tutti gli occhi sono ora puntati Large Hadron Collider Che dovresti riavviare i tuoi esperimenti dopo un aggiornamento di tre anni.

La speranza è che questi studi forniscano risultati che gettino le basi per una nuova e più completa teoria della fisica.

“La maggior parte degli scienziati sarebbe un po’ cauta”, dice Patel.

“Siamo stati qui prima e siamo rimasti delusi, ma speriamo tutti segretamente che sia davvero così e che nelle nostre vite possiamo vedere il tipo di trasformazione di cui leggiamo nei libri di storia”, dice.

Scritto da Blab Ghosh